Questo sito contribuisce alla audience di

Recensione OnePlus 6: lo “Usain Bolt” degli smartphone

Recensione OnePlus 6 – Puntuale come ogni anno, la “non più startup” cinese OnePlus, prova a sconvolgere il mercato degli smartphone top di gamma proponendo un device in grado di rivaleggiare con i migliori smartphone premium ma ad un prezzo decisamente più vantaggioso. Siamo arrivati al OnePlus 6, uno dei prodotti pià attesi dell’anno da milioni di fan in tutto il mondo.

Le aspettative erano alte ma grazie a un salto di qualità notevole nel comparto fotografico e nella qualità costruttiva, il nuovo “flagship killer” entra di diritto tra i migliori smartphone Android del momento, lo fa a testa alta senza timore reverenziale.

Scopriamo tutto ciò che c’è da sapere nella nostra recensione di OnePlus 6.

Video recensione di OnePlus 6

Confezione

All’interno della confezione, come sempre molto curata, troverete l’alimentatore da parete Dash Charge, capace di caricare la batteria di OnePlus 6 in poco più di 1 ora, un cavetto rigorosamente di colore rosso USB/Type C per la ricarica e lo scambio dati e una cover in TPU trasparente e leggermente fumè.

Hardware & Connettività

OnePlus 6 si distingue dai competitor per un comparto hardware spinto all’estremo, la versione base è equipaggiata con la Mobile Platform Qualcomm Snapdragon 845, affiancata da 6 GB di RAM LPDDR4X e 64 GB di memoria interna UFS 2.1, a salire troviamo altre due varianti con 8 GB di RAM e 128/256 GB di memoria interna, un vero mostro!

Posteriormente è posto il sensore di impronte digitali, veloce e reattivo anche se accompagnato da una vibrazione superficiale e un po’ “cheap”, a completare la dotazione di sensori troviamo accelerometro, giroscopio, magnetometro, sensore di luminosità e pressimità.
Non c’è la ricarica wireless, un vero peccato.

La connettività è di ottimo livello, con lo scambio dati LTE di Cat. 16, WiFi ac, Bluetooth 5.0, NFC e GPS, non ci sono la Radio FM e una porta infrarossi, da notare che la porta USB Type-C è di tipo 2.0 e non supporta l’uscita video.

OnePlus 6

OnePlus 6

Prestazioni

Non avevamo alcun dubbio circa le prestazioni di OnePlus 6 e in effetti tutte le aspettative sono state confermate, è uno smartphone velocissimo, iper reattivo in ogni circostanza e capace di mantenersi efficiente anche nelle condizioni di forte stress e nelle lunghe sessioni di gaming.

Le performance sono proprio il punto cruciale di OnePlus 6, il suo miglior biglietto da visita e il vero asso nella manica da mettere in campo nei confronti dei competitor diretti.

Parte telefonica e antenne

OnePlus 6 è un dual sim (dual standby) e non ha memoria espandibile, il modem integrato funziona alla grande nella gestione del traffico dati, buona la ricezione del segnale anche nelle zone con copertura scarsa, meno efficace invece, nel cambiare cella telefonica e mantenere il segnale in movimento veloce (in macchina e in treno).

Abbiamo riscontrato un comportamento regolare e senza alcun intoppo nella navigazione GPS e nel collegamento WiFi o Bluetooth.

Ergonomia, Design & Materiali

Un telefono con dimensioni 155.7 x 75.4 x 7.8 mm non può essere comodissimo da utilizzare e OnePlus 6 non sfugge alla regola, la larghezza abbondante fa la differenza e l’uso con una mano non è proprio agevole, in compenso in confezione troverete una cover in TPU che migliora il grip e protegge dagli urti il bellissimo e fragile corpo in vetro dello smartphone.

Il primo impatto con OnePlus 6 è da effetto “wow”, merito della back cover in vetro specchiato con riflessi distorti e un colore nero molto simile alla ceramica, ma il design è importante anche sulla parte frontale con un display ottimizzato su tutti i bordi, cornici sottilissime e il notch nella parte alta.
Il peso di 177 grammi contribuisce a trasmettere quella sensazione di qualità che viene tanto ricercata dai brand sui propri device, insomma OnePlus 6 appare premium e lo è veramente grazie ad una qualità costruttiva impeccabile e un’estetica curatissima.

