Recensione HTC U11 Life – Anche HTC si butta nel mondo Android One con una interessante proposta di fascia media, sembra che il progetto di Google per diffondere Android puro sia stato preso definitivamente sul serio dai brand e ci auguriamo che questo trend possa continuare anche il prossimo anno, sarebbe una bella notizia per il mercato e per noi consumatori.

Senza perderci troppo in chiacchiare arriviamo subito al sodo, ovvero alla recensione di HTC U11 Life, uno smartphone con un prezzo di listino un po’ alto ma una scheda tecnica di ottimo livello e il cuore puro di Android ad animarlo.

Se poi di mezzo c’è un brand storico e importante come HTC, allora gli ingredienti per un risultato interessante ci sono tutti, scopriamo come è andato il nostro periodo di test.

Video recensione di HTC U11 Life

Unboxing di HTC U11 Life

Vale la pena spendere qualche parola per la confezione che vede la presenza, oltre al carica batterie e al cavetto USB Type-C, di un buon paio di cuffie U-Sonic cablate con ingresso Type-C, ideali per funzionare al meglio con il sistema di riduzione del rumore di fondo integrato nello smartphone.

Hardware & Connettività

HTC U11 Life è equipaggiato con un processore Qualcomm Snapdragon 630, medio gamma realizzato a 14 nm, un SoC che deriva dal tanto apprezzato Snapdragon 625, da cui eredita le caratteristiche prestazionali e di attenzione ai consumi, migliorandolo in tutta la parte di connettività.

La RAM a disposizione è di 3 o 4 GB a seconda della versione, mentre la memoria interna è da 64 GB nella variante disponibile all’acquisto in Italia, in ogni caso espandibile fino a 2 TB con microSD.

Ottima la dotazione d sensori con accelerometro, giroscopio,magnetometro, sensore di luminosità, prossimità e arricchida da un LED di notifica e da un veloce lettore di impronte digitali presente frontalmente e accompagnato da due tasti soft-touch retroilluminati.

Anche su HTC U11 Life è presente la tecnologia Sense Edge, che rende sensibili alla pressione i bordi dello smartphone e permette di attivare varie funzionalità semplicemente “stringendolo” nel palmo della mano.

La connettività prevede lo scambio dati LTE di Cat. 11, Bluetooth 5.0, GPS, NFC e WiFi ac, non è presente la radio FM.

Parte telefonica e antenne

Ci siamo trovati molto bene con le funzioni telefoniche di HTC U11 Life, ha una buona ricezione del segnale e non ha dimostrato alcuna criticità per quanto riguarda Bluetoooth e WiFi.
Ottima la navigazione GPS, per la quale non dobbiamo sottostare a rinunce sui sensori impiegati.

La parte audio è buona da capsula auricolare ma scarsa dall’altoparlante.

Prestazioni

Abbiamo incontrato device di questa fascia di prezzo più veloci di HTC U11 Life, a maggior ragione prodotti equipaggiati con lo stesso hardware.
Fin da subito abbiamo avuto l’impressione che questo Android One fosse un po’ fermo sulle gambe, poco scattante e reattivo soprattutto nell’apertura delle applicazioni.

Nulla di drammatico ma le potenzialità per prestazioni migliori ci sarebbero tutte.
Dovete comunque essere utenti esigenti per accorgervi di qualche rallentamento, diversamente potrete godervi la navigazione web e anche un po’ di gaming senza alcun fastidio.

Ergonomia, Design & Materiali

I materiali con cui è realizzato HTC U11 Life lasciano un po’ a desiderare: in un momento in cui tutti puntato su alluminio o vetro, anche sulla fascia media, la casa taiwanese va per la sua strada proponendoci uno smartphone completamente in plastica.

Esteticamente è gradevole, semplice nelle linee ma pulito ed elegante, il design è quello di HTC U11, con dimensioni ridotte che favoriscono notevolmente l’ergonomia.
Inoltre il peso di soli 142 grammi si fa davvero apprezzare, così come la presenza della certificazione IP67 contro acqua e polvere.

Il problema però è nel touch & feel economico che trasmette tenendolo in mano, la cover posteriore per altro flette vistosamente nella parte centrale, come se sotto ci fosse dello spazio vuoto, scricchiola, si riempie di ditate e si riga molto facilmente.

Insomma, buono il design, ottima l’ergonomia ma quella sensazione di cheap non piace proprio a nessuno.

Display, Audio & Multimedia

Il display da 5,2 pollici SLCD IPS ha risoluzione FullHD, una buona unità che si piazza nella media dei dispositivi venduti attorno ai 400€.
Non stupisce per neri poco profondi e una retroilluminazione non potentissima, ma nel complesso possiamo dire che è un bel display, brillante e ben leggibile in ogni condizione di luminosità.
Positivo anche il trattamento olefobico del vetro protettivo Gorilla Glass 3 con lavorazione 2.5d.

