La corte tedesca conferma l’ingiunzione di Apple contro Samsung

Ad inizio agosto, Apple aveva chiesto ed ottenuto un’ingiunzione preliminare contro la distribuzione e la pubblicizzazione del Samsung Galaxy Tab 10.1 nel territorio europeo, giovandosi in questo del fatto che il la corte distrettuale di Düsseldorf sembra essere particolarmente favorevole ai detentori dei brevetti. In seguito, la portata del provvedimento è stata ridimensionata in base al dubbio di liceità che una decisione di un tribunale tedesco su un’azienda coreana possa essere valida in tutta Europa.

Una nuova decisione in merito ad un ricorso di Samsung era attesa nella giornata di ieri, ed è notizia recente che la stessa corte tedesca abbia confermato l’ingiunzione preliminare contro Samsung, a quanto pare riferendola genericamente al prodotto “Galaxy Tab” e quindi includendo anche la versione da 7.7 pollici. Questo potrebbe spiegare la decisione di Samsung di ritirare il prodotto dalla fiera dell’IFA di Berlino, sostituendolo col più innovativo Galaxy Note.

L’ingiunzione, in ogni caso, rimane quel che era fino a ieri: sempre di carattere preliminare e di validità unicamente tedesca. Samsung si potrà ora appellare all’Alta Corte Regionale per poter invalidare l’ingiunzione, cosa che potrebbe avvenire in tempi giudiziari brevi, ma questo non impedirà che si arrivi alla fine ad un processo regolare alla fine del quale si deciderà se l’ingiunzione diventerà permanente o verrà annullata.

Parallelamente in Europa, Apple sta conducendo sempre contro Samsung una causa in Olanda sempre per ragioni di design, cosa che ha già prodotto alcuni risultati. Tuttavia, questi risultati non riguardano il design dei dispositivi, ma unicamente il modo di passare da un’immagine all’altra nella visualizzazione delle immagini nella galleria (prima che vi ricordi di che metodo è stato contestato, vi chiederei: quel è il metodo che considerate più ovvio e naturale per passare da un’immagine all’altra con un touchscreen?). Come mai questa differenza?

Per scendere più nel dettaglio, l’ingiunzione del tribunale di Düsseldorf si basa sull’esame dei cosiddetti community design, cioè dei documenti visuali che illustrino il particolare design di un dispositivo, che hanno una sostanziale validità di brevetto nell’Unione Europea. I community design, però, a differenza dei brevetti non vengono sottoposti ad alcuna revisione di validità, e pertanto il solo fatto di averli depositati porta subito un indubbio vantaggio al designer. Ad aggiungere difetto a difetto, i community design potrebbero essere delle foto del dispositivo, che lo definirebbe in maniera precisa ed inequivocabile, ma anche dei semplici schizzi che possono comprendere una grande varietà di design. Potete immaginare che tipo di immagini avrà usato Apple? Senza andare troppo lontano, eccole:

I community design di Apple per iPad

La validità riguarda genericamente i “computer portatili” (com’è menzionato esplicitamente nel documento), e potete già immaginare che questo tipo di schizzi potrebbero permettere ad Apple di bloccare praticamente qualsiasi tipo di tablet nel territorio europeo. E sicuramente Samsung ha prestato molto il fianco a questo tipo di attacchi da parte di Apple, al limite del provocatorio (ricordo che l'”ispirazione” da Apple è presente anche in altre caratteristiche del Galaxy Tab, come lo spinotto di collegamento e la “smart cover”). La differenza tra la corte tedesca e quella olandese può dipendere da una diversa interpretazione dei community design di Apple.

I community design hanno lo scopo di difendere i creatori di design, ed il fatto che non vengano sottoposti a revisione era un’idea che permetteva di tagliare al minimo i tempi burocratici di approvazione. Un’idea stupida, direi, dato che si è prestata molto in fretta ad abusi: le grosse aziende si sono subito potute permettere grandi volumi di community design (la registrazione costa monetariamente), e di fatto si mettono al riparo da qualsiasi attacco dalle piccole aziende che se ne possono permettere giusto un paio, perché grazie alla genericità dei community design potrebbero minacciare di contro-denuncia, semplicemente andando a ricercare uno dei tanti schizzi presenti nel proprio portfolio.