Non gode della certificazione IP per la resistenza ad acqua e polvere, nonostante ciò in OnePlus assicurano che lo smartphone è resistente all’acqua, noi abbiamo provato a metterlo sotto la doccia e ne è uscito indenne.

Display, Audio & Multimedia

Il display è un Optic Amoled da 6,28 pollici con risoluzione FullHD+ in 19:9, ovviamente con notch. Si tratta di un display molto simile a quello del predecessore OnePlus 5T ma con una maggiore luminosità e leggibilità.

I colori sono ben tarati e la copertura dello spettro DCI-P3 è quasi completa, molto brillante e appagante in ogni condizione di utilizzo.
Abbiamo notato una leggera perdita di contrasto sotto il sole dov,e tra il vetro e il pannello OLED, si creano riflessi di luce che offuscano leggermente i dettagli, stiamo comunque cercando il pelo nell’uovo perché in generale non manca nulla a questo schermo.

Ci siamo trovati spesso a preferire la regolazione manuale della luminosità a causa della forte illuminazione, che in automatico risulta leggermente troppo spinta.

Il comparto multimediale è sostenuto dalla presenza del jack audio da 3,5 mm, mentre perde nei confronti dei competitor per l’assenza di una uscita stereo dagli speaker.
L’altoparlante mono, posizionato in basso, è potete ma anche gracchiante a volume massimo, in cuffia si sente bene e c’è la possibilità di regolare finemente l’equalizzazone dalle impostazioni dedicate.

Fotocamera

OnePlus 6 propone quasi lo stesso comparto fotografico del predecessore, con però un miglioramento importante sul sensore principale, che gli permette di raggiungere il livello di smartphone di riferimento come Samsung Galaxy S9 Plus e Huawei P20 Pro.

Posteriormente troviamo un sensore Sony IMX 519 da 16 MP, con pixel di 1,22 micrometri, associato ad un obiettivo di lunghezza focale standard e apertura F/1.7, stabilizzato otticamente.
Appena sopra troviamo una seconda fotocamera da 20 MP, con sensore Sony IMX 376K e ottica non stabilizzata F/1.7, questo modulo serve per rilevare dati sulla profondità di campo nelle foto con effetto bokeh simulato.

Frontalmente trova posto un sensore Sony IMX 371 da 16 MP senza autofocus e con ottica F/2.0.

Cominciamo con una critica al secondo sensore posteriore, praticamente inutile ai fini della qualità fotografica e verosimilmente poco importante nella creazione di un effetto bokeh simulato di buon livello, come testimonia il caso di Google Pixel 2 XL, che con una sola fotocamera riesce tranquillamente a ricreare l’effetto.

Detto ciò, la qualità degli scatti è davvero elevata, c’è stato un notevole salto di qualità sia in diurna che con poca luce.
OnePlus 6 riesce ad essere convincente in termini di dettaglio, bilanciamento del bianco e accuratezza di esposizione e messa a fuoco, risulta quindi estremamente competitivo tra i top smartphone.
In questo importante balzo in avanti ha sicuramente avuto un ruolo fondamentale la stabilizzazione ottica del sensore principale.

I selfie sono rimasti gli stessi del OnePlus 5T, di ottimo livello pur senza rappresentare un vero cambiamento, i video invece sono decisamente buoni e salgono sicuramente sul podio dei migliori per questo particolare comparto, arrivano fino al 4K a 60 fps e in slowmotion fino a 480 fps in HD o 240 fps in FullHD.
Da segnalare che in 4K a 60 fps avrete una lunghezza massima della clip di 5 minuti, che sale a 10 minuti impostanto un framerate di 30 fps.

Batteria & Autonomia

La batteria di OnePlus 6 è da 3300 mAh e gli consente di arrivare a sera senza troppi problemi, pur non avendo una resa completamente convincente.
Rispetto al predecessore sono scesi un po’ i valori di display attivo che abbiamo riscontrato in una giornata di utilizzo medio, in particolare passiamo da 5h30 min a 5h su un periodo di operatività di circa 14 ore.

Questo leggero calo si evidenzia in particolare quando siamo all’aperto, a causa del display evidentemente energivoro con la sua super luminosità, e probabilmente anche a causa di una gestione delle risorse un po’ lasciva, che punta prima di tutto alle performance.

Software

A bordo di OnePlus 6 troviamo la Oxygen OS basata su Android 8.1 Oreo, con una personalizzazione che ormai è classica per gli smartphone OnePlus.

