Il successo di LG è legato indissolubilmente alla serie G, è per questo motivo che di anno in anno l’azienda coreana si inventa qualche nuova soluzione per rendere il suo flagship unico. Siamo arrivati alla quinta generazione e il nuovo protagonista si chiama LG G5.

L’abbiamo definito originale ed innovativo, il primo aggettivo lo merita per la doppia fotocamera posteriore con obiettivo super grandangolare, il secondo se l’è guadagnato con la sua struttura modulare che permette la rimozione della batteria e l’aggiunta di componenti, pur mantenendo il corpo in alluminio.

Tutti i dettagli nella nostra recensione di LG G5.

Video recensione di LG G5

Unboxing di LG G5

La confezione di vendita richiama la modularità di LG G5, con un doppio coperchio che si apre sfilandolo dall’alto. E’ comunque abbastanza spartana e giovanile, senza troppi fronzoli. All’interno troviamo un alimentatore da parte con uscita a 2 A che permette di ricaricare G5 in circa 1h25min, è incluso anche il cavetto per scambio dati USB/type-c. Nella confezione per la stampa non sono presenti le cuffie, ma saranno presenti in quella ufficiale.

Hardware & Connettività

LG G5 dispone di un comparto hardware completo, a partire dal processore Qualcomm Snapdragon 820, quad-core con 2 core Kryo basati su Cortex A72  da 2,15 GHz e 2 core Kryo basati su Cortex A72 da 1,6 GHz. La GPU è una Adreno 530 accompagnata da 4 GB di RAM LPDDR4 e 32 GB di memoria interna UFS, espandibile tramite microSD fino a 200 GB.

LG G5 è dotato di sensore di luminosità, prossimità e del sensore di spettro cromatico. Sulla parte posteriore è incastonato un lettore biometrico per le impronte digitali mentre all’interno troviamo un accelerometro, il giroscopio, la bussola ed il barometro. Non mancano un piccolo ma ben visibile led di notifica e la porta ad infrarossi. Lo scambio dati con PC e la ricarica avvengono tramite una porta USB type c reversibile.

La connettività dati arriva allo standard LTE di categoria 9, il modulo WiFi supporta i protocolli a/b/g/n/ac dual band mentre il bluetooth è aggiornato alla versione 4.2. Infine citiamo la presenza della radio fm e del modulo A-GPS/GLONASS.

VEDI ANCHE

LG G5

Prestazioni

Lo Snapdragon 820 si sa far valere in ogni situazione, non abbiamo mai rallentamenti nell’utilizzo di tutti i giorni così come nelle operazioni più stressanti, quali navigazione in internet o gaming. Un aspetto che ci ha colpito positivamente è il controllo della temperatura, sempre su valori accettabili e mai degni di nota. I 4 GB di RAM permettono una agevole fruizione del multitasking e tutte le funzionalità avanzate sono gestite senza problemi.

Parte telefonica e antenne

Sotto il profilo telefonico LG G5 è sempre sicuro ed affidabile, non abbiamo mai riscontrato problemi nella stabilità del segnale o nella continuità dello scambio dati, sono ottime la portata del WiFi e la connessione bluetooth. Senza problemi anche la navigazione GPS.

Ergonomia, Design & Materiali

Le dimensioni di LG G5 (149.4 x 73.9 x 7.7 mm) non sono alla portata di tutti, ma vale la pena fare un piccolo sforzo per portarsi dietro un prodotto che offre una eccellente multimedialità. La scocca è in una speciale lega di alluminio brevettata da LG, mentre il rivestimento è trattato con una vernice particolare che garantisce un buon look senza sacrificare l’ergonomia. Se vi aspettate di incontrare il classico device in alluminio (come Huawei P9Sony Xperia Z5) cambiate obiettivo, perché LG G5 non ha il consueto aspetto premium. Il touch and feel della scocca è a metà tra la plastica e il metallo, ciò comporta lo svantaggio di un estetica non troppo ricercata ma il vantaggio di un grip molto migliore di altri prodotti in alluminio.