Condividi l'articolo sui Social!

Gentile utente, i commenti sono aperti a chiunque voglia esporre la propria opinione.
Ti preghiamo tuttavia di usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato; in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Pingback: Samsung vs Apple: Galaxy Tab 10.1 bocciato, 10.1N promosso - Tutto Android()

  • Pingback: Samsung vs Apple: corte tedesca approva il nuovo Galaxy Tab 10.1 - Tutto Android()

  • Pingback: Samsung vs Apple: Galaxy Tab 10.1 is back! - Tutto Android()

  • http://www.writersdream.org Ayame

    Scusate, eh. Apple fa causa a Samsung perché quest'ultima ha OSATO creare un tablet che è rettangolare e piatto come l'iPad? Accidenti! Mi domando come mai il mondo non sia pieno di cause di produttori che si denunciano a vicenda per aver creato pc con un desktop a forma di desktop, portatili che si aprono a conchiglia, televisioni rettangolari e piatte. Ah, non dimentichiamoci degli armadi a forma di armadio.
    La verità è che ad Apple brucia terribilmente il sedere, ecco cosa c'è: si sente minacciata e cerca di correre ai ripari a suon di avvocati.

  • Marcio

    Tutto questo bel meccanismo è accuratamente studiato e collaudato per evitare che i pesci grossi scoppino come bolle di sapone. Ma l'umanità ha davvero bisogno di questi colossi o vivremo più felici e più ricchi se ci fossero 1 milione di produttori come apple (o samsung) nella sola Italia?

  • ile

    Alla fine tutti i tablet e smartphone si assomigliano.

  • http://www.facebook.com/profile.php?id=100000573587346 Carlo Rocca

    Ho letto l'intero articolo e la mia impressione è che l'autore si sia sbilanciato un po' troppo. Primo perché per stabilire chi dei due ha ragione e chi ha torto bisognerebbe avere una laurea in legge Tedesca dal momento che l'ingiunzione preliminare è stata stabilita in Germania. Poi per poter decidere chi ha torto o ragione bisogna avere in mano tutti i documenti della Apple e conoscerli bene, e non semplicemente un disegno, che accusano Samsung di violazione di brevetti, cosa che ritengo assai improbabile che l'autore dell'articolo e chiunque in questa discussione, compreso il sottoscritto, conosca e abbia in possesso. Per farla breve, su quali basi si ritiene che la Apple abbia torto? Sulla simpatia? Sul brevetto del solo disegno? Sul fatto che la Apple ha brevettato il modo di scorrere le foto? Di sicuro c'è molto altro ma c'è anche da dire che la tecnologia, oggi, si muove a forza di brevetti e che tutto viene brevettato per impedire agli altri di usarli per cui non dovremmo meravigliarci più di tanto se anche lo scorrimento delle foto possa essere uno dei motivi della disputa. Se tutto non ruotasse sui brevetti vi chiedo perchè Google, secondo voi, ha comprato Motorola dal momento che non è neanche il più grande produttore di telefoni come ad esempio lo è stato Nokia? Solo per avere i brevetti. Inotre far passare la Apple come il mostro di turno mentre Samsung "poveretta" passa per la vittima mi sembra parecchio esagerato. Come se Google, Samsung, LG, Apple, HTC ecc… non cercassero tutti la stessa cosa: piazzare i propri prodotti prima e meglio degli altri proteggendosi e avvalendosi dei loro brevetti. Che ci piaccia o meno tutto sulla tecnologia si gioca brevettando anche una piegatura di un foglio di carta e questo vale per tutte le grandi aziende che operano al livello mondiale. Concludendo, se si ha un minimo di onestà intellettuale, bisogna pur ammettere che tra tutte le aziende Samsung è quella che ha spudoratamente copiato di più i prodotti Apple e non solo i prodotti ma anche le confezioni per cui o prima o dopo uno scontro c'era anche da aspettarselo anche se ne ignoriamo la portata. Di certo non fa piacere a nessuna azienda vedersi sottratta un'idea o copiata in parte anche solo come design, dopo aver pagato grafici e ingegneri per realizzari prodotti all'avanguardia. Così come non fa piacere a nessuna azienda essere citata per violazione di brevetti quando ciò non è vero. Prima di esprimere giudizi definitivi pertanto e "tacciare" un'azienda come buona e l'altra come cattiva, piazzando l'articolo in prima pagina, mi riferisco all'autore, suggerisco di aspettare la sentenza dei giudici di competenza altrimenti si tratta solo di opinioni personali che purtroppo in un sito di questa portata hanno anche valore legale dal momento che possono influenzare l'opinione pubblica e mettere in cattiva luce un'azienda. In bocca al lupo e complimenti per tutte le news che ci fate avere sul mondo di Android.

