Google Play Libri passa al nuovo Material Theme

Google Play Libri passa al nuovo Material Theme
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/01\/App_Google_56_tta-460x259.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/01\/App_Google_56_tta-635x357.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/01\/App_Google_56_tta.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/01\/App_Google_56_tta.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/01\/App_Google_56_tta.jpg"}, "title": "Google Play Libri passa al nuovo Material Theme" }

Google Play Libri è l’ultima applicazione di Big G ad aggiornarsi alla nuova impostazione estetica denominata Material Theme.

Il colosso di Mountain View, infatti, ha pian piano aggiornato tutte le proprie app uniformandole ai canoni di quello che in passato era stato identificato come Material Design 2. In alcuni casi l’update ha portato con sé un rinnovamento corposo e significativo in altri invece le differenze, pur chiaramente presenti, sono di portata minore ed è proprio questo il caso di Google Play Libri. Qui di seguito potete vedere tutte le differenze in arrivo in una serie di screenshot comparativi.

Google Play Libri, in questa nuova veste grafica, si appropria di tutte le novità del Material Theme, dalle nuove icone, alla predominanza del colore bianco fino ai font precedenti che hanno ceduto il passo al Google/Product Sans.

Partendo dalla schermata Home, la nuova versione mette in primo piano un nuovo carosello orizzontale per scorrere tra i libri presenti nella propria biblioteca virtuale con il libro in primo piano di dimensioni maggiori rispetto a quelli ai suoi lati. Sono inoltre presenti nuovi tasti dedicati alle varie sotto-categorie. Come prevedibile la nuova barra di navigazione in basso è completamente bianca, con le nuove icone “vuote”.

Passando alla schermata Biblioteca troviamo delle novità per quanto riguarda le schede dei singoli libri: il menù a tre punti non è più accanto al titolo bensì nell’angolo in altro a destra della scheda, in modo tale da non sottrarre spazio utile al titolo ed al nome dell’autore. Le singole schede sono di dimensioni minori e tutte le linee di contorno sono meno marcate. Il tasto “Altro” per espandere le singole sezioni è stato sostituito da una semplice freccetta. Insomma tutto ha subito dei ritocchi evidenti in pieno stile Material Theme.

Anche la sezione Acquista, come mostrano gli screenshot qui sopra, ha subito un trattamento analogo, insomma meno scritte e più freccette, colore bianco ovunque, singole schede più piccole ed icone e font come da copione. In cima alla pagina rimane saldamente al proprio posto la possibilità di passare rapidamente dalla sezione dedicata agli eBook a quella degli Audiolibri.

L’esperienza di lettura nel complesso non sembra aver subito grossi cambiamenti, al netto di qualche ritocco in linea coi canoni del Material Theme e di qualche spostamento di scritte e menù. Il titolo del capitolo in lettura è stato ad esempio spostato ed ora non si trova più in alto ed evidenziato da un diverso colore, bensì al di sotto dell’anteprima della pagina; l’indicatore della pagina/posizione è stato a sua volta spostato: non è più in alto ma alla destra della barra di avanzamento/selettore delle pagine ed inoltre l’icona per accedere al menù dei contenuti (Capitoli, Segnalibri e Note) si trova ora alla sinistra della suddetta barra/selettore. Infine l’anteprima della pagina è ora di dimensioni minori.

Un esempio di modifica esclusivamente grafica può essere individuato nelle Impostazioni, rimaste effettivamente immutate.

Se da un lato la maggior parte delle novità che questo aggiornamento porta in Google Play Libri sembra di carattere prettamente grafico, dall’altro appare evidente come tutti insieme i cambiamenti elencati avranno un impatto tutt’altro che trascurabile sull’usabilità dell’applicazione e sull’accessibilità dei vari contenuti. Il risultato, sebbene visivamente gradevole, potrebbe essere deleterio da un punto di vista funzionale: la riduzione delle dimensioni delle scritte e delle icone stesse non sembrano cambiamenti da cui gli utenti potranno effettivamente trarre un beneficio.

Numerosi utenti si rivolgono al mondo degli ebook proprio per una questione di maggiore accessibilità dei contenuti, intesa ad esempio come possibilità di modificare font e dimensioni dei caratteri durante la lettura. Ebbene i cambiamenti apportati da Big G in Google Play Libri sembrano in conflitto con questa logica.

Il passaggio di Google Play Libri al nuovo Material Theme è frutto di un aggiornamento lato server, potete comunque scaricare l’ultima versione dell’app presente sul Play Store tramite il badge seguente.

Android app sul Google Play

 

Fonte: Androidpolice
Condividimi!