Come avranno già avuto modo di notare diversi possessori di Samsung Galaxy S9 e S9 Plus, l’applicazione Samsung SideSync non è compatibile con i nuovi flagship: la notizia viene data dallo stesso produttore sud-coreano, che ha inserito i dispositivi tra le eccezioni nella pagina dedicata al servizio.

Con SideSync è possibile condividere la schermata dello smartphone Android con il PC e avere accesso a notifiche, allarmi, chiamate e messaggi testuali direttamente da quest’ultimo. Gli unici requisiti per poterlo utilizzare consistono in un hardware abbastanza basico per quanto riguarda il PC e in uno smartphone con almeno Android 4.4 Kitkat (Android 5.0 Lollipop per i tablet). Come riportato sul sito del produttore però, Samsung Galaxy S9 e S9 Plus non sono compatibili con SideSync pur rispettando, ovviamente, questi prerequisiti.

Cosa fare dunque? Al momento nulla, se non provare ad affidarsi ad altri servizi esterni: secondo quanto siamo venuti a sapere dal servizio clienti e dai colleghi di Sammobile, la casa sud-coreana metterà a disposizione lo screen mirroring attraverso un aggiornamento di Samsung Flow, un’altra applicazione presente sul Google Play Store. Questa consente il trasferimento dei contenuti senza interruzioni tra smartphone, tablet, TV, smartwatch, oltre che l’utilizzo dei sensori biometrici dei dispositivi mobili per lo sblocco dei PC, ed è già disponibile su Windows 10.

Samsung Flow verrà quindi aggiornato per includere le stesse funzionalità attualmente disponibili con SideSync, anche se non abbiamo al momento indicazioni sulle tempistiche. Possessori di Samsung Galaxy S9 e S9 Plus, sentite già la mancanza di SideSync? In previsione di un aggiornamento vi lasciamo al badge per scaricare Samsung Flow dal Play Store.

Android app sul Google Play