Qualcomm Snapdragon 810 e 808 nel 2015: nessuna speranza per Nexus 6

Qualcuno ci spera ancora, altri hanno abbandonato la speranza qualche giorno fa. Il Nexus 6 non moneterà un chipset con architettura a 64 bit e a confermarlo, non direttamente, è il Direttore Capo del reparto Marketing di Qualcomm.

Egli ha ribadito, in alcune dichiarazioni, ciò che l’azienda aveva già comunicato in occasione della presentazione: i SoC Snapdragon 810 e Snapdragon 808 saranno in commercio a bordo dei primi dispositivi solamente a partire dal primo semestre del prossimo anno.

I chipset sample sono già stati spediti ai vari produttori che hanno mostrato interesse, in modo che potessero iniziare a lavorarci già da adesso. Questo significa che il Nexus 6, nonostante a bordo abbia un sistema operativo con il supporto al 64 bit, monterà un processore a 32 bit, con tutti i limiti del caso.

Vien da sé che lo Snapdragon 805 è come se fosse confermato, considerate anche le molte indiscrezioni emerse negli ultimi giorni. A questo punto, se dovessimo azzardare qualche ipotesi, diremmo che i primi dispositivi con i nuovi Snapdragon 810 e Snapdragon 808 li vedremo probabilmente, per la prima volta, al MWC, o magari al CES. Mettetevi l’anima in pace, il Nexus 6 non avrà un processore a 64 bit, cosa che dovrebbe avere invece il Nexus 9.

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Pingback: Sony al lavoro su Xperia Z3X? - Tutto Android()

  • Alessio Guaglianone

    Mi sa che le aziende non hanno capito che di Potenza ne abbiamo fin troppa vogliamo la durata della batteriaaaa

  • Emanuele

    Il 64-bit NON serve fin quando non si passa a più di 3GB di RAM installata.

    Molti stanno ignorando il fatto che un processore a 64-bit ha istruzioni più lunghe. Istruzioni più lunghe significa che a parità di tutto si ha una maggiore occupazione di memoria.

  • fla

    ma l’I phone non monta un dual core?

  • Francesco Della Morte

    Piccola nota grammaticale: non monEterà.
    Comunque, il 64bit non dà certamente differenze prestazionali allucinanti, ragazzi dai il 90% dei consumatori c’ha messo più di 8 anni sui PC ad adottare i 64 bit, che era già disponibile a Windows XP e nessuno se lo ca*ava di striscio, e alla fine il mercato ci ha “forzati” vendendo dispositivi 64bit-only, e in ogni caso su un PC posso anche capire la necessità del 64 bit, ma sul telefono per me è totalmente inutile. Un 32 bit andrà bene ugualmente. Basta guardare i videoconfronti tra Nexus5 e iPhone6, praticamente quasi identici. Non vuole essere una critica all’iPhone, però per me è inutile per il momento montare 64 bit sugli smartphone, anche perché a mio avviso i produttori stanno cominciando già da un paio d’anni a fare passi da giganti un po’ troppo frettolosamente. Gli smartphone ormai sono di gran lunga più potenti del mio notebook attuale (RAM a parte) avendo processori quad core, e processori grafici che sul mio nemmeno c’è la scheda video. Ma poi che ce ne facciamo? Nulla. Mica devo far girare AutoCAD o 3Ds Max sul mio telefono???

  • Juanito82

    considerazione.
    lo scorso anno i rumors e le notizie leaked riguardo il nexus5 si sprecavano, arrivammo alla noia per i “soliti” 2-3 articoli quotidiani, quest’anno di nexus6/nexusX/nexusVattelapesca si parla poco e niente, più che altro si parla di probabile nexus quando escono rumor su nuovi prodotti di motorola, ma niente di neanche lontanamente paragonabile allo scorso anno.
    poichè 801 e 805 sono sostanzialmente versioni overclocked dell’800 (gpu dell’805 esclusa), non può essere che quest’anno causa upgrade hw molto vicino allo zero stiano aspettando per lanciarlo nel 2015 con hw nuovo?

