Google News offre una copertura giornalistica completa e aggiornata combinando fonti di notizie da tutto il mondo, durante il Google I/O ne è stata annunciata la nuova versione che fa uso massiccio della AI e adotta il bellissimo Material Design 2.0. 

Google News permette di creare una rassegna stampa personalizzata sulla base dei nostri interessi, individuati grazie monitoraggio delle nostre attività online e perfezionati costantemente tramite un algoritmo di machine learning che possiamo istruire semplicemente utilizzando l’applicazione.

Il risultato finale sarà un’app gradevole e altamente personalizzabile, facile da consultare e potenzialmente sempre più ricca di informazione di qualità.

Come è strutturata l’app di Google News

Google News adotta il Material Design 2.0 con una grafica estremamente pulita, flat e curata in ogni dettaglio, dalle animazioni alle icone.
L’ app è suddivisa in quattro sezioni: “Per te”, “Titoli”, “Preferiti”, “Pubblicazioni” richiamabili da una action bar posizionata in basso.

Sezione “Per te”

In questa sezione troverete tutte le notizie raggruppate automaticamente dall’applicazione sfruttando un algoritmo di AI. Per la scelta delle notizie si terrà conto degli interessi dell’utente, ad esempio selezionando le fonti dai siti web più visitati, ma anche dei cambiamenti portati dall’utente stesso all’interno dell’app, attraverso le tante opzioni di personalizzazione.

Su ogni notizia potremo agire indicando che ne abbiamo gradito la visualizzazione o viceversa, potremo eventualmente bloccare le fonti indesiderate e aggiungerne di nuove nella sezione preferiti.
Il complesso machine learning metterà tutto insieme creando un flusso di notizie che quasi sempre sarà perfettamente allineato alle vostre aspettative.

Sezione “Titoli”

Nella scheda “Titoli” troverete genericamente tutte le notizie suddivise per categorie, ordinate in base all’importanza attribuita da Google News e alla rilevanza della fonte.

Per ogni notizia potrete scegliere di “salvare per dopo” o aprire la fonte, in alternativa toccando su “Copertura completa” verrete rediretti in una pagina contenente tutte le notizie da tutte le fonti principali per quella data notizia, utilissima funzione per avere un quadro informativo imparziale ed esatustivo.

Sezione “Preferiti”

La scheda preferiti serve all’utente per personalizzare l’esperienza di utilizzo e influenzare l’algoritmo di selezione delle news nelle due sezioni precedenti.
Qui potrete aggiungere nuove fonti non incluse di default, indicare la priorità di visualizzazione delle fonti, consultare le notizie salvate e aggiungere argomenti di nostro interesse.

La scheda Preferiti, oltre ad influenzare i contenuti delle sezioni precedenti, permette di accedere velocemente a argomenti specifici o a fonti determinate, consultandone la rassegna stampa completa. E’ anche possibile scaricare per una revisione offline tutte le notizie recenti di una determinata fonte.

Sezione “Pubblicazioni”

In questa sezione dell’app potrete consultare riviste ad abbonamento, argomenti e fonti specifiche. A differenza delle altre sezioni non troverete un feed raggruppato ma potrete visionare le varie fonti singolarmente.
Interessante la visualizzazione delle pagine in AMP, estremamente veloce nel caricamento e molto leggera in termini di consumo di dati.

E’ possibile creare una scorciatoia in home per una determinata fonte e questo darà luogo ad una web app vera e propria, da consultare come se fosse l’applicazione ufficiale della testata giornalistica.
Nel caso di TuttoAndroid non vengono però riconosciute le varie sezioni del sito ma solo gli account associati di YouTube e Google Plus.

Notizie e storie

E’ molto interessante la UI di Google News, organizzata con un feed a schede intervallato da inserti scrollabili in orizzontale.
Si crea quindi una visualizzazione molto chiara e intuitiva, con gli elementi importanti subito visibili.

Le schede normali sono classificate come notizie, mentre gli inserti sono definiti storie e racchiudono alcune notizie relative ad un determinato argomento.
Ad esempio all’interno dell’argomento “Android” troverete tutte le notizie delle tante testate di settore inframezzate da “Storie” relative ad una specifica notizia, da scrollare per avere una copertura da più fonti.

Google quindi selezionarà le notizie e vi proporrà una sola fonte per ogni notizia, mentre per i fatti più rilevanti la singola scheda verrà sostituita da un carosello di schede che permettono di avere uno sguardo più eterogeneo sul fatto.

Altra caratteristica interessante riguarda l’integrazione dei video all’interno delle storie, la scheda si animerà con la riproduzione silenziosa del contenuto e toccando su di essa si aprirà una modalità dedicata alla riproduzione multimediale.