Uno degli appuntamenti più attesi per milioni di appassionati di tecnologia e di smartphone è la presentazione da parte di Google del nuovo smartphone Nexus. Il Nexus 6 è stato incerto fino a poche settimane dal lancio ma a fine Ottobre 2014 eccolo, puntuale come ogni anno, il nuovo Nexus più prestante e – soprattutto – più grande mai presentato.

Così come il Nexus 5 aveva un display che misurava 5 pollici, il Nexus 6 ne monta uno da 6 pollici con una risoluzione QHD e quindi una definizione pari a circa una volta e mezzo rispetto al rinomato Retina di Apple.

Parlare di Nexus 6 porta logicamente a parlare della battaglia ideologica fra smartphone e phablet, tuttavia questa è una scelta prettamente soggettiva e di conseguenza lasciamo a voi il compito di decidere su questa tema. In questa recensione parleremo di Nexus 6, dei suoi pregi e dei difetti.

Video recensione di Nexus 6

Hardware & Ergonomia

Il partner per la realizzazione hardware del Nexus 6 è Motorola, un brand molto conosciuto nella storia di Android e ancora di più in quella dei telefoni cellulari – in primis perché l’azienda fu la prima a crearli. I prodotti di Motorola si sono da sempre contraddistinti per la loro qualità costruttiva superiore alla quasi totalità dei concorrenti, dato che sia sul piano del design che su quello della scelta dei materiali non c’è paragone.

La stessa qualità costruttiva si è potuta apprezzare nei recenti Moto X e Moto G (ma anche sullo smartwatch Moto 360) che presentano una certa robustezza e una buona sensazione quando li si impugna nonostante i materiali plastici impiegati.

Prendendo in mano il Motorola Nexus 6 non si può dunque non apprezzare fin dal primo momento il livello di qualità raggiunto nel realizzare il prodotto. Le rifiniture in alluminio satinato, il retro in plastica bombato e liscio, gli spigoli stondati ed il vetro frontale risultano essere ben incastrati tra loro offrendo un’ottima sensazione al tatto. Utilizzando lo smartphone con due mani si apprezza ancor di più tutto questo, mentre se lo utilizziamo con una sola mano le dimensioni si fanno sentire non permettendo un’ottima presa. La dimensione che più si fa sentire tuttavia non è tanto l’altezza, pari a 159,26mm, quanto la larghezza, pari a 82,98mm, poiché a causa di questa il telefono risulta molto difficile da impugnare ed usare contemporaneamente. Lo spessore invece varia tra i 6 ed i 10.06mm a causa del retro bombato, mentre il peso è di 186 grammi che risultano ben distribuiti.

Sul piano hardware, poi, il Motorola Nexus 6 non si fa mancare davvero nulla e, a confronto con i precedenti Nexus, non sembra avere aspetti particolarmente lacunosi. Parliamo infatti di uno smartphone con un ampio display da 5.96 pollici AMOLED con risoluzione QHD (pari a 2560×1440 pixel), un processore Qualcomm Snapdragon 805 che opera alla frequenza di 2.7 GHz, 3 GB di memoria RAM, 32 o 64 GB di memoria interna che non fanno sentire la mancanza di uno slot per MicroSD ed una fotocamera principale da 13 megapixel con stabilizzatore ottico e doppio flash LED, oltre a quella frontale da 2 megapixel.

Anche sotto l’aspetto delle connettività troviamo le ultime tecnologie con il supporto a tutte le reti comprese quelle 4G di categoria 4 (150Mbps in download e 50Mbps in upload). Non mancano ovviamente il GPS, che funziona ottimamente, l’NFC, il Wifi 802.11 ac 2×2 MiMo, il Bluetooth 4.0 e la ricarica wireless con standard Qi. Nexus 6 è invece sprovvisto di sensore infrarossi.

nexus-6-retro

Display, Audio & Multimedia

L’aspetto multimediale è forse quello più interessante riguardo questo Motorola Nexus 6. Sul fronte troviamo infatti un ampio display da 5.96 pollici affiancato sopra e sotto da due altoparlanti per offrire audio in stereo.

Il display ha una risoluzione elevatissima, cioé 2560×1440 pixel, la cui densità di pixel per pollice è di circa 493 dpi, che rende quasi ridicola ad esempio la tecnologia Retina Display (pari a 329 dpi). La tecnologia AMOLED inoltre consente di avere un display dai colori vividi, molto saturati ma comunque abbastanza reali, mentre i neri sono perfetti e i bianchi sono di elevata qualità ma appaiono talvolta tendenti verso il giallo.

Gli altoparlanti frontali inoltre offrono un’esperienza audio di alto livello, grazie anche alla buona qualità degli altoparlanti stessi. I bassi purtroppo non sono molto presenti ed il livello audio massimo non è paragonabile alla potenza di 1W dell’altoparlante di LG G3, tuttavia offrono un’immersione maggiore grazie al posizionamento frontale.

