Questo sito contribuisce alla audience di

Recensione Sony Xperia XZ3: finalmente SONY come la conosciamo

Recensione Sony Xperia XZ3 – Ormai è un appuntamento fisso, ogni 6 mesi la casa giapponese rinnova il proprio smartphone di punta aggiornandolo con le ultime novità tecnologiche. Sony Xperia XZ3 è un’evoluzione dell’ottimo Xperia XZ2 (che non sparisce dal mercato) con un’importante novità: è il primo smartphone della casa nipponica con un display OLED, e non uno qualunque, bensì un Bravia OLED che ha reso famoso i TV a marchio Sony.

Ve lo raccontiamo meglio nella nostra recensione di Sony Xperia XZ3.

Video recensione di Sony Xperia XZ3

Hardware & Connettività

In quanto smartphone top di gamma Sony Xperia XZ3 ha a bordo componenti “all’ultimo grido”. Il processore è il Qualcomm Snapdragon 845 con clock a 2.45 GHz, accompagnato nelle operazioni quotidiane da solo 4 GB di RAM (si sarebbe auspicato il rialzo ad almeno 6 GB) e 64 GB di memoria interna espandibile tramite MicroSD.

Il display è un ampio pannello da 6 pollici con cornici sui lati superiore e inferiore, niente notch ma trovano posto invece due altoparlanti frontali. La fotocamera è da 19 megapixel sul retro e 13 megapixel sul fronte mentre la batteria è da 3300 mAh.

Lato connettività completo e senza problemi di sorta: è un dispositivo che, come i precedenti, ha un’ottima ricezione e stabilità del segnale, naviga fino alla velocità LTE ed è dotato di Bluetooth 5.0, NFC e WiFi a doppia banda. In chiamata l’audio è sufficientemente forte e nitido, udibile chiaramente anche in ambienti rumorosi.

In Italia sembra arrivare nell’unica variante Single SIM (Nano SIM) mentre all’estero potrebbe giungere anche una variante Dual Sim del prodotto.

Sony Xperia XZ3

Sony Xperia XZ3

Ergonomia, Design & Materiali

Sony Xperia XZ3 lascia a bocca aperta un po’ tutti: se con l’Xperia XZ2 era stato abbandonato l’iconico design omnibalance, con questo XZ3 è ormai un lontano ricordo. Addirittura il display è stondato ai bordi destro e sinistro, segno che forme squadrate e linee rigide non fanno più parte della casa nipponica.

I materiali sono di pregio: vetro sul fronte e sul retro, alluminio sui bordi con trattamento lucido, donano al dispositivo un aspetto premium, e la costruttiva è eccelsa come al solito. Rispetto a XZ2 le stondature sono più accentuate e i bordi ancora più sottili, non a caso sul retro si è dovuta adottare una soluzione stilistica insolita per far spazio al connettore Type-C.

Sul fronte ergonomia misura 158 x 73 x 9,9 millimetri e ha un peso sostenuto di circa 193 grammi. Si tiene abbastanza bene in mano grazie alla bombatura sul retro e all’assenza di spigoli vivi, l’unico vero difetto è che scivola troppo, consigliamo vivamente l’uso di una cover per aumentare il grip.

Display, Audio & Multimedia

Il display di Sony Xperia XZ3 è da 6 pollici con risoluzione QHD+ ma soprattutto tecnologia OLED (a differenza di tutti i precedenti smartphone Sony dotati di display LCD). La casa nipponica ha voluto portare tutto il know-how di questa tecnologia, caratteristica dei Bravia TV, su questo smartphone centrando l’obiettivo al primo colpo. Si tratta di un ottimo pannello paragonabile a quello di Samsung Galaxy Note 9 che ad oggi rappresentava lo stato dell’arte su smartphone. A completare lo schermo di Sony ci sono una serie di tecnologie come X-Reality, contrasto dinamico, HDR e Triluminos che possono sembrare sigle fini a se stesse ma che nella realtà si concretizzano come valore aggiunto. Sony Xperia XZ3 è capace infatti anche di trasformare i contenuti SDR in una qualità vicina all’HDR, riuscendo così ad offrire sempre una resa visiva appagante.

Anche dal punto di vista dell’audio Sony ha giocato bene le sue carte: sul fronte c’è uno speaker sulla parte inferiore mentre superiormente c’è la capsula audio che, all’occorrenza, svolge la funzione di speaker secondario concretizzando nell’insieme un’audio stereo surround di buon livello (a detta di Sony migliore del 20% rispetto a XZ2). La funzionalità di Dynamic Vibration System offre anche una sensazione tattile dell’audio facendo vibrare lo smartphone a tempo di bassi, rendendo ancor più accattivante la visione di un video o un Film.