La vera particolarità di LG G5 consiste in una porzione removibile, nella fattispecie si tratta della parte bassa dello smartphone, dove sono alloggiati il microfono, la porta usb type-c e lo speaker. E’ quindi possibile sfilare verso il basso tutto il modulo che si porterà dietro anche la batteria. A sua volta quest’ultima è separabile dal modulo a cui è agganciata. Ci troveremo quindi nella situazione di poter sostituire la batteria come in un qualunque altro smartphone dotato di cover removibile, in questo caso però avremo un corpo monoscocca in alluminio.

moduli

Il secondo vantaggio portato dal sistema è che il modulo standard che comprende la porta usb type-c, lo speaker e il microfono, può essere sostituito con moduli aggiuntivi. Questi andranno ad aggiungere funzionalità o caratteristiche particolari. Ad oggi sono stati presentati LG Cam Plus e LG Hi-Fi Plus, rispettivamente un battery grip per aumentare l’ergonomia e l’autonomia per l’utilizzo fotografico e un DAC HiFi che aggiunge qualità audio, dedicato agli audiofili e agli amanti della buona musica.

Display, Audio & Multimedia

Il display di cui è dotato LG G5 è tra i migliori in assoluto sul mercato, si tratta di un pannello con tecnologia LCD IPS da 5,3 pollici di diagonale e risoluzione QHD. I colori sono brillanti e la resa cromatica è assolutamente fedele. Ci hanno stupito i neri profondi anche con angoli di visuale estremi, così come i bianchi particolarmente accesi. La leggibilità sotto il sole è più che buona e il rapporto di contrasto elevato garantisce una perfetta visualizzazione dei testi.  E’ un piacere guardare video o fotografie su questo schermo, capace anche di non stancare la vista nelle ore notturne. Per essere perfetto mancherebbe ancora un accorgimento software per limitare le emissioni di luce blu nelle ore serali.

Il comparto audio è decisamente buono, lo speaker mono è potente e profondo, si riesce a sentire bene il nostro interlocutore anche in vivavoce e le occasionali riproduzioni musicali offrono comunque una buona esperienza sonora.

Fotocamera

Il comparto fotografico di LG G5 si compone di un sensore in 16:9 da 16 mega pixel, con lenti stabilizzate F/1.8 e di un sensore da 8 mega pixel con lente grandangolare F/2.4 e angolo di visuale di 135 gradi. Sulla parte anteriore abbiamo anche una fotocamera da 8 megapixel ed apertura F/2.0. Le fotografie che si riescono ad ottenere sono di alta qualità in ogni condizione di luce. Ci hanno stupito particolarmente le macro, ma i panorami e le foto in notturna non sono da meno. Le possibilità offerte dalla seconda fotocamera grandangolare aprono la strada a divertenti esperimenti fotografici e ci siamo trovati molto spesso a scattare foto che normalmente non avremmo pensato di realizzare. In notturna G5 è capace di catturare molta luce e di gestire ottimamente il bilanciamento del bianco e il rumore digitale. Il sistema è dotato di flash led, autofocus laser e sensore di spettro cromatico, grazie a questo hardware G5 vi accompagnerà senza esitazione in ogni situazione di scatto.

L’interfaccia dell’app fotografica è semplice e intuitiva, possiamo all’occorrenza scattare in modalità “pro”, con ISO, fuoco, tempi di scatto e WB regolabili manualmente. Purtroppo manca la possibilità di scegliere una risoluzione diversa dalla massima disponibile per il formato 4:3, 16:9 o 1:1. Non mancano i soliti filtri live e alcune modalità di scatto combinato che sfruttano la presenza di due fotocamere.

In video ribadiamo la qualità già apprezzata nella modalità foto, la stabilizzazione ottica è efficace nel 4K (UHD è la risoluzione massima), mentre registrando in FullHD possiamo fruttare la modalità steady, che combina stabilizzazione ottica e digitale per un risultato di alto livello. Un vero peccato che non siano stati mantenuti i controlli manuali in modalità video, che tanto abbiamo apprezzato su LG V10.

