Niente lettore di impronte nello schermo per Samsung Galaxy S9, la cui produzione sta per iniziare

Niente lettore di impronte nello schermo per Samsung Galaxy S9, la cui produzione sta per iniziare
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/05\/samsung-logo.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/05\/samsung-logo-460x259.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/05\/samsung-logo-635x357.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/05\/samsung-logo.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/05\/samsung-logo.jpg"}, "title": "Niente lettore di impronte nello schermo per Samsung Galaxy S9, la cui produzione sta per iniziare" }

Sembra che l’integrazione del lettore di impronte digitali al di sotto del display sia un’operazione particolarmente complessa, tanto che Samsung avrebbe abbandonato l’idea di utilizzare una simile tecnologia su Samsung Galaxy S9Samsung Galaxy S9 Plus.

L’indiscrezione arriva dalla pubblicazione sud coreana The Investor, secondo cui Samsung avrebbe deciso di utilizzare nuovamente un lettore di impronte digitali collocato nella parte posteriore. Stavolta però ci sarà il tempo di scegliere una collocazione migliore, per evitare che l’utente debba faticare per raggiungere il lettore o poggi per sbaglio il dito sulla fotocamera.

La decisione non implica però l’abbandono completo del progetto, visto che sono molti i servizi di Samsung che dipendono dalle impronte digitali. È possibile che venga fatto uno sforzo per portare al debutto la tecnologia con Samsung Galaxy Note 9, che sarà presentato nella seconda metà del prossimo anno e i cui primi esemplari dovrebbero essere prodotti nel primo trimestre del 2018.

Dovrebbe iniziare invece nel mese di dicembre la produzione di massa di Samsung Galaxy S9Samsung Galaxy S9 Plus, la cui produzione pilota è iniziata nei mesi scorsi. Sono dunque state finalizzate le specifiche tecniche che, con ogni probabilità, inizieremo a scoprire lentamente nel corso delle prossime settimane.

Fonte: Gizmochina
Condividimi!