Wind rimodula alcune offerte e aggiunge il rinnovo “anticipato” con credito insufficiente

Wind rimodula alcune offerte e aggiunge il rinnovo “anticipato” con credito insufficiente
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2022\/07\/wind_logo_tta_2-460x345.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2022\/07\/wind_logo_tta_2-635x476.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2022\/07\/wind_logo_tta_2.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2022\/07\/wind_logo_tta_2.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2022\/07\/wind_logo_tta_2.jpg"}, "title": "Wind rimodula alcune offerte e aggiunge il rinnovo “anticipato” con credito insufficiente" }

Brutte notizie per i clienti Wind: a partire da oggi, l’operatore sta iniziando ad annunciare tramite SMS una rimodulazione per alcune offerte, oltre all’arrivo di un costo in caso di rinnovo con credito insufficiente.

Procediamo però con ordine e partiamo dalla rimodulazione. Dopo TIM, anche Wind annuncia delle modifiche unilaterali di contratto: queste saranno in vigore dal 16 giugno 2019 e riguarderanno offerte attivate entro il 31 marzo dello stesso anno. Gli aumenti includeranno la navigazione a Internet illimitata (a 128 Kbps) e saranno attivi dal primo rinnovo oltre tale data: il rincaro sarà di 0,99 o 1,49 euro al mese, a seconda dell’offerta.

In alternativa, i clienti potranno mantenere la loro offerta a costi e contenuti attuali, ma una volta terminati i GB andranno a utilizzare, per ogni giorno, 1 GB al costo di 0,99 euro. Per optare per questa scelta sarà necessario inviare un SMS entro il 31 luglio 2019 al 40400 con il testo “G1” (se l’incremento comunicato è di 0,99 euro) o “G2” (se è di 1,49 euro).

Non è però finita qui, perché un’altra novità sta per toccare questa volta tutti i clienti ricaricabili Wind. Sempre a partire dal 16 giugno 2019, in caso di credito insufficiente il traffico incluso nell’offerta non sarà più bloccato, ma sarà reso disponibile in anticipo per 2 giorni solari al costo di 0,99 euro (ovviamente non se è attivo il servizio Autoricarica).

Come si legge alla sezione Wind Informa del sito ufficiale, “l’anticipo del traffico si applicherà anche nel caso in cui il credito vada a zero a seguito del pagamento di un costo di attivazione o di un qualunque altro costo periodico relativo agli optional che si aggiungono alle offerte, anche in modalità Easy Pay, a partire dal 22 luglio 2019, ad eccezione dei costi relativi alle offerte roaming.” Al termine dei due giorni, nel caso in cui il credito fosse ancora insufficiente, la SIM rimarrà attiva in ricezione o per effettuare chiamate di emergenza.

L’operatore giustifica gli aumenti e le modifiche contrattuali con “l’obiettivo di garantire l’integrità e la sicurezza della rete“. Tutti i clienti Wind interessati saranno raggiunti da un SMS informativo nei prossimi giorni. Per ulteriori informazioni e per le modalità di recesso potete seguire questo link e scorrere fino alla voce “Modifica condizioni di contratto a partire dal 16 giugno 2019“.

Fonte: Tariffando
Condividimi!