    • MaxArt

      Veramente non mi pare di aver scritto da nessuna parte che Apple sia un "mostro" o che sia "cattiva". Ho altresì criticato in maniera palese Samsung, in un articolo che ho linkato qui stesso ma che riporto: http://www.tuttoandroid.net/samsung/apple-blocca-
      Non ho neppure scritto che Apple, in base alle normative, abbia torto. Anzi, ho scritto esplicitamente che si dovrà attendere la fine del processo per sapere l'esito.

      Per il resto, quel che so io è più o meno quello che sanno tutti gli altri blogger che hanno riportato la notizia in maniera simile. Di fatto, la questione verte sui community design, e questo è un punto fermo. Purtroppo non esiste un equivalente di Groklaw per l'Europa, per cui sono pochi gli articoli che riescono veramente a riassumere dal legalese il succo della questione, ma per uno spunto ti consiglio l'articolo di Florian Mueller, che di questioni legali riguardo i brevetti ha una vasta esperienza, ed in più è tedesco (in ogni caso la legislazione vigente è europea, non tedesca in particolare): http://fosspatents.blogspot.com/2011/09/apple-win
      Anche lui concorda sul fatto che "the asserted Community design has a rather broad scope" e conclude che "other OEMs will be careful about releasing tablet computers in the German market at this stage".
      Insomma, un danno non solo per Samsung, perché altri produttori si possono trovare paralizzati; ma alla fine sono i consumatori tedeschi ad avere la peggio.

      Certo, il mondo sta vertendo intorno ai brevetti. Questo ovviamente non vuol dire che ci piaccia. Queste sono ovviamente opinioni, ma prima di sventolare fantasmi legali del tutto fuori luogo, caro Carlo, dovresti prendere in considerazione il fatto che questo è un Paese dove viene garantita la libertà di espressione, e finché non c'è diffamazione o violazione di segreti (e non mi pare proprio che sia questo il caos), siamo liberi di esprimerci.
      Che questo influenzi l'opinione altrui oppure no.

  • Guest

    A me è bastato vedere questo per togliermi ogni dubbio: http://maypalo.com/wp-content/uploads/2011/08/Sam

    • MaxArt

      Il mero accostamento delle immagini, dovrai riconoscere, fornisce solo un quadro parziale della situazione. È pure vero che tanti telefoni ora assomigliano all'iPhone, ma è anche vero che non si può distinguere precisamente ciò che è stato copiato e cosa è conseguenza della semplice evoluzione tecnologica. Del resto, sappiamo che non è stato l'iPhone il primo telefono full-touch con display capacitivo, ma il Prada di LG.

      Da quel momento, tutti si sono portati su un modello che è stato reso vincente, inutile negarlo, da Apple. Sonè solo Samsung, ma anche LG, HTC, Acer… e pure Blackberry si è messa a fare telefoni full-touch.

      In particolare, il design dei tablet di Samsung si è fortemente evoluto grazie soprattutto ai componenti più piccoli ed efficienti che sono stati sviluppati negli ultimi anni. Purtroppo non possiamo fare un confronto con i prodotti di Apple prima del 2007, perché… non esistono.

