Samsung Galaxy S10 tra batterie al grafene e dubbie specifiche tecniche

Samsung Galaxy S10 tra batterie al grafene e dubbie specifiche tecniche
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/05\/samsung-logo.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/05\/samsung-logo-460x259.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/05\/samsung-logo-635x357.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/05\/samsung-logo.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/05\/samsung-logo.jpg"}, "title": "Samsung Galaxy S10 tra batterie al grafene e dubbie specifiche tecniche" }

Cresce costantemente il numero di indiscrezioni e presunte anticipazioni legate a Samsung Galaxy S10, il prossimo top di gamma del gruppo sud coreano che dovrebbe arrivare sul mercato nei primi mesi del 2019 in tre varianti.

Arriva da Weibo una nuova segnalazione relativa al modello SM-G970, che dovrebbe rappresentare il modello “base” della nuova gamma Galaxy S10. A dispetto di quanto affermato nei mesi scorsi, la nuova segnalazione parla di una doppia fotocamera frontale e posteriore, funzione che dovrebbe essere quantomeno riservata al modello “medio”.

A insospettire è l’affermazione secondo cui il modello G970 dovrebbe avere 128 GB di memoria interna, anche se potrebbe trattarsi della variante più costosa di questo modello, ma soprattutto la descrizione del comparto fotografico. Nella parte posteriore dovrebbero infatti trovare posto un sensore da 12 megapixel con apertura f/1.5 e un sensore secondario da 16 megapixel con apertura f/1.9, mentre nella parte frontale ci sarebbero due sensori da 16 e 8 megapixel, entrambi con apertura f/1.9.

Se questa indiscrezione sembra poco attendibile, e dunque da prendere ampiamente con il beneficio del dubbio, sembra più probabile, anche se non certo, l’utilizzo di una batteria al grafene su Samsung Galaxy S10. La compagnia asiatica avrebbe infatti completato lo sviluppo e sarebbe pronta a utilizzare i nuovi accumulatori nei dispositivi del prossimo anno.

In particolare le nuove batterie avrebbero una capacità superiore del 45% rispetto a quelle agli ioni di litio e potrebbero essere caricate cinque volte più rapidamente rispetto alla tecnologia attuale. Il costo relativamente elevato comporterebbe l’utilizzo solo nei dispositivi di fascia altissima, ma con il tempo i costi dovrebbero scendere in maniera abbastanza rapida, consentendone l’utilizzo anche nei dispositivi delle fasce inferiori.

Anche in questo caso non ci sono conferme ufficiale, quindi la notizia va presa con le pinze, almeno finché Samsung non deciderà di rompere gli indugi e fornire qualche anticipazione.

Vai a: Un brevetto mostra il possibile sensore di impronte di Samsung Galaxy S10

Fonti: Gizmochina, Sammobile
Condividimi!