Dal punto di vista multimediale non abbiamo riscontrato difetti e grazie al processore Snapdragon 805 si riesce a riprodurre la maggior parte dei formati video, MKV compresi, senza problema alcuno.

nexus-6-display

Fotocamera

La fotocamera di Motorola Nexus 6 è composta da un sensore da 13 megapixel con stabilizzatore ottico e affiancata da un doppio flash led (purtroppo non a diversa gradazione di temperatura). La qualità delle foto che riesce a scattare è sorprendente e lo è ancor di più vedere che questo sensore è presente proprio su uno smartphone Nexus, gamma che non si è mai contraddistinta per questo aspetto nonostante annunci e promesse da parte di Google.

Gli scatti vengono particolarmente bene in condizioni di buona luminosità ambientale, ma anche quando la luminosità scarseggia le fotografie non vengono male pur presentando un certo livello di rumorosità.

I colori appaiono comunque realistici e con un buon contrasto; anche nelle fotografie di tramonti (che potete vedere qui sotto), che tradizionalmente sono ostiche per i sensori fotografici per via della contrapposizione tra zone ad alta luminosità (cielo) e zone a bassa luminosità (terra), la fotocamera non sembra avere problemi.

Il software della fotocamera è l’applicativo stock Google Camera che è scaricabile anche dal Play Store, di conseguenza non abbiamo funzionalità caratteristiche per questo dispositivo. L’HDR+ è presente e permette di elaborare meglio alcuni scatti. Di seguito trovate alcuni sample fotografici.

I video invece possono essere registrato fino alla risoluzione di 4K a 30 fps, con una resa di buon livello.

Batteria & Autonomia

La batteria di Motorola Nexus 6 è da 3220 mAh, superiore per capienza di ben 300 mAh rispetto, ad esempio, ad iPhone 6 Plus (secondo iFixit) e di pochi mAh rispetto a Galaxy Note 4. Non sappiamo se sia per via del display o di Android Lollipop ancora non particolarmente ottimizzato, ma la sua resa non è eccezionale, soprattutto quando si stressa molto il dispositivo. Con un utilizzo molto intenso, infatti, si rischia di non superare le 3 ore e 30 complessive di display acceso.

Con un utilizzo più blando, invece, si copre la giornata senza difficoltà e si arriva a sera inoltrata con una buona percentuale di batteria residua.

Aspetto dunque da migliorare e siamo sicuri che Lollipop possa essere ancora ottimizzato.

sceren

Software

Motorola Nexus 6 è il primo smartphone ad essere commercializzato con Android 5.0 Lollipop, il nuovo sistema operativo che reinventa Android col suo Material Design.

Tra le novità di Android 5.0 Lollipop troviamo una nuova home screen, un centro notifiche completamente rivisitato e notifiche heads-up, un nuovo pannello dei quick settings (che ora permette di attivarli direttamente con un tocco), una riorganizzazione generale del sistema e tantissime novità “sotto il cofano”, tra cui una nuova macchina virtuale per eseguire le applicazioni chiamata ART (Android RunTime) che permette di eseguire le applicazioni più velocemente e con maggiore efficienza.

Un’altra funzionalità, questa volta ripresa dal primo Motorola Moto X, è il Display Ambient che rende vano un’eventuale LED di notifica mostrando (per pochi secondi) direttamente le notifiche a schermo in modo minimale con una colorazione bianca con sfondo nero. Trattandosi di un display AMOLED, il consumo di energia è minimo.

Il sistema operativo gira in modo fluido e presenta solamente qualche sporadico lag durante alcune animazioni, ma niente che faccia presupporre un carenza di prestazioni o di stabilità. Anche con molte applicazioni aperte non abbiamo riscontrato rallentamenti o perdite di frame.

Anche all’interno dei giochi più pesanti come Real Racing 3 e Modern Combat 4 il Nexus 6 si comporta ottimamente senza lag e con un’ottima risposta nella transizione d’uscita degli stessi.

Purtroppo, così come tutti i Nexus, è sprovvisto del supporto ufficiale all’USB OTG tuttavia il dispositivo può supportare tale tecnologia semplicemente installando un’applicazione.

nexus6-software

In conclusione

Motorola Nexus 6 è sotto più punti di vista il Nexus con le caratteristiche migliori fino ad ora commercializzato, non solo per un fatto evolutivo ma proprio perché è stato pensato e realizzato per non avere aspetti lacunosi.

Non è comunque il migliore fra tutti gli smartphone, perché ad esempio il Samsung Galaxy Note 4 risulta essere superiore sotto diversi aspetti anche solo per il fatto di essere dotato di una serie di funzionalità software (e hardware) pensate espressamente per lo schermo grande. Proprio lo schermo grande potrebbe essere un ostacolo per molti, dato che le dimensioni sono davvero elevate e questo potrebbe non piacere a tutti.

Se tuttavia preferite l’interfaccia stock di Android e di Lollipop, sicuramente il Nexus 6 risulta essere il migliore prodotto ad oggi esistente.

Migliori offerte sul web per Motorola Nexus 6: Nessuna offerta al momento

VOTI

Ergonomia 7
Hardware 10
Materiali 8.5
Display 9.5
Fotocamera 8.6
Audio 8.2
Batteria 8 7.5
Software 9
Qualità/Prezzo 7
Esperienza utente 9
Voto Finale

8.5