Rispetto ad Android puro le modifiche non sono molte e si concentrano sul fornire piccoli dettagli e funzioni per migliorare la user experience, inoltre ogni parte è costruita per rendere ancor più l’idea di velocità, sono quindi limitate al massimo le animazioni e le app si aprono istantaneamente, prima ancora di caricarne i dati.

Non ci sono particolari novità da segnalare, tolta la Gaming Mode, che consente di massimizzare le prestazioni e non essere disturbati nelle sessioni di gioco, presente la modalità di lettura che rende lo schermo in bianco e nero e abbassa la luminosità per non affaticare lo sguardo.
C’è la possibilità di applicare un tema scuro e di scegliere il colore principale degli elementi grafici, inoltre non mancano diverse gesture per il controllo dello smartphone a schermo spento.

Come sul OnePlus 5T troviamo la navigazione nel sistema tramite gesture, che si è rivelata più efficace del previsto, sicuramente migliore nella pratica rispetto a come si potrebbe pensare vedendo le scarne animazioni che corrispondo ai vari gesti.

Il notch si può escludere lasciando la parte alta (le corna) completamente nere a fungere da secondo display per la status bar, a tal proposito vale la pena sottolineare che le notifiche sono gestite bene ma la presenza della tacca obbliga ad alcuni sacrifici dovuti al minore spazio disponibile.
Ad esempio non potrete abilitare la visualizzazione della percentuale di carica affiancata alla batteria e le icone corrispondenti alle notifiche saranno sempre solo 3, a cui si aggiungeranno 3 punti di per indicare la presenza di altri contenuti visibili solo espandendo la tendina delle notifiche.

Stranamente mancano le gesture sul sensore di impronta, così come la gesture che permette di rispondere portanto il telefono all’orecchio.

Presente ed estremamente rapido lo sblocco con il riconoscimento del volto, la precisione ci è sembrata la stessa del fratello maggiore 5T ma sembra migliorata leggermente con poca luce.
In ogni caso, combinando il lettore di impronte digitali posteriore e lo sblocco con il riconoscimento del volto, avrete un sistema sempre pratico e ben funzionante in ogni condizione.

In conclusione

Siamo alle battute finali della recensione di OnePlus 6, proposto a partire da 519 Euro per la variante 6/64 GB, 559 Euro per la 8/128 e 619 Euro per il modello con 8 GB di RAM e 256 GB di memoria interna.

Dal OnePlus 5T c’è stato un bel salto in avanti, i miglioramenti pià evidenti li abbiamo trovati sulla cura e qualità costruttiva e sul comparto fotografico, per il resto rimangono tutti i punti di forza che storicamente contraddistinguono gli smartphone OnePlus, primo fra tutti le straordinarie e durature prestazioni.

Ormai è tempo per OnePlus di competere ad armi pari con i principali top di gamma, senza alcun timore reverenziale e puntando sui punti di forza del suo gioiellino, tra cui entra a pieno titolo il senso di appartenenza ad una community e quella sensazione tutta “Cupertiniana” di avere per le mani un oggetto esclusivo.

Da oggi è possibile acquistare OnePlus 6 anche su Amazon e questo siamo certi spalancherà le porte ad ancora più acquirenti, i prezzi rimangono gli stessi dello store ufficiale.

Migliori offerte per OnePlus 6

PAGELLA

Display:
8.8
Ergonomia:
7.3
Hardware:
9.7
Software:
8.8
Batteria:
8.3
Fotocamera:
9.5
Qualità/prezzo:
8.8
Materiali:
10
Audio:
8.3
Esperienza Utente:
9.8
VOTO GENERALE:
9.0

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • MAT7

    Ho da poco acquistato OP6 “spettacolo” vengo da un iPhone 6 quindi il salto è davvero alto…sto provando ad impostare il doppio tocco per spegnere lo schermo, con le nuove gesture del OP6, ma ho trovato solamente il doppio tocco per accendere lo schermo. Sembra come se il doppio tocco per spegnere lo schermo sia utilizzabile esclusivamente con i tasti soliti di Android…qualcuno mi può aiutare?

    • Luca De Guida

      Se non hai risolto posso aiutarti io.

