Questo sito contribuisce alla audience di

Lenovo vuole rilanciare il brand ZUK, intanto le cuffie LIVE di Meizu potrebbero essere molto costose

Lenovo negli ultimi tempi si è concentrata principalmente sulla produzione e promozione dei propri laptop. Tuttavia, nel non troppo lontano 2015, il colosso asiatico aveva deciso di entrare nel mercato degli smartphone col brand ZUK. Al nome del giovane brand si sono legati alcuni modelli davvero molto validi e gli acquirenti ne ha subito apprezzato i numerosi pregi. Tuttavia le vendite si rivelarono molto deludenti, soprattutto nel confronto con altri brand. Per dire, nel Q3 2017 le perdite di Lenovo riferite al settore mobile in Cina hanno raggiunto i 261 milioni di dollari. ZUK sembrava ormai destinata a sparire.

ZUK: strategia per la rinascita

Erano state pianificate alcune strategie per la resurrezione del marchio ZUK, ma per svariate ragioni nessuna di esse è stata messa in atto. In questo senso, la giornata odierna ha segnato una piccola importante svolta. La società ha, infatti, reso noto di avere intenzioni serie a proposito del brand di telefonia mobile ZUK. Lenovo è decisa a donargli nuova vita nel prossimo futuro.

Quest’oggi è stato reso noto che il VP del gruppo Lenovo, Chang Cheng, è stato trasferito alla MBG (Mobile Business Group) in Cina. Sarà responsabile dell’organizzazione della produzione, della ricerca e del lavoro di sviluppo dei prodotti Lenovo e Motorola nel paese. In aggiunta a questo, Cheng diventa responsabile del software mobile e dello sviluppo dell’ecosistema in Cina.

Si tratta di una notizia ottima per coloro che apprezzano gli smartphone del brand Lenovo ZUK. Come sicuramente ricorderete, la progettazione di prodotti di questa linea era stata abbandonata. L’ultimo modello era stato l’ottimo ZUK Z2. Erano già circolati rumor in base ai quali pareva che l’azienda fosse al lavoro sulla successiva generazione e che il presunto Lenovo ZUK Z3 fosse quasi prossimo al lancio. Sembra piuttosto ragionevole aspettarsi l’arrivo di un nuovo modello a marchio ZUK, anche perché il supporto al sistema ZUI non è mai stato interrotto. L’azienda sta continuando a lavorarci anche in questo momento.

Per adesso, il produttore vuole non solo rafforzare il ramo “Ricerca e Sviluppo” (R&D) in Cina, ma anche continuare a creare smartphone con un design accattivante. In realtà, in questo momento il mercato degli smartphone sembra praticamente saturo, ci sono fin troppi produttori. Tuttavia, puntando sulla popolarità del marchio e sull’esperienza nel settore, Lenovo ha tutte le carte in regola per far risorgere il brand ZUK.

Meizu LIVE

Di recente Meizu ha parlato dell’arrivo di un nuovo modello di cuffie che dovrebbero chiamarsi Meizu LIVE. Il nuovo headset apparentemente si identifica con quello a marchio mBlu oggetto di numerosi leak circolati in rete negli ultimi tempi. A dispetto di tutti i leak riguardanti le Meizu LIVE, in realtà si conosce molto poco di quelle che saranno le feature di queste nuove cuffie.

In un nuovo sviluppo, un paio di dettagli a proposito del nuovo headset di Meizu sono finalmente emersi. Tutto per gentile concessione di un leakster cinese su Twitter.

Il nuovo leak arriva sotto forma di uno screenshot di una presentazione PowerPoint (PPT). Quest’ultima contiene quella che dovrebbe essere una foto reale delle Meizu LIVE, insieme al prezzo ed alla data in cui verranno presentate dal produttore cinese. Dalla foto si evince che queste nuove cuffie auricolari dovrebbero essere dotate di Quad High-Definition MicroDrivers.

Prezzo e data di presentazione

Apparentemente le Meizu LIVE avrebbero molto in comune con le costose e potenti cuffie SE846 Sound Isolating di Shure. Inoltre, la presentazione riporta un presunto prezzo di listino, fissato verosimilmente a 2.888 Yuan ( circa 370 euro). Una differenza abissale rispetto alle Shure SE846 oggetto di comparazione, le quali hanno un prezzo di listino che si aggira intorno ai 6.000 Yuan, vale a dire circa 768 euro. Pertanto le nuove cuffie di Meizu sarebbero molto economiche nell’ambito del confronto, ma comunque decisamente rispetto agli standard abituali.

Gli auricolari di Shure sono dotati di un innovativo filtro passa-basso, che offre una nitidezza notevole della gamma alta e performance con le basse frequenze senza paragoni. Le cuffie di Meizu, in teoria, dovrebbero avvicinarsi a quel livello. Il design trasparente scelto dal produttore cinese è simile a quello delle Shure SE846, che è in attesa di brevetto in ragione dell’innovativo filtro passa-basso.

Non è dato sapere se la tecnologia usata da Meizu con le sue LIVE sarà in qualche modo paragonabile a quella di Shure. Comunque, stando alla presentazione PowerPoint, i nuovi auricolari dovrebbero essere presentati il prossimo 17 gennaio insieme al nuovo smartphone Meizu M6S.

Infine, come al solito, vi invitiamo a prendere queste informazioni per quello che sono, dei semplici leak. Continuate a seguirci per saperne di più.

 

Fonte: Gizmochina,

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Just Davv

    Io vorrei tanto un Lenovo P3 con la TypeC piuttosto…

    • Ermin Chione

      Anch’io. Togliendo il tasto del super risparmi energetico (credo che serva ben a pochi e forse solo in situazioni limite), oppure rendendolo programmabile per gestire altre funzioni, e migliorando la fotocamera sarei disposto a pagarlo anche un po’ di più.

      • Jackal

        Ci sn ottime soluzioni Xiaomi, anke se voglio spezzare una lancia a favore del bellissimo “passato” ZUK Edge

        • Ermin Chione

          Sì, anche Xiaomi niente male! C’è una scelta ampissima che copre anche il riferimento di cui sopra.

      • Just Davv

        Con Type C, supporto DECENTE (quello lenovo fa schifo, fanno telefoni per dimenticarsene) con aggiornamenti OTA costanti (suvvia è quasi Android stock!), tasti capacitivi e batteria uguale se non migliore. Per l’hardware oramai il 625 è vecchiotto, sarebbe un sogno il 660…. E ovviamente anche una migliore fotocamera nonostante non mi interessi. Sarei disposto a pagarlo anche 400€.

    • Jackal

      Vai di Xiaomi… Semplice

      • Just Davv

        Non ci sono dispositivi che fanno per me… Volevo un qualcosa di simile al P2 ma con la type c e senza tasti a schermo… Li ho cercati in lungo e in largo gli Xiaomi con il 625 e la type C ma ci sono solo il Mi A1 e il suo fratello… Ma entrambi hanno solo 3000mAh di batteria! Però il Redmi 5 Plus è molto molto interessante… Ma credo che passo per aspettare un Redmi Note 5, sperando sia quello che dicono i rumor.

      • Davv

        Confidavo nel Note 5 Pro, poi nel Note 5 AI, ma ancora usano la micro usb

Top