Recensione Sony Xperia 1 – Anche Sony ha messo il timbro sulla fascia alta in questo ricchissimo 2019, Xperia 1 è uno smartphone quantomai interessante, propone soluzioni tecniche inedite e una buona completezza hardware.

Il posizionamento a 949 Euro impone di avvicinarsi alla perfezione, Sony sarà stata in grado di tenere fede alle aspettative? scopriamolo nella recensione completa di Sony Xperia 1.

Video recensione di Sony Xperia 1

Design & Ergonomia

Il primo elemento distintivo di Sony Xperia 1 è la sua forma, decisamente allungata a causa del display in 21:9, un rapporto che per la prima volta incontriamo su uno smartphone top di gamma.
Sony ha scelto di scommettere sulla vocazione multimediale del dispositivo, scelta audace ma certamente originale, curioso però che proprio Sony sia stata la casa più restia nell’abbandonare i 16:9 al tempo in cui tutti i produttori sceglievano di allungare il form factor.

Alla prova dei fatti abbiamo verificato un’esperienza di utilizzo insolita, particolarmente adatta alla visualizzazione verticale dei feed, come la bacheca dei social network, un lungo elenco di notizie e in generale tutti i siti web che si sviluppano in verticale nelle versioni mobile. Paradossalmente invece è proprio nella visualizzazione di contenuti multimediali che i 21:9 si rivelano inadatti, sono infatti pochissimi i video così allungati, ad esclusione dei film prodotti per il grande schermo.

A livello ergonomico Sony Xperia 1 non è il massimo, le dimensioni sono abbondanti (167 x 72 x 8.2 mm) e per quanto la larghezza ridotta torni utile impugnandolo con una sola mano, si fa sentire la lunghezza che porta ad uno sbilanciamento verso la parte alta del dispositivo.
I materiali e la qualità costruttiva sono impeccabili, non ci sono sbavature nell’assemblaggio e la percezione è di grande qualità.
Sony Xperia 1 è anche resistente ad acqua e polvere con certificazione IP68.

Fa parte delle sue peculiarità l’impressionante display OLED 4K HDR da 6,5 pollici.
Per la prima volta troviamo su uno smartphone un OLED con tale definizione, prodotto in casa da Sony con una notevole cura dei piccoli dettagli.

Il giudizio sullo schermo è da dividere in due parti, da un lato l’aspetto tecnico sul quale non possiamo che alzare le mani, tanto è precisa la riproduzione dei colori e impressionante la qualità nella visione di contenuti in HDR, dall’altro una valutazione più pratica, basata sull’utilizzo quotidiano e non altrettanto positiva.
Rispetto al magistrale OLED di Sony Xperia XZ3 (recensione) qui abbiamo misurato una minore luminosità massima e di conseguenza una minore leggibilità all’aperto, ci sono un po’ di riflessi e in generale i colori sembrano meno brillanti.

Lo schermo, a nostro avviso, è emblematico di una impostazione davvero spinta di Sony Xperia 1, che però non tiene conto dell’utilizzo quotidiano.
Il passo indietro nell’usabilità rispetto al predecessore è importante, a dimostrazione di quanto i numeri contino relativamente poco se non sono accompagnati da una progettazione che tenga conto delle condizioni di utilizzo del prodotto.

Funzionalità

Sony Xperia 1 è un device dove Sony ha voluto inserire il proprio know how acquisito su diversi ambiti tecnologici, in particolare dai settori display, gaming e fotografia.
E’ così che ci troviamo al cospetto di uno smartphone capace di realizzare video con profili flat mutuati dalle videocamere Cinealta, che dispone di una modalità creativa con lo schermo calibrato per una riproduzione fedele dei colori e capace di esprimere il meglio delle prestazioni in modalità di gioco.

Soffermandoci sulla prima feature, vi basterà attivare l’applicazione Cinema Pro per ritrovarvi con la classica interfaccia delle videocamere professionali, potrete scegliere il look di una Venice CS oppure i profili BU60YE60 luminoso e opaco, YE80 Caldo e tanti altri.
Pieni controlli manuali per obiettivo, ISO, WB, tempi e focus A/M, non mancano controlli per HDR, Codec. stabilizzazione, fps.
Interessante l’idea anche se ci saremmo aspettati qualcosa in più per il controllo audio, e soprattutto la possibilità di usare Xperia 1 come monitor esterno per le fotocamere Sony Alpha, sarebbe stato un netto valore aggiunto.

Per quanto riguarda il software Sony ha ormai adottato una formula che punta a conservare intatto il core di Android, applicando poi semplici modifiche e implementando poche e mirate funzioni.
Non aspettatevi quindi features particolarmente avanzate, in cambio però la stabilità è garantita e gli aggiornamenti solitamente sono tempestivi.

C’è da considerare che Sony Xperia 1 è a conti fatti uno dei top di gamma più scarni di possibilità per l’utente, manca una modalità desktop (nonostante la presenza della porta Type C con uscita video, nessuna traccia di personalizzazioni grafiche, multitasking di base e assenza di funzioni come doppio spazio, clonazione app e gesture di navigazione a schermo intero.