Pienamente promosso Sony Xperia XZ3 dal punto di vista multimediale dove poter fruire di contenuti video e audio con un’ottima esperienza.

Fotocamera

Il comparto fotografico di Sony Xperia XZ3 non si discosta molto da quello del precedente XZ2. Sul fronte c’è una 13 megapixel con apertura F/1.9 (questa la principale novità) mentre sul retro il sensore è da 19 megapixel F/2.0, 25mm da 1/2.3” e pixel grandi 1,22 μm. Ottime le foto scattate di giorno o comunque con buone condizioni di luminosità, più sofferente di notte e condizioni difficili. Ottimo il livello di dettaglio e buona l’elaborazione software non particolarmente invasiva. Peccato che nella modalità manuale non si possa andare ancora oltre a 1 secondo di esposizione.

Molto buoni i selfie mentre insufficiente la funzione ritratti (chiamata Bokeh) che non riesci quasi mai a scontornare con precisione il soggetto.

Molto buoni i video (purtroppo ancora senza stabilizzazione ottica ma presente l’ottima stabilizzazione digitale) con la peculiarità di realizzare video Slow-motion sia alla qualità HD che FHD a 960 fps.

Batteria & Autonomia

Sony Xperia XZ3 ha una batteria da 3300 mAh e offre un’autonomia leggermente inferiore a XZ2, questo probabilmente dovuto al display OLED meno parsimonioso nei consumi rispetto ad un LCD. Si riescono comunque tranquillamente a superare le 4 ore di display lungo una giornata arrivando a 5 ore con un utilizzo tranquillo. Ottimi i consumi in standby che sono praticamente nulli e questo aiuta ad arrivare a sera senza problemi.

Non mancano poi le tipiche modalità di risparmio energetico di Sony ovvero Stamina e Ultra Stamina che permettono di allungare l’autonomia riducendo performance e funzionalità.

Software

Sony Xperia XZ3 è il primo smartphone ad arrivare sul mercato con a bordo già Android 9 Pie. Un primato che conferma, come lo scorso anno con XZ1, l’impegno della casa nell’ambito aggiornamenti. Il sistema operativo non solo è aggiornato ma anche ben ottimizzato: fluido e reattivo con animazioni senza lag e zero impuntamenti, offrendo un’esperienza di utilizzo senza interruzioni.

La personalizzazione di Sony è estremamente minimale: il launcher è il classico di Sony, ricco di funzionalità come il supporto ad icon pack o la possibilità di aprire il drawer delle applicazioni con uno swipe dal basso verso l’alto, mentre la tastiera è pre-installata la Swiftkey (che però consigliamo di sostituire con la Gboard). C’è anche un po’ di intelligenza artificiale impiegata per migliorare l’utilizzo dello smartphone, funziona bene ma è poco convincente l’implementazione.
Ad esempio viene sfruttata per suggerire le applicazioni più utili in quel determinato momento della giornata, tuttavia sono richiamabili con un doppio tocco sul bordo del display e questo comporta molto spesso tocchi involontari non desiderati. Oppure viene utilizzata per avviare l’applicazione fotocamera quando si porta lo smartphone da altezza volto in orizzontale, per uno scatto rapido e immediato.

Non mancano le novità di Android 9 Pie fatta eccezione per la barra di navigazione che non si può sostituire con la pillola, probabilmente per Sony queste gesture non convincono ancora.

In conclusione

Sony Xperia XZ3 è disponibile in Italia dal 5 ottobre (circa) nelle colorazioni Nero, Verde foresta e Bianco argentato, ad un prezzo di listino di 799 Euro. Lo potete acquistare su Amazon oppure sul sito ufficiale Sony o ancora presso gli operatori di telefonia mobile, con anche qualche interessante promozione.

Nel complesso Sony Xperia XZ3 si conferma un altro ottimo prodotto della casa nipponica. Non spicca per particolari doti ma funziona bene in tutti gli ambiti e offre un’esperienza multimediale godibile e completa. Un’ottima alternativa se si considera che fra tutti i top di gamma è quello col posizionamento di prezzo più accattivante.

Senza dimenticare che non uscirà dal mercato Sony Xperia XZ2 che però si sposta su una fascia di prezzo più basso e precisamente poco sopra i 500 Euro, diventando anch’esso un’ottima alternativa per chi non vuole spendere troppo.