      • tesla

        Notare però che HTC e Acer, ad esempio, si sono contraddistinte con ottimi design completamente diversi da iphone (vedi desire e liquid). all'elenco si può aggiungere anche sony con i suoi experia.

        insomma, prove viventi che un design bello e diverso è possibile. bisogna solo volerlo fare.

  • Ospite

    la gente che copia … deve morire…

    • http://twitter.com/GnuFabio @GnuFabio

      Hai appena "utilizzato" (copiando) il nome Ospite. Devi morire?

  • Luca

    "Insomma, Apple può fare quante cause vuole, ma sarà poi il giudice a decidere. L’idea di Apple mostro cattivo che blocca lo sviluppo (quale sviluppo poi?) qui non regge proprio."

    Regge benone perchè se si guardano i disegni portati da Apple non compare nemmeno lontanamente il bottone fisico dell'ipad nè tantomeno gli spinotti vari, le casse ecc ecc. Eppure c'è scritto che il prodotto deve essere giudicato secondo tutto quello che risulta visibile durante un normale utilizzo.
    "Where a design forms part of a more complex product, the novelty and individual character of the design are judged on the part of the design which is visible during normal use.”
    E' come dire che tutto quello che ha la forma rettangolare ed ha uno schermo è riconducibile all' Ipad. Volendo esagerare anche le cornici per le fotografie elettroniche rientrerebbero nella categoria!
    Se tutto questo non è una cagata pazzesca, allora io esco di casa e vado a registrare un disegno di una macchina vista di profilo, con i fanali posteriori, le ruote, gli sportelli, specchietti finestrini fanali anteriori ed ho il conseguente potere di imporre la mia volontà su tutto quello che ha una forma simile. Anzi, che stupido che sono! Non devo nemmeno mettere la forma dei fanali, vetri, specchietti ecc perchè tanto se il disegno portato da Apple regge nella causa, non ho nemmeno bisogno di metterci i particolari.

    • tesla

      @luca: hai sicuramente capito come funziona il sistema. ti consiglio vivamente di uscire di casa e brevettare il design dell’auto. farai sicuramente un sacco di soldi.

      poi facci sapere com'è andata eh?

  • tesla

    Tra l'altro questi community design non sembrano poi così stupidi come potrebbe far intendere l'articolo.

    Riporto infatti dall'articolo di wikipedia linkato:

    "Designs may be protected if:
    ▪they are novel, that is if no identical design has been made available to the public;
    ▪they have individual character, that is the "informed user" would find it different from other designs which are available to the public. Where a design forms part of a more complex product, the novelty and individual character of the design are judged on the part of the design which is visible during normal use.”

    Molto interessante il secondo punto in cui si fa riferimento a un “informed user”, quindi non all’osservatore casuale che passa di sfuggita davanti a una vetrina.

    Questo vuol dire semplicemente che per quanti design si siano registrati a questa maniera la sola registrazione non basta a essere tutelati, ma bisogna dimostrare che “un UTENTE INFORMATO lo troverebbe diverso dagli altri design disponibili al pubblico”.
    Come per qualsiasi altro brevetto, quindi, un conto è fare causa, un altro è vincerla (e il caso olandese lo dimostra).

    Insomma, Apple può fare quante cause vuole, ma sarà poi il giudice a decidere. L’idea di Apple mostro cattivo che blocca lo sviluppo (quale sviluppo poi?) qui non regge proprio.

    • http://twitter.com/GnuFabio @GnuFabio

      Non è la prima volta che quel design compare. Era comparso in 2001 odissea nello spazio, e gli ebook reader avevano una forma simile.

    • MaxArt

      Bada che l'ingiunzione preliminare la promulga lo stesso giudice del processo, mica gli avvocati di Apple…
      Generalmente un'ingiunzione preliminare viene stabilita se la corte riconosce evidenti possibilità al richiedente di vincere la susseguente causa. Evidentemente così la pensano in Germania.