      • MAT7

        Sinceramente non ho risolto, o meglio come scritto anche nel messaggio iniziale, ho trovato il modo per spegnere lo schermo con il doppio tocco sul tasto home (metodo tradizionale Android) però utilizzando le nuove gesture di OP6 non sono riuscito…sai come si fa?

        • Luca De Guida

          Niente di più semplice. Se hai il launcher stock dell’Oneplus 6,premi in un punto vuoto dello schermo e vai in impostazioni home. Una volta li metti la spunta all’opzione doppio tocco per bloccare.

          • MAT7

            Era semplice, però non ho capito perché non metterlo vicino alla voce “accendi schermo con doppio tocco”.
            Comunque sei stato un grande! Grazie mille. È una funzione indispilensabile!!

          • Luca De Guida

            Boh. A volte le aziende fanno delle scelte strane però l’importante è mettere funzioni come queste. Comunque di nulla :)

          • MAT7

            Un’altra domanda, immagino che sei possessore di ONEPLUS…per quanto riguarda la ricarica della batteria è consigliato farla sempre con la Dash Charge o è meglio munirsi di un caricatore standard con cavo tipo c? Tutto questo per capire se si usura più velocemente la batteria o no…grazie

          • Luca De Guida

            Ho avuto il Oneplus One, il 3 e ora ho il 6. La ricarica Dash è un tipo di ricarica che scalda il caricatore e non il telefono. Non ci sono problemi se lo vuoi caricare lentamente o con il caricatore fornito in dotazione. Ti posso assicurare che questo è il Oneplus migliore in autonomia che abbia provato. https://uploads.disquscdn.com/images/5a5ace04ebab371bf6771097731ea6f2869b0378e156c9ce3ed1ee7636960a80.jpg

          • MAT7

            Si effettivamente anche a me dura molto la carica!! Era per capire in quanto neofita di ONEPLUS se per la tua esperienza, usare in maniera frequente ed esclusiva la carica Dash fosse peggio che non tornare al caricatore standard… momentaneamente ho solo il caricabatterie Dash dato in dotazione con il telefono

          • Luca De Guida

            Zero problemi avuti con le batterie di questi telefoni. Ovvio però che a lungo andare queste calano. Mio padre ha ancora il mio Oneplus One e dopo 4-5 anni è ancora una scheggia. L’unica parte sostituita appunto, la batteria. Tra l’altro assistenza Oneplus veramente ottima.

          • MAT7

            Ok grazie!!

          • Lorenzo Caffé

            Ciao Luca, ho visto che sei stato possessore anche di Op3, il mio va ancora bene eccetto per l’autonomia (non è mai stato il suo forte). Mi consigli il passaggio a Op6 o posso aspettare un altro po’ prima di un notevole miglioramento? Grazie.

          • Luca De Guida

            Parto dal presupposto che i Oneplus vanno tutti bene. Ovviamente il 6 è più veloce del 3. Dipende da cosa cerchi nel telefono. Se ti piace l’ultimo modello, il notch, l’estetica del 6 e pensi solo alle prestazioni ovvio che ti consiglio il passaggio. Altrimenti il 3 va più che bene. Se hai un problema di batteria puoi fartela sostituire per una 40ina di euro e risolvi. Alla fine ripeto a parte le prestazioni e l’estetica la oxygen resta quella più o meno (mi sembra che anche sul 3 sia stato introdotto lo sblocco facciale e le gesture). Può esserti utile il Bluetooth 5.0. Comunque alla fine sta a te. Io ho aspettato sempre 2 anni per cambiare. Ovvio che te lo consiglio OP6.

          • Lorenzo Caffé

            Grazie mille. Sì, lo sblocco facciale è presente dall’ultimo aggiornamento e funziona molto bene. Nel caso allora se dovessi comprare Op6, lo farò per l’autonomia e per la fotocamera che sembrerebbe un notevole passo avanti, oltre alle prestazioni sicuramente migliori.

          • Luca De Guida

            Si la camera è migliorata molto,sia quella anteriore che posteriore. Diciamo che l’unico difetto dei Oneplus è sempre stata la camera ma dal 5T in poi sono quasi perfette. Comunque fammi sapere se hai intenzione di prendere l’OP6, almeno ti faccio risparmiare 20 euro.

          • Lorenzo Caffé

            Se riesco a vendere il Op3, lo compro subito. Nel caso contrario forse lo prenderò a metà luglio. Se dovessi prenderlo ti contatto ;). Grazie.