Come già detto il comparto audio non è un granché da altoparlante, ma si fa perdonare grazie al sistema integrato U-Sonic, che vi farà immergere in un’esperienza sonora personalizzata e unica basata sulle nostre caratteristiche fisiche.
Abbiamo già incontrato U-Sonic su HTC 10 e U11 ed è positivo che sia stato riproposto anche su questo device di fascia più bassa.

Il rovescio della medaglia è l’assenza del jack audio da 3,5mm, completamente ingiustificata visto che lo smartphone non è né ottimizzato frontalmente né possiede una grossa batteria.

Fotocamera

HTC U11 Life ha una fotocamera principale da 16 MP con ottica non stabilizzata F/2.0 e una selfie-cam da 16 MP senza AF, con apertura F/2.0.
Un comparto fotografico che potremmo definire “classico” che però promette bene sulla carta.

Le performance non deludono in diurna, le immagini sono dettagliate e perfettamente calibrate sul bilanciamento del bianco. C’è una buona gamma dinamica e la funzione HDR automatica entra in funzione in modo opportuno e con ottimi risultati.
Belle le macro così come i panorami e i ritratti, un comportamento convincente che però non riesce a ripetersi altrettanto bene quando cala la luce.
Non che le foto vengano male, anzi, siamo su livelli che ricalcano la fascia media, però i dettagli si perdono e spesso si palesa un vistoso micromosso.
Sempre bene il bilanciamento del bianco, una nota certametne positiva.

I selfie sono anch’essi di buon livello, sia di giorno che di notte siamo un poco sopra la media dei diretti competitor.
Nei video non andiamo oltre il FullHD a 30 fps, in compenso la stabilizzazione digitale funziona alla grande.

Batteria & Autonomia

La batteria da 2600 mAh ci ha stupito, intendiamoci, la capacità è piuttosto deludente visto che comunque HTC U11 Life non è proprio ottimizzato in termni di dimensioni, però alla prova dei fatti l’autonomia è più che buona e ci permetterà di coprire circa 5h di schermo attivo in un giorno e mezzo di autonomia.

I consumi in standby sono praticamente nulli, segno che Android 8.0 Oreo lavora bene e ipotizziamo, tutto l’hardware è calibrato verso una configurazione conservativa piuttosto che alle prestazioni.

Software

HTC U11 Life arriva sul mercato già aggiornato ad Android 8.0 Oreo, con Project Treble attivato che dovrebbe garantire aggiornamenti tempestivi e semplici da realizzare per il brand.
In realtà il vantaggio è doppio, perché si tratta di uno smartphone Android One, ovvero equipaggiato con la versione pura di Android, il cui sviluppo è seguito direttamente da Google.

HTC ha però voluto aggiungere alcune chicche, tra cui Sense Edge e U-Sonic, due funzioni che costituiscono un deciso valore aggiunto per il prodotto.
Sense Edge è stato implementato in maniera molto intelligente, non solo potremo personalizzare le azioni per una “stretta” veloce e una prolungata, ma app per app potremo assegnare funzioni personalizzate e scelte tra tutte quelle possibili per una determinata app.
Una semplice configurazione vi farà scegliere a cosa far corrispondere uno “sqeeze”, ad esempio potrete usarlo per passare alla traccia successiva mentre ascoltate musica, inviare una mail, registrare un messaggio vocale su WhatsApp e qualunque altra cosa possa venirvi in mente per ogni app installabile sullo smartphone.

Per il resto Android 8.0 è una ciambella uscita col buco, funziona benissimo in tutti gli smartphone in cui l’abbiamo visto all’opera, porta interessanti novità come le notifiche posticipabili, le icone dinamiche, l’autofill dei campi di testo e un nutrito numero di miglioramenti sotto il cofano.

In conclusione

Concludiamo la recensione di HTC U11 Life, proposto a partire da 395 € e scontato di 40€ acquistando sul sito ufficiale.

E’ uno smartphone che ci è piaciuto nel complesso, è concreto, completo tecnicamente e con un software fresco e piacevole grazie alle aggiunte di HTC sul già ottimo Android 8.0 Oreo.
Il progetto Android One è una garanzia sugli aggiornamenti per i prossimi due anni e il prezzo, un po’ altino,  è destinato a scendere nelle prossime settimane.

Cosa non ci è piaciuta è la qualità costruttiva, il touch&feel lascia alquanto a desiderare ma è un aspetto su cui potremmo anche passare sopra e di cui ci si dimentica applicando una cover.
Piuttosto il problema di questo smartphone è il suo time to market, arriva in un momento in cui tutte le carte sono già state scoperte, gli smartphone top di gamma si sono svalutati, quelli mediogamma si trovano a metà del listino iniziale e non sarà facile per lui emergere senza particolari caratteristiche che lo elevino rispetto alla concorrenza.

Pagella

7.8
Display
8.8
Ergonomia
8.6
Hardware
8.8
Software
8.0
Batteria
7.6
Fotocamera
7.5
Qualità/prezzo
7.0
Materiali
7.3
Audio
8.5
Esperienza Utente
8.1
Altre offerte