Per quanto riguarda la connettività e la parte telefonica non abbiamo particolari criticità da segnalare, la ricezione non è delle migliori ma non tanto da rappresentare un problema, la configurazione dual SIM incide in maniera moderata sui consumi, dovrete però rinunciare all’espansione della memoria tramite microSD.
Segnaliamo l’assenza della ricarica wireless e della porta jack audio da 3,5 mm, peccato anche per il GPS a singola frequenza, anacronistico in riferimento alla fascia di prezzo di appartenenza.

La sfera multimediale si avvale di una doppia uscita audio di buon livello, inoltre è stato studiato un sistema di feedback aptico dinamico che interviene nella riproduzione video, in accordo con gli effetti speciali inseriti nella clip, oppure durante i giochi. Avrete la sensazione di percepire il tonfo di un oggetto con una vibrazione oppure il contatto con il muretto della macchina da corsa che state controllando.

Prestazioni

Sony Xperia 1 è equipaggiato con il miglior hardware disponibile sulla piazza, a muovere gli ingranaggi c’è il Qualcomm Snapdragon 855, accompagnato da 6 GB di RAM LPDDR4 e 128 GB di memoria interna UFS 2.1, un piccolo disappunto arriva dall’indisponibilità di una variante con più memoria.

VEDI ANCHE

Sony Xperia 1

Le performance sono convincenti, nonostante il gran caldo di questi giorni non abbiamo riscontrato problemi di surriscaldamento, nel gaming se la cava senza battere ciglio e in generale la reattività è ottima.

Fotocamera

Il comparto fotografico di Sony Xperia 1 è uno dei suoi punti forti, in controtendenza rispetto al trend che vede aumentare sempre più i pixel del sensore, Sony propone tre fotocamere da 12 MP sulla parte posteriore e una da 8 MP per i selfie.
L’hardware è di alto livello e prevede un obiettivo principale F/1.6 con stabilizzazione ottica a 5 assi, un teleobiettivo con ingrandimento 2x, apertura F/2.4 stabilizzato e una grandangolo F/2.4 con lunghezza focale equivalente di 16 mm.

Le foto che otteniamo sono generalmente di ottima qualità, ben dettagliate e con colori coerenti. Anche in notturna il rumore è tenuto a bada e possiamo ritenerci soddisfatti.
Deludente invece il software fotografico, complicato e poco intuitivo, manca inoltre una modalità notturna dedicata e selezionabile manualmente dall’utente.
I rivali principali Huawei P30 Pro e Samsung Galaxy S10+ sono lontani.

I selfie in proporzione ci sono piaciuti di meno, probabilmente una risoluzione maggiore avrebbe garantito una migliore qualità, complessivamente comunque Xperia 1 non fa peggio di altri illustri colleghi, promosso con la sufficienza.

Grande lustro invece per i video, si va dallo slow motion a 960 fps in FHD al 4k a 30 fps, è possibile poi registrare in HDR mantenendo i 30 frame per secondo.
La qualità dell’immagine, la stabilizzazione e la cattura dell’audio sono da riferimento anche tra i top di gamma, difficile pretendere di più.

Batteria & Autonomia

La batteria di Sony Xperia 1 sulla carta potrebbe sembrare deludente, in effetti in relazione alle dimensioni ci saremmo aspettati un po’ più dei 3330 mAh con cui è equipaggiato.
In realtà l’ottimizzazione di Sony è efficace e si riesce ad arrivare senza grossi problemi a fine giornata, nonostante lo schermo così definito e l’hardware potente.

Incide in maniera importante l’utilizzo all’aperto, frangente in cui lo schermo viene illuminato alla massima potenza per garantire la leggibilità con un conseguente draining pesante della batteria.
Per gli amanti delle statistiche mediamente abbiamo coperto 5 ore di display acceso spalmati su un giorno e mezzo di attività.

In conclusione

Siamo alle battute finali della recensione di Sony Xperia 1, proposto a 949 Euro di listino e già disponibile all’acquisto.
Un device che si posiziona nella fascia premium e deve vedersela con pezzi da novanta difficili da battere.

Dalla sua propone un design originale e caratteristiche esclusive, si perde però in alcuni dettagli tecnici (ricarica wireless, dotazione di memoria) e in qualche lacuna di troppo lato software.
L’impressione però è che Sony non si sia preoccupata più di tanto di finire nell’orbita di una nicchia, adottando soluzioni d’avanguardia anche a costo di rinunciare alla praticità.

Ne emerge quindi un Sony Xperia 1 poco pop e molto nerd, adattato a chi sa perfettamente cosa acquistare, utenti consapevoli e storicamente affezionati al brand.

Altre offerte

Pagella

9.8
Display
7.0
Ergonomia
9.2
Hardware
8.0
Software
8.0
Batteria
9.7
Fotocamera
7.8
Qualità/prezzo
10
Materiali
8.8
Audio
8.5
Esperienza Utente
8.8