      Apple in questo caso non blocca lo sviluppo ma la concorrenza (quella dello sviluppo l'hai tirata fuori solo tu, ma in altri casi Apple blocca proprio lo sviluppo). È vero che, qualora perdesse, dovrebbe risarcire i danni a Samsung, ma è anche vero che per stabilire l'entità dei danni – cosa per nulla facile – ci si dovrà di nuovo perdere in altre udienze. Nel frattempo, Samsung si sta perdendo il mercato dei tablet in Germania.

      Anche noi che ci possiamo ritenere "utenti informati" abbiamo difficoltà a distinguere un preciso tablet in base a quei disegni – anzi, forse escluderemmo proprio l'iPad per l'assenza del bottone. La corte tedesca pensa invece che questo sia sufficiente, e non è un caso che ben metà delle cause di infrazione di brevetti in Europa prendano sede proprio a Dusseldorf, che a quanto pare ha la stessa fama della corte dell'Est Texas riguardo alle cause di brevetto.
      È proprio grazie all'esistenza di queste corti che sono possibili gli abusi ai sistemi di protezione delle proprietà intellettuali.

      • tesla

        @maxart:
        “Bada che l'ingiunzione preliminare la promulga lo stesso giudice del processo, mica gli avvocati di Apple”
        appunto, come ho già detto sopra. e si vede, dico io eh, ma sicuramente non può essere vero (giammai povera samsung!) che se il giudice tedesco la pensa in quel modo qualche ragione ce l’ha. però capisco che per alcuni sia più facile pensare che il giudice sia corrotto, stupido etc.

        “Apple in questo caso non blocca lo sviluppo ma la concorrenza”
        no. è il giudice che emette l’ingiunzione preliminare in quanto ritiene ci siano motivazioni sensate.
        apple cerca di tutelare se stessa secondo la legge.

        “Anche noi che ci possiamo ritenere "utenti informati" abbiamo difficoltà a distinguere un preciso tablet in base a quei disegni – anzi, forse escluderemmo proprio l'iPad per l'assenza del bottone.”
        come ho cercato di spiegarti sopra, quei disegni in verità stabiliscono molto poco e forniscono solo la giustificazione iniziale per fare causa. danno infatti un’idea di design ma il confronto viene fatto poi su modelli più reali. che infatti sono stati presentati alla corte dalle stesse parti in causa.
        da quello che scrivi però si potrebbe intendere che la decisione del giudice sia basata unicamente sugli schizzi, cosa appunto non vera. in questo modo si rischia di disinformare il lettore, non di informarlo.

        • MaxArt

          Non ho espresso nessuna opinione sui giudici tedeschi. Certamente non ho detto che siano stupidi o corrotti, né tantomeno mi pare di averlo insinuato. Ho solo riportato come la corte di Dusseldorf abbia tradizionalmente una politica favorevole ai detentori di diritti.
          Che questa politica sia giusta o sbagliata è opinabile, ma è certo che il tribunale di Dusseldorf rappresenta una caso più o meno unico in Europa, il che può aiutare a farsi un'idea.

          Apple comunque si giova di questo fatto, e anche se, sulla carta, si può dire che cerchi solo di tutelarsi in base alle leggi europee, noi che siamo in grado di leggere tra le righe possiamo vedere un chiaro intento nelle azioni di Apple. C'è poco da girarci intorno: il Galaxy Tab assomiglia all'iPad non più di tanti altri tablet usciti nel frattempo, ma Apple colpisce Samsung perché è la rivale più pericolosa nell'ambito mobile.

          Nel caso di Apple c'è solo da rimanere impressionati dal modo aggressivo in cui usa i suoi brevetti per fare terra bruciata intorno ai suoi affari. Di recente, ha confermato l'intenzione di proseguire con questa causa: http://www.techdirt.com/articles/20091005/0028486
          Seriously, WTF?

          L'ultimo punto che porti rasenta l'assurdo: secondo te il tribunale, con l'ingiunzione preliminare, avrebbe voluto difendere la proprietà intellettuale di Apple sulla base di… nulla di legalmente probante? No, caro: senza quel community design Apple non avrebbe potuto nemmeno intentare la causa, che avesse prodotto l'iPad oppure no.
          Il casus belli è il community design, non l'iPad.