Migliori offerte per Sony Xperia XZ3

PAGELLA

Display:
9.8
Ergonomia:
7.0
Hardware:
9.0
Software:
9.2
Batteria:
8.3
Fotocamera:
8.4
Qualità/prezzo:
7.5
Materiali:
10
Audio:
8.8
Esperienza Utente:
8.8
VOTO GENERALE:
8.9

Sony Xperia XZ3 è disponibile in offerta su Amazon a 640.00 euro. Si trova online anche su molti altri negozi, contiamo circa 12 offerte. Se invece sei interessato alle caratteristiche puoi leggere la scheda tecnica di Sony Xperia XZ3.

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Miskin

    Io sono interessato all’acquisto. Però speravo che ci fosse la possibilità di un’offerta in bundle con un pre-order. Ho visto che con lo XZ2, Sony aveva regalato le cuffie top gamma Bluetooth da viaggio (davvero molto belle, forse le migliori sul mercato). Se ci fosse stata la stessa offerta, l’avrei preso al volo! Forse aspetterò un calo di prezzo… Peccato…

  • Shane Falco

    Ho visto la recensione su un sito di esperti dove le varie parti (display, audio, video, batteria etc) vengono controllate da appositi strumenti e dicono: display tarato male in classico stile xperia, audio da cuffia tarato male, foto pochissimo meglio rispetto ad xz2 e batteria inferiore ad altri top gamma. Secondo me voto finale eccessivo, un 8 sarebbe stato + adeguato. Bello lo sfondo che avete usato, dove lo avete preso?

    • Michele

      Batteria inferiore ad altri top di gamma, insomma, mica tanto se consideriamo quella recensione. Inferiore solo a note 9. Tra l’altro loro stessi hanno dato 8,8 come voto. Il display può anche essere non calibrato per essere realistico, ma agli occhi del grande pubblico non è meno spettacolare di note 9 e iPhone.

    • NihilGuru

      i display tarati bene PURTROPPO non rendono bene e non lasciano a bocca aperta i soliti utenti medi.
      Detto questo, lo puoi benissimo calibrare ed arrivare fino ad arrivare ad un delta-e di soli 4
      il display di questo xz3 è fenomenale. molto più affascinante pesino del note 9

  • sibirsk

    799€. Non costa un ca**o.

    • Simone

      Oltre 200€ piu di s9+ che offre molto di più a pari dimensione

      • Michele

        Offre più lag, display inferiore, altoparlanti inferiori, fotocamere inferiori e aggiornamenti in ritardo a parità di dimensione, e street price più alto, perché questi 799 caleranno subito verso 500.

        • Simone

          Ho ricevuto la “patch di settembre” prima dei sony sia su s8 che s9, lo schermo chi dice sia superiore? Lag, dove?
          Ho frantumato l’s8, ma poi l’ho riparato per darlo alla mia compagna che proviene da iphone 7, mentre era in assistenza (gold) ho fatto cambiare la fotocamera in garanzia che si inceppava (Ma non era grave), mi hanno cambiato anche la batteria (forse danneggiata a rimanere a 0 dopo la rottura), altoparlante, jack (chissà perché) e fatto lo sconto sul display, frame, questo in 3 giorni.
          L’assistenza sony non esiste, un amico è rimasto 1 mese senza telefono, ed ha avuto problemi con 2 serie z.
          Ora lo xz2 è a 500€, lo xz3 arriverà a 500 forse quando uscirà s10.
          La fotocamera non può essere superiore per i già citati dettagli ma mi ripeto, ottica più buia e mancanza dello stabilizzatore, forse su un cavalletto al sole può fare di meglio, ma non è superiore.
          Ho una fotocamera professionale sony, non sono di parte, il sensore è infinitamente superiore, ma se ci mettessi una lente economica non stabilizzata meglio che uso lo smartphone.

          • Michele

            I telefoni Sony sono decisamente più reattivi dei samsung, s8 e s9 poi con 4 Gb di ram ricaricano qualunque cosa, basta vedere un qualunque confronto ed è evidente. L’assistenza sony top care è la migliore in ambito Android, vengono a ritirare a casa e riportano molto velocemente, il tuo amico avrà sbagliato a non utilizzarla. Per gli aggiornamenti la patch di settembre è arrivata più tardi solo in Italia, oreo è arrivsto 5 mesi prima sui sony che sui Samsung. I Sony escono anche con le nuove versioni di Android a bordo, a differenza di altri. Per le foto e i video xz2 batte s9, anziché fermarti all’apertura e ai mpx apri il confronto gsmarena, non solo quello che hanno commentato loro apprezzando la superiorità di xz2, ma anche il compare tool. XZ3 ha degli ulteriori miglioramenti come note 9 li ha su s9. È cambiato radicalmente l’algoritmo sui sony anche se la cam è la stessa di xz1, ora sono al top. XZ3 sarà a 500 ben prima dell’uscita di s10, aspetta circa due mesi. Come rapporto qualità prezzo nettamente meglio di Samsung.