    • Eros Nardi

      Bisogna capire da dove venivano i leaks dello scorso anno.. era forse LG che si lasciava sfuggire ogni tanto qualcosa?
      Magari Motorola tiene più sotto controllo le fughe di notizie.. Basta vedere che su Moto X erano uscite una serie di indiscrezioni fantasiose poi prontamente smentite all’evento ufficiale (tipo il presunto zoom ottico).
      Ed in effetti preferisco così: troppe informazioni trapelate portano a scopiazzamenti, perdita di hipe, delusioni se manca qualcosa

    • L’anno scorso Google voleva farne parlare, quest’anno no. C’è da tenere in considerazione poi che @evleaks non è più attivo…

  • Giuseppe

    ovvio, ci devono ”spennare” prima con l’801 e poi con l’805…

  • Gian Luca

    Non per creare false aspettative o alimentare discussioni più o meno accese, ma avevo letto da qualche parte che ipotizzavano anche l’utilizzo di una CPU mediatek a 64 bit per il Nexus 6…. Comunque si, questo 2014 non è che stia regalando dei punti di riferimento per gli smartphone…. E teniamoci ancora per qualche tempo questo galaxy s2

  • Premesso che attualmente una CPU a 64bit non porta alcun valore aggiunto… non è mica detto che Google non abbia richiesto una CPU specifica per i suoi nexus. Ricordiamo lo Snap del nexus 7 2013, una via di mezzo fra S4 e S600

    • seee

      correggimi se sbaglio , ma lo snapdragon 600 e il rebrand overclockato del s4 , il nexus 7 2013 ha il processore snapdragon 600/s4 (che sono la stessa cosa ) clockato a 1,5ghz , come xperia z e nexus 4 per esempio , che hanno il nome snapdragon s4.. in pratica cambia solo il nome e 0,2ghz di clock , ma siccome il nexus 7 2013 e a 1,5 ghz ci hanno lasciato il nome di quando era a 1,5.. un po come se prendessi uno snapdragon 801 e portassi la cpu a 2,3ghz , (senza considerare velocita delle ram e gpu )

  • Fabrizio Catena

    Basta che migliorino l’audio e riducano le cornici.

  • Piero 64

    Da possessore di note 3 dico che il 2014 “ha già dato”, nel senso che non vale la pena passare a note 4 o z o altro.
    Aspettiamo il 2015 e vedremo cosa avranno da dire gli 810 con le nuove architetture. Per ora stop, relax.

  • Hesher

    Tanto non serve a niente un processore a 64 bit su uno smartphone.

    • Gabriele Molinarolo

      sei un ingegnere Qualcomm in incognito?

      • Maurizio

        Fortunatamente non serve una laurea in ingegneria per capire che 64 bit su uno smartphone sono inutili tanto quanto un preservativo in mano a un neonato :/
        …lasciamo ad Apple l’esclusiva di questa ca****a

        • Gabriele Molinarolo

          quindi fammi capire, non servono i 64 bit (che notoriamente velocizzano l’esecuzione di codice javascript in modo notevole), ma servono quad e octacore? Ma possibile che pur non avendo alcuna competenza in merito voi sappiate solo criticare le scelte di ingegneri che su queste cose ci campano?

          • Maurizio

            Grazie per averci aperto gli occhi ;) speriamo che anche gli ingegneri Google leggeranno il tuo commento, cosí avremo tutti il telefono a 64 bit, e potremo fare le chiamate alla ragazza e le selfie a velocitá snodata!

          • Gabriele Molinarolo

            C’e’ una grossa differenza semantica tra il dire che qualcosa e’ indispensabile e che non serva a nulla. Non capisco che ci guadagni a sputare sui miglioramenti, tanto volente o nolente in futuro anche tu avrai uno smartphone a 64bit. Comunque visto che mi sembri molto informato, che ne pensi di spiegarci quali sono i vantaggi di una CPU con istruzioni a 64bit rispetto a 32bit?

          • Maurizio

            Anche questo é vero… vabbe dai, vediamo dove finiremo con queste migliorie. Cmq abbiamo da aspettare ;)

          • I vantaggi di CPU 64 bit sono dati da un numero di registri superiore ed un set di istruzioni superiore.
            Avere più registri ti permette di utilizzare meno lo stack per salvare i registri correnti per poter effettuare un’operazione diversa che si appoggia comunque agli stessi registri.
            Senza offesa aver studiato architettura contrariamente a quanto detto sopra, serve per sapere quali sono le differenze, sopratutto se poi si è dovuto fare un esame di assembly e JVM.

          • Eros Nardi

            Notoriamente.. a chi? Puoi postare qualche link?

            Io ho trovato solo una recente comparativa http://www.makeuseof. com/tag/chrome-64-bit-vs-32-bit-for-windows-is-64-bit-worth-installing/ che mostra che i 64 bit non portano a questo aumento prestazionale strabiliante soprattutto in navigazione (il file js riporta un migliroamento di meno del 10%) se non peggioramento delle prestazioni e stiamo parlando di un ambiente dove i 64bit sono presenti da anni ovvero il mondo PC!

            Al contrario l’octa core (inteso come 4 processori potenti + 4 a risparmio energetico) li ritengo una gran cosa così come i processori aggiuntivi per gestire sensori