          • Luca De Guida

            Di niente :)

  • FBP

    Posso capire una singola cosa? Nella confezione BASE che c’è? Cavo rosso e adattatore a muro dash charge e cover “base” trasparente? Non c’è bisogno di prendere il pacchetto col caricabatterie, no? Insomma è già incluso e a riprenderlo me ne ritroverei 2?

    • dafuq

      Cavo, caricatore e cover trasparente incluse

  • Giorgio

    È vero che la vibrazione con OP6 in tasca si sente pochissimo?? Leggo che è un problema già dai tempi di OP5T

    • Lorenzomx

      Non ho provato oneplus 6, ma il 5t ha una vibrazione orrenda

    • dicolamiasisi

      ma no…va bene

    • Walter

      Nessuno ti può ancora rispondere, se non chi lo ha provato nelle versioni pre-market. Per saperlo davvero devi aspettare i feedback dei primi acquirenti. Cmq la vibrazione dei Oneplus, specie il feedback aptico della tastiera, è sempre stata deboluccio.

    • dafuq

      Ho il 5t e la vibrazione la sento senza problemi. Non so cosa voglia dire “vibrazione orrenda” sinceramente. Forse perchè non cambiando molti device non ho modo di comparla, o forse perchè non ho particolari esigenze

      • PAOLO ZANNATO

        Con Motorola ti vibrano i coglioni altro che perdere notifica o telefonata.

  • emiliano raponi

    Usando l’interfaccia con le gestures quindi togliendo la navigation bar si perdono il doppio tocco per spegnere e riattivare lo schermo?sarebbe un vero peccato

    • Flagship

      NO

  • JakoDel

    Io sinceramente questa grande velocità in più rispetto a un gs9 non la vedo, e se devo pagare 50€ in più per avere TUTTO meglio, ben venga. (ovviamente a parte quel filino di prestazioni in più del 6, ma quest’ultimo avendo android simil-stock è avvantaggiato, al massimo con l’s9/s9+ proverei a metterci una LineageOS o mi farei direttamente una AICP unofficial). Io quest’anno terrei d’occhio a Smartisan, con il suo R1 che sembra una bomba

    • dicolamiasisi

      S9+ consuma troppo e ha uno sblocco molto lento

      • Flagship

        Quanto fa con un litro?

        • dicolamiasisi

          arrivi a fine giornata se viaggi in discesa e col vento a favore

  • Fabio Di Giuseppe

    Ma come fare per avere la barra di ricerca con i bordi arrotondati?

    • Matteo Virgilio

      Vizorg Widget, app gratuita su PlayStore

      • Fabio Di Giuseppe

        Grazie!

  • webcultura

    Voto giusto. I reparti foto e video è giusto lodarli, anche colleghi di altre nazionalità hanno fatto lo stesso. In giro ci sono video comparazioni che dimostrano il tutto… aspettiamo anche i vostri confronti ;)

  • Ci sono delle cose che ho recriminato in passato a One Plus, la mancanza di originalità, il 5 era la copia sputata di iPhone, il 5t Copia si Samsung, finalmente il 6 ha trovato una sua identità specifica, il vetro opaco che sembra metallo dovrebbe essere il loro marchio di fabbrica, la bellezza del metallo con la comodità del vetro. Hanno reso il telefono semi resistente ad i liquidi, finalmente un device che convince. Non sono un estimatore del marchio e non voglio di certo elogiarla se non per i suoi meriti, credo gli vada asserito il merito di essere l’unica casa che ha proposto un nuovo top di gamma, ad un prezzo inferiore dell’anno precedente. Pur mancando la ricarica wireless che vedremo probabilmente nella versione T, questo telefono mi piace davvero tanto. Spero che non cambia questa idea che ritengo vincente.

  • Tom

    Molti recensori ritengono la fotocamera inferiore a quella degli altri top…

    • Matteo Virgilio

      Ognuno ha la sua opinione, arriveranno confronti con molti sample fotografici.

    • Nicola Frascino

      boh io ho sentito e letto ovunque che se la gioca con gli altri top, e che magari rimane un filo sotto ma si parla di differenze irrisorie

  • RVKS

    La fotocamera, almeno lato sensore, è inferiore al Mi Mix 2S. Lato software conta poco tanto ci si sbatte la GCam sopra e si tira fuori il meglio che può fare l’HW.