          • SimBel

            A mio avviso i Sony hanno quella marcia più data da aggiornamenti costanti e veloci e personalizzione di Android minima e quindi più leggera. Sui materiali e la qualità costruttiva Sony vince a mani basse. Samsung spicca di più per effetto “WOW” considerando che lo si vede esposto ovunque. Posseggo entrambi( S8 ed Xperia X). S8 spicca per il design sicuramenti, ma lato prestazioni, nonostante Xperia X abbia ormai 2 anni, non ci sono paragoni. Sony zero lag, zero reset, ancora aggiornato a Settembre 2018. Samsung funzionale e bellissimo, ma a mio avviso poco pratico e pieno di app inutili che caricano il sistema. Parere ovviamente personale.

          • Alberto Cardellino

            dipende molto. dal centro assistenza che ti rivolgi. al mio z3 compact hanno cambiato il display in 15 gg e dopo che il problema si è ripresentato, me lo hanno sostituito con un xperia x compact. tutto in garanzia

          • Simone

            Il mio s8 l’hanno riparato in 3gg, ma il display l’ho rotto io, il resto l’hanno cambiato per loro scelta.
            Ho comprato un Xperia U tanto tempo fa, e assieme allo z di un’amica (che lo spegneva la notte e non lo lasciava in carica, una maniaca), sono gli unici sony che ho visto senza problemi, dopo il mio U ho preso a mia madre un m4 aqua, che pezzo per pezzo ha smesso di funzionare, poi mio padre idem, un mio carissimo amico 2 xn compact, il primo a forza di aggiornamenti è diventato inutilizzabile, poi ha avuto problemi hw (1 mese in assistenza), mentre riparava quello ha preso il nuovo, dopo un anno morto pure lui è passato ad iphone.
            Io ho s5, s8, s9, galaxy j pro, mia suocera 2 galaxy (s e j3), mia cognata 3 Samsung, devo ancora vederne uno fermarsi.
            Il mio s5 l’avevo tirato a terra piegando il frame, cambiato il display è ancora perfettamente funzionante e lo lavavo sotto l’acqua, come s8 e s9.

  • dicolamiasisi

    dove trovo quello sfondo?

  • Tiziano Colzi

    A me piace molto, per ora non avendo disponibilità rimango con xz1

    • Andrea

      pure io stessa cosa.. però bella differenza tra il ns e lo xz3.. amen..

      • SimBel

        Anche io tentato, ma credo che aspetterò un eventuale compact o addirittura XZ4. In genere Sony migliora tanto tra un modello e l’altro. Sto pregando per uno schermo non cosi curvo.

  • Simone

    Mi sembra un s8/s9 con gli anabolizzanti e poca sostanza in più. Stessa autonomia (Ma gli oled Samsung non consumano meno di un lcd?), stessa qualità foto, vedendo l’apertura degli obiettivi e la mancanza dello stabilizzatore, peggiore rapporto di copertura schermo…
    Sembra la versione cinese dell’S9 tanto criticato e lo fate passare per un prodotto qualitativamente divino, come fosse meglio dei predecessori, che sempre mattoni erano.

    • Gen L

      Ci sono accorgimenti importanti, non tutti parimenti interessanti: ricarica intelligente, video migliori, schermo hdr, riproduzione audio, vibrazione dinamica (il più grande “meh”), aggiornamenti puntualissimi, calibratura display davvero efficiente. Sono telefoni simili, questo sì, ma grandi differenze ormai sono quasi impossibili (la maggiore sarebbe il prezzo, ma anche lì basta qualche mese a far quadrare tutto).

      • Simone

        Video migliori, non è detto, anzi dubito, non è stabilizzato, obiettivo buio ed ha meno modalità, hdr video già presente su s8, doppio altoparlante presente su s9, la ricarica intelligente può essere utile, se non fai come la mia compagna che a volte si sveglia e stacca la spina.
        Ma quei 9mm in lunghezza, 5 in larghezza e 2 in spessore?
        Gli manca il riconoscimento facciale e il jack.
        …Ho visto solo ora, è grosso come s9+ (più spesso in realtà), ma s9+ ha in più 1 fotocamera, 0,2″ di schermo, 170mah di batteria, 2gb di ram, jack, tutto a 240€ in meno, perché uscito da 7 mesi.

