Il secondo esperimento in fatto di smartwatch per il produttore coreano LG è il G Watch R. Presentato al grande pubblico solamente dopo 2 mesi dal lancio di LG G Watch, questo nuovo dispositivo non va a sostituire il fratello minore, ma semplicemente lo affianca per offrire al consumatore la scelta di acquistare uno smartwatch principalmente in base al suo design.

La caratteristica peculiare di LG G Watch R, infatti, è la forma del corpo e del display, che risulta essere perfettamente circolare. Un dispositivo sicuramente di grande design, particolare e bello da portare al polso. Come si comporta però nella vita di tutti i giorni? Scopriamolo con la nostra recensione di LG G Watch R.

Video recensione di LG G Watch R

Hardware & Ergonomia

LG G Watch R si presenta ottimamente dal punto di vista dei materiali e del design (con il solito “de gustibus non disputandum est”). Il cinturino in dotazione da 22 mm sostituibile sia con quelli ufficiali LG che con quelli standard è realizzato in vera pelle. Il corpo, invece, è in acciaio patinato nero decisamente resistente, mentre il vetro che protegge il display è dotato della certificazione Gorilla Glass 3. Il dispositivo sembra essere molto resistente e solido al tatto; solamente la parte interna del corpo, dove sono presenti i pin per il collegamento alla dock (per la ricarica) ed il sensore per rilevare il battito cardiaco, è in plastica.

L’ergonomia del dispositivo è buona; i primi giorni in cui lo abbiamo provato il cinturino è risultato essere molto rigido, ma dopo qualche giorno si è ammorbidito risultando più comodo. Il corpo è un po’ troppo massiccio e vistoso, inoltre per chi ha un polso piccolo non risulta essere troppo comodo perché finisce per andare a sbattere contro le ossa del polso e contro la mano causando fastidio.

LG G Watch R è dotato anche dell’accelerometro attraverso cui misura il numero di passi effettuati. Questi ed il battito cardiaco vengono poi memorizzati all’interno di Google Fit o di altre applicazione di fitness come Runtastic.

All’interno del corpo, oltre al display di tipo Plastic OLED da 1.3”, troviamo il processore Qualcomm Snapdragon 400 quad-core che opera a 1.2 GHz, 512 MB di memoria RAM e 4 GB di memoria interna. Il processore durante le attività più stressanti non scalda e, di conseguenza, non abbiamo problemi di sudorazione del polso.

La batteria, infine, è da 410 mAh e consente un’autonomia appena un filo superiore rispetto alla concorrenza. La ricarica avviene attraverso un caricabatterie con uscita da 0,85A e di conseguenza il dispositivo sarà già carico al 100% in appena 30 minuti.

g-watch-r-corpo

Display

Il Display di LG G Watch R è un pannello Plastic OLED da 1.3” con una risoluzione di 320×320 pixel protetto da un vetro con certificazione Gorilla Glass 3. Il display è perfettamente circolare e non abbiamo bande nere come ad esempio abbiamo visto sul Motorola Moto 360.
Se, da una parte, non abbiamo bande nere come avviene sull’altro smartwatch tondo, dall’altra ci ritroviamo con un display di dimensione inferiore rispetto al diretto concorrente, dato che misura 1.3 pollici contro 1.56. Una differenza minima ma che tende a farsi notare durante la lettura delle anteprime delle notifiche tagliando parte del testo in alcuni casi.

LG G Watch R è purtroppo sprovvisto di un sensore di luminosità e, di conseguenza, bisogna adeguare manualmente la luminosità dello schermo attraverso 6 livelli. Sotto al sole la visibilità è comunque molto buona: è sufficiente regolarla. L’assenza del sensore di luminosità non ci è sembrata un difetto enorme, ma sicuramente è una mancanza che toglie comodità al dispositivo.

g-watch-r-display

Batteria & Autonomia

LG G Watch R è dotato di una batteria da 410 mAh, con una capienza che è leggermente superiore rispetto alla maggior parte degli smartwatch già in commercio. Questa, assieme al display di tipo OLED che consuma meno quando il display riproduce il nero, consente un’autonomia maggiore rispetto ad altri dispositivi ed arriva a circa 36 ore con un utilizzo di media intensità. Con un utilizzo più intenso, invece, si arriverà più o meno a metà del secondo giorno prima di dover collegare il G Watch R all’alimentatore e, di conseguenza, per non ritrovarci con lo smartwatch spento saremo obbligati a ricaricarlo comunque ogni sera.

La batteria non è ancora del tutto soddisfacente, ma produce risultati migliori rispetto al primo G Watch e a numerosi altri dispositivi concorrenti.

g-watch-r-2

Software

LG G Watch R è uno smartwatch con Android Wear e di conseguenza abbiamo tutte le funzionalità classiche del suddetto sistema operativo. La schermata principale, il quadrante, è interamente personalizzabile e fra i quadranti pre-installati troviamo i classici di Android e alcuni altri aggiunti dal produttore LG anche abbastanza particolari. Abbiamo infatti un quadrante dedicato al fitness dove vengono mostrati i passi effettuati e l’altimetro oppure la bussola e i fusi orari. Non ci sono solamente quadranti “classici” con l’orario, ma anche altri con informazioni aggiuntive che fanno uso delle capacità smart di questo dispositivo.

I comandi vocali sono quelli tipici, quindi una volta pronunciato “Ok Google” potremo ordinare al dispositivo di inviare un SMS oppure di salvare una sveglia o, ancora, di memorizzare un promemoria. È disponibile ovviamente anche la modalità navigatore e la possibilità, fra le applicazioni pre-installate, di utilizzare Play Music e quindi la musica scaricata dallo smartphone e caricata sullo smartwatch da riprodurre su un dispositivo Bluetooth.

Android Wear poi è interamente incentrato sulle notifiche e, quindi, qualsiasi notifica noi riceviamo sullo smartphone comparirà direttamente anche sullo smartwatch con la possibilità, in base all’applicazione che ha generato la notifica, di eseguire determinate azioni, come rispondere nel caso di WhatsApp e Hangout.

Il sistema operativo risulta essere completamente fluido e non presenta particolari lag.

g-watch-r-cinturino

In conclusione

LG G Watch R è sicuramente lo smartwatch migliore ad oggi esistente per quanto concerne batteria e prestazioni. Purtroppo il display risulta essere leggermente inferiore rispetto al principale concorrente ed il design lo rendono invece particolarmente ingombrante; se, però, le dimensioni del prodotto non sono per voi un problema sicuramente non potete sbagliare nell’acquisto.

Il suo prezzo al lancio è di 279 euro, tuttavia non è difficile trovarlo già ad un prezzo nell’intorno dei 239 euro. A questo proposito, potete trovare qui le migliori offerte sul web per LG G Watch R: 499.00 euro da Amazon.it

VOTI

Ergonomia 8.5
Hardware 8.5
Materiali 8.5
Display 8.5
Batteria 6.5
Software 8
Qualità/Prezzo 8
Esperienza utente 8
Voto Finale

8.2