          • tesla

            "Certamente non ho detto che siano stupidi o corrotti, né tantomeno mi pare di averlo insinuato"
            non mi riferivo a te ma a un commento di un altro utente. è proprio il primo, credo tu l'abbia letto.

            "Apple colpisce Samsung perché è la rivale più pericolosa nell'ambito mobile"
            ovviamente. lo trovi scandaloso o strano dato il volume di affari in gioco e la grandezza delle due imprese?
            però mi spiegheresti quale aiuto dovrebbe dare questa osservazione a rispondere alla domanda: "samsung ha copiato?"? che poi è la riposta che deve dare il giudice.

            "secondo te il tribunale, con l'ingiunzione preliminare, avrebbe voluto difendere la proprietà intellettuale di Apple sulla base di… nulla di legalmente probante?"
            carissimo, secondo me no. e infatti non ho mai scritto una cosa del genere. ti invito a rileggere meglio.
            altrimenti, ripeto, rischi di disinformare il lettore poco accorto.

          • MaxArt

            Quel che trovo scandaloso è che ci sia una legislazione che permette questi abusi. Puoi sostenere Apple o Samsung, ma quel che è certo è che non sono solo le aziende ma i consumatori, in ultimo, a ricevere un danno.
            Che Samsung abbia tratto ispirazione dal lavoro di Apple credo sia fuori questione per chiunque; quel che trovo improbabile è che Apple, alla fine della fiera, ne abbia ricevuto un qualunque danno.

            Infine: hai scritto che il community design è "solo la giustificazione iniziale per fare causa". È ben più di questo: è proprio il nocciolo della questione. Che Apple abbia prodotto l'iPad *oppure no*, il community design garantisce solo ad Apple di usare quel design.

          • tesla

            "Quel che trovo scandaloso è che ci sia una legislazione che permette questi abusi."
            che sia un abuso lo pensi tu. infatti io non ho ancora capito quali sono le tue argomentazioni stringenti per definirlo tale.

            "Infine: hai scritto che il community design è "solo la giustificazione iniziale per fare causa". È ben più di questo: è proprio il nocciolo della questione. Che Apple abbia prodotto l'iPad *oppure no*, il community design garantisce solo ad Apple di usare quel design."
            no. ed è proprio questo che continui a non capire. il giudice non confronta solamente gli schizzi che hai postato tu con un galaxy tab.
            quegli schizzi sono il mero strumento giuridico che permette di intraprendere la causa, ma poi le decisioni (compresa quella di confermare l'ingiunzione) si basano su confronti più accurati. le parti infatti devono fornire PROVE (progetti e quant'altro) che confermino o smentiscano le accuse.

            d'altra parte, se fosse come pensi tu, la sentenza in olanda sarebbe stata ben diversa, in quanto avrebbero dovuto necessariamente accogliere tutte le richieste di apple. ma così non è stato.

          • MaxArt

            Non è stato perché la questione è soggetta all'interpretazione del giudice e a quel limite che stabilisce fino a che punto un "utente informato" riterrebbe differente il design. Ecco perché in Olanda le cose sono andate diversamente, mica per altro.

            I progetti qui non c'entrano nulla, è il *design* che viene protetto, e sarebbe protetto a prescindere dell'esistenza dell'iPad (che comunque sarebbe dovuto uscire, se non erro, entro un paio d'anni dalla deposizione del community design, pena il decadimento dello stesso).

            Posso riportare il fatto che il giudice non ha nemmeno guardato l'iPad, ma si è invece focalizzato sul community design: http://www.bloomberg.com/news/2011-09-09/apple-wi
            "The court didn’t compare the Galaxy tablet with the actual iPad and instead focused on a design Apple filed". E queste sono parole testuali del giudice: "The crucial issue was whether the Galaxy tablet looked like the drawings registered as a design right". Ti basta?

            Ora, o tu riporti qualche articolo dove si menziona esplicitamente che nel giudizio sono stati influenti "progetti e quant'altro", oppure ti devo chiedere di smettere di fare disinformazione.