Test video 4K

Test video FullHD

Batteria & Autonomia

L’autonomia di LG G5 non ci ha soddisfatto completamente, i 2800 mAh di cui è equipaggiato non permettono di arrivare a sera senza pensieri, ma ci obbligano a prestare attenzione ai consumi o ad attivare la modalità di risparmio energetico verso sera. In termini numerici si riescono a coprire circa 3h30minuti di display acceso con un utilizzo medio, il risultato scenderà se faremo molte foto o video, idem con prolungate sessioni di gaming.

Bisogna ricordare che la batteria è removibile, per cui con 49€ potrete dotarvi di batteria aggiuntiva con dock per la ricarica indipendente.

Software

Su LG G5 troviamo Android 6.0.1 Marshmallow con personalizzazione LG UX. Per l’occasione il software è stato snellito, semplificato e reso più gradevole esteticamente rispetto al passato. Le funzionalità avanzate sono state mantenute ad esclusione del multiwindows, forse già in ottica Android N, nel quale la funzionalità sarà già integrata nel codice base.

La suite di applicazioni preinstallate non è invasiva, ed anzi, ogni programma è ben curato e utile nelle normali operazioni quotidiane. In particolare ci è piaciuto Quick Memo +, un tool completissimo per prendere note, promemoria, foto, screenshot e tutto ciò che potrebbe servirci in ambito lavorativo e non. Anche Qslide e Capture+ sono state mantenute, l’attivazione della prima è stata spostata dalla tendina delle notifiche alla navigation bar, una scelta azzeccata che permette di avviare alcune app in finestre fluttuanti e ridimensionabili con comodità.

All’interno del menù potremo attivare gli Smart Settings, ovvero profili di impostazioni che si attiveranno automaticamente in base ad alcuni criteri, per esempio al nostro rientro in casa potremo fare in modo di attivare automaticamente il WiFi e nel contempo spegnere la geolocalizzazione e ripristinare la modalità audio dal silenzioso.
Sempre nei settings è disponibile l’attivazione di always on display, una funzione molto simile a quella vista su Samsung Galaxy S7 che permette di mantenere il display sempre accesso, mostrando l’orologio oppure la nostra firma ed eventuali icone relative alle notifiche in entrata. Questa funzione non ci ha convinto per nulla, il display risulta retroilluminato in maniera molto flebile, quindi quasi invisibile durante il giorno, nel contemo diventa fastidiosa nelle ore notturne, poichè nonostante la retroilluminazione sia confinata ad un’area specifica, l’alone luminoso si va ad estendere nel resto del display rendendolo grigio e illuminato.

In conclusione

LG G5 è un prodotto innovativo ed originale. In generale si tratta di uno smartphone completo sotto ogni punto di vista, con alcune eccellenze quali il display e comparto fotografico. Ci è piaciuta la LG UX, finalmente snellita e più gradevole a livello estetico, non deludono anche le prestazioni garantite dall’ottimo Qualcomm Snapdragon 820 e dal resto dei componenti di altissimo livello.

Gli aspetti in ombra sono da ricercare nell’autonomia poco soddisfacente e in una qualità dei materiali e delle rifiniture migliorabile. Rispetto ai principali competitor si propone come una soluzione tecnica diversa dal solito e con grandi potenzialità ma il prezzo dell’innovazione si paga nei piccoli ma fondamentali dettagli costruttivi non all’altezza delle nostre aspettative.

LG G5 sarà disponibile nei prossimi giorni ad un prezzo consigliato di 699€, basterà registrarsi sul sito ufficiale per ottenere in regalo il modulo LG Cam Plus.

Pagella

9.6
Display
8.5
Ergonomia
9.9
Hardware
9.3
Software
7.4
Batteria
9.7
Fotocamera
8.0
Qualità/prezzo
8.0
Materiali
8.3
Audio
9.5
Esperienza Utente
8.8