    Matteo, se fra i confronti annunciati ce ne fosse uno proprio contro il Mi Mix 2S sarebbe molto interessante, dato che ormai Xiaomi sembra essere la nuova Oneplus per il discorso prezzo/prestazioni – il 2S si trova spesso a circa 415€ su Gearbest!

    • Fei99

      Guardiamo la completezza, la camera Omnivision frontale del mix é imbarazzante nella sua scarsezza, senza parlare del dover rovesciare il telefono ogni benedetta volta per farsi un autoscatto.

      • RVKS

        Vero, parlavo solo della fotocamera principale, mille volte più importante imho. Comunque il fatto di dover rovesciare il telefono non credo sia niente di traumatico, ma sì la qualità delle foto con la quella cam è sicuramente inferiore.

    • Matteo Virgilio

      Non è inferiore lato sensore, sono due strade completamente diverse ma non è detto che una sia migliore dell’altra, in ogni caso al momento mi mix 2s fa foto inferiori a OP6, arriverà un confronto ;)

      • RVKS

        Grande! ;) Spero in un accenno alla situazione con l’implementazione dell’API Camera2 su OP6 dati i problemi di OP5T con la camera Google. Il fatto che sugli Xiaomi non ci siano problemi da questo punto di vista credo sia un bel plus.

    • Flagship

      GearBest= zero garanzia
      OnePlus lo compri su Amazon che ha una garanzia imbattibile.
      Inutile confrontare due cose così diverse.

      • RVKS

        Gearbest = 1 anno di garanzia, 2 se Gearbest Italia.

        • Flagship

          Si prego.. Auguri se ne avrai davvero bisogno.

  • asdlalla3

    https://www. oneplus. com/it/6-sweepstakes?referralCode=d617pfmi
    Dai che se vinco ve offro a bè

  • Stefano

    Al prezzo attuale forse preferisco LG V30: Radio FM, IP68, Stereo, Fotocamera grandangolare, schda SD….

    • asdlalla3

      Lg non si comporta molto bene in quanto ad aggiornamenti (ed avere un telefono morto dopo un anno è scocciante)
      Al limite io preferirei un P20 Pro o un S9+ anche se mi sembra siano più alti di prezzo di circa 150 euro (v30 non saprei ma credo almeno 70-100 in più dello oneplus ce ne vogliano – cazzata costa uguale)

      • Walter

        In merito agli aggiornamenti, sembrava la descrizione del Oneplus 3T…

  • Giuliano88

    Ha sicuramente delle qualità… ma ha anche svariati difetti e mancanze

  • Max Leo

    L’ho prenotato su Amazon per un confronto con il mio Huawei Mate 9…. Vedremo come si comporta su cose realmente importanti come ricezione, audio e batteria…. Se. Non mi convincerà lo rispediro’ al mittente😁

  • Walter

    Voto esageratamente generoso…

    • Manciu

      Si, soprattutto sulla fotocamera che a detta degli altri recensiori è un po’ sottotono.

      • Matteo Virgilio

        Se permetti mi baso sulle mie considerazioni per il voto, non su quelle di altri recensori.

        • Walter

          Lecito, ma se tutti gli altri sono concordi nel definire la fotocamera al di sotto delle aspettative, il tuo 9,5 diventa quanto meno un voto opinabile. Non è per contestare la tua opinione, ma è più attendibile un parere pressoché unanime di uno totalmente entusiasta, ma in netto contrasto con gli altri.

          Soprattutto quando il protagonista della recensione è un prodotto controverso come i Oneplus.

          • Flagship

            Lecito, ma se tutti gli altri sono concordi nel definire la fotocamera al di sotto delle aspettative—-> Non la definiscono al di sotto delle aspettative, ma globalmente un gradino sotto ( essenzialmente in notturna ) rispetto a S9, Pixel 2 o P20 pro. E ci può stare tranquillamente visto il prezzo al lancio di questo telefono rispetto ai competitors

          • Walter

            Io non sto discutendo che ci possa stare o meno che sia un pelo sotto agli altri, sto discutendo che in questa recensione non traspaia e che sia stato dato un esagerato 9,5 come voto alla fotocamera, stesso voto dato dallo stesso recensore alla camera di Pixel 2XL… permetti che non mi sembra ragionevole, se confronto questa valutazione con la media delle altre che trovo sul web?

            Resta un’opinione, la mia, nonché una critica costruttiva.

Top