          • tesla

            eccoteli.
            http://www.saggiamente.com/blog/2011/08/16/apple-
            http://webwereld.nl/nieuws/107599/apple-levert-on

            ti faccio notare che quello che è importante di questi articoli non è tanto il fatto che la notizia sia vera o falsa, ma il fatto che apple ha dovuto fornire altri disegni e illustrazioni oltre al community design.
            cosa che ovviamente non sarebbe stata necessaria se fosse come stai cercando di affermare.

          • MaxArt

            Un conto è aver fornito documenti, un conto è che siano stati presi in considerazione.
            Non è così.
            Il mio punto rimane.

          • tesla

            ahah come vuoi, più che mostrarti le evidenze non posso fare.
            spero solo che gli altri utenti capiscano che non è come dici tu.
            comunque per i futuri articoli ti consiglio di capire meglio le informazioni che riporti da altri blog, altrimenti si rischia la mistificazione come in questo caso.

          • MaxArt

            Io ho riportato le parole del giudice, penso che adesso sia per tutti più facile capire come stiano effettivamente le cose. Sono piuttosto sicuro di ciò che ho affermato.
            Non cercare di avere sempre l'ultima parola, anche perché mi sembra brutto che l'articolo salga così tanto nella classifica dei più commentati solo perché devo replicare alle tue inesattezze.

          • tesla

            beh l'ultima parola mi sembra che sia tu che stai cercando di averla tu nonostante tutto.

            comunque non dubito che tu sia sicuro di quello che affermi. ovviamente questo non rende più esatti i tuoi errori, mi pare logico.
            tu hai riportato una frasetta riportata a sua volta da un blog. frasetta che peraltro non esclude quello che sto dicendo io. infatti essa rappresenta solo la sintesi di un intero procedimento (quello per decidere l'ingiunzione). un procedimento che appunto non esclude quello che ho detto io. ma probabilmente apple ha presentato i disegni solo perché non aveva niente da fare e samsung ha risposto a quei disegni per lo stesso motivo. e il giudice non ha voluto nemmeno vederli! tanto qui si sta decidendo di bruscolini, non serve prendere in esame tutti gli elementi disponibili.

            insomma, io capisco che ti fa più comodo credere quello che hai scritto perché altrimenti tutte le tue opinioni indignate su questo sistema brevettuale cadrebbero, però ci sono anche le evidenze e il buonsenso da tenere in considerazione.

          • MaxArt

            Un "blog"? Ma hai visto da dove l'ho preso?
            È la testata giornalistica online della Bloomberg, e le frasi sono state riportate da un'inviato da Dusseldorf.
            Sono poche le fonti che posso considerare più attendibili spulciando nella rete.
            Ma veramente devo aggiundere altro?
            Per me basta così, ho giustificato ben oltre il comunemente accettabile le mie fonti e le mie conclusioni, che peraltro non sono diverse da quelli di altri siti di news, anche non legati ad Android.

            Edit: Forse non sono stato abbastanza chiaro: quando dico “basta così” vale anche per te. Non ti approvo altri commenti che continuino questa discussione, non è giusto inquinare ulteriormente questo spazio.

          • Tuttoandroid

            MaxArt ha usato come fonte il Bloomberg e non un blog inglese qualunque, questo dice tutto.

            Tuttavia mi sembra inutile continuare ad oltranza questa conversazione dato che si tratta di due "opinioni diverse".

            😉 altri commenti futili verranno cancellati.

  • http://twitter.com/GnuFabio @GnuFabio

    Bell'articolo, molto chiaro ed esplicativo. È una vergogna quella che affligge questo mondo…spero che le sentenze vengano ribaltate. Non è giusto limitare così la scelta dei consumatori, mi sorprende che i giudici abbiano emesso una sentenza così. Probabilmente ci sono giri di mazzette dietro tutta sta storia.

    • tesla

      secondo me sono anche giudici comunisti.

      ma d'altra parte lo sappiamo, i giudici sono obiettivi solo quando emettono le sentenze che ci fanno piacere.