        • SimBel

          Stabilizzazione Sony non si supera. Per il Jack audio e per il prezzo sono pienamente d’accordo. Fotocamera in più? La doppia / tripla cam non è necessaria per fare belle foto.Pixel ha la migliore fotocamera, pur utilizzando un solo sensore.

          • Simone

            Le cose in più sono per sottolineare che in quella dimensione non è stato fatto un buon lavoro, perché un telefono che dovrebbe concorrere con s9,p20,iphone xr va a competere con s9+,p20pro,xs Max… che offrono di più.
            Una stabilizzazione software , per quanto evoluta, la supera un qualsiasi stabilizzatore ottico, certo uno smartphone non raggiunge l’ois di un’ottica per video, ma per sensori così densi è vitale, a meno, come detto, di usare un cavalletto (usato nelle prove di laborario), un digitale toglie le “scosse”, ma non può niente per il mosso. Inoltre la luminosità delle ottiche, a parità di generazione e dimensione del sensore, non esiste che rendano allo stesso modo se una è più buia crollerà inevitabilmente appena trova un po di ombra. Terzo fattore è la dimensione del pixel, pixel più grosso cattura più luce.
            Forse sony ha una maggiore fedeltà cromatica, questo non lo metto in dubbio, ma al calar della luce perderà dettaglio rispetto ad un s8 e non solo.
            Qualche anno fa avevo un cinese thl, sulle piste da sci il suo sensore da 8mpx+hdr aveva fatto foto dettagliate al pixel, mostrando le cunette sotto un sole accecante, peccato che alla sera non si distingueva il marciapiede dalla strada.
            Peccato non vi sia un sony su dxomark, però si può vedere scientificamente cosa intendo, seppure s8 e s9 non primeggiano complessivamente, hanno i punteggi più alti in texture (definizione) e noise (rumore), ovvero fanno foto più dettagliate e producono meno artefatti da “noise reduction”. Il sensore di huawei p20, seppure ha un punteggio più basso dovuto all’analisi sul crop al 100%, li batte a pari area inquadrata, grazie ad un sensore parecchio più grosso e buona luminosità.
            Comunque lo dicono pure nell’articolo che con poca luce soffre.

  • TheGameMachine

    anni e anni di cellulari fails, finalmente sony ha fatto qls di buono(a parte la ps4 slim, non la pro e tanto meno la classic)

    • theskig

      Perchè hanno messo un oled?

  • Sony ha sicuramente fatto molti passi in avanti, e il nuovo schermo OLED ne è una prova. Mi chiedo però che senso ha vendere a fine 2018 un top di gamma da ben 800 euro che – se la recensione è affidabile – non fa ottime foto con poca luce e sbaglia i contorni del bokeh (del resto ha un solo obiettivo posteriore), e con uno spessore anacronistico che sarebbe (forse) giustificato solo da una batteria da 5000mAh (ma è da soli 3300mAh), oltretutto scivoloso. A questo punto preferisco tenere il mio vecchio ma praticissimo Z1 Compact.

    • Luca Visentin

      Il bokeh è fatto lato software, gli basterà migliorarlo con qualche aggiornamento. La stessa cosa è successa a me con Xiaomi che con la MIUI10 ha portato il bokeh su telefoni con doppia fotocamera e non. Non è precisa al millimetro ma vengono belle foto sfumate

  • Gianfrancesco

    Ciao Mikhael, secondo me lato autonomia e qualche altra piccola cosa si dovrebbe aspettare un po’, nel senso il primo con Android Pie sicuramente ancora non ben ottimizzato , conoscendo Sony sistemerà il tutto con gli aggiornamenti (e sappiamo che sono costanti e veloci ) mentre lato fotocamera quando scatti i paesaggi macro ecc.. Insomma se non fotografi oggetti in movimento disabiliti le funzioni “acquisizione intuitiva e tracciabilità oggetto” ?? Fanno la differenza negli scatti.. In più con poca luce hai mai provato ad abbassare a 12 mpx (uguagliando gli altri smartphone ) ovviamente sempre a 4:3 visto che i sensori Sony somo nativi a 4:3.
    Se puoi fai qualche prova e dimmi se vedi differenze..
    Cmq mi sono accorto che con i Sony più lì usi nel tempo (almeno un mese) più aumentano di autonomia

    • Luca Visentin

      se ricordo bene la Sony aveva l’IA per i consumi che si basa sul tuo uso abituale, però già quando usavo l’Xperia Z ricordo che dopo quasi 4 anni faceva ancora 4 ore di schermo con i dovuti accorgimenti

  • Ergonomía 7?

Top