Le semplificazioni introdotte dalla tecnologia e i suoi automatismi ci vengono spesso in aiuto, ma a volte accade che alcuni di questi non siano appropriati a determinati contesti e li si vorrebbe disattivare. Uno dei casi in cui la possibilità non era prevista – peraltro da diverso tempo – riguarda Google Play Music, almeno prima dell’intervento potenzialmente risolutore di Big G.

La versione 7.12 dell’app porta la facoltà di disattivare la riproduzione automatica (magari ad alto volume) qualche istante dopo la connessione dello smartphone ad una qualsiasi fonte sonora. Come? Nelle impostazioni di Google Play Music noterete la voce “Consenti ai dispositivi esterni di avviare la riproduzione”. Disattivatela se non volete rischiare cattive figure.

Un’altra app della suite a beneficiare degli aggiornamenti è Google Maps, che guadagna maggior fruibilità quando viene utilizzata in modalità multi-window. Maps, a differenza di quanto avveniva in precedenza, adesso manterrà aggiornata la vostra posizione sulla mappa anche nelle occasioni in cui divide lo schermo con una seconda applicazione. Una fastidiosa anomalia su cui Google ha messo una pezza.

Di seguito trovate i badge tramite cui scaricare le ultime versioni di Google Play Music…

Android app sul Google Play

…e di Google Maps.

Android app sul Google Play

Vai a: Android 8.0 Oreo e i problemucci di gioventù su Google Pixel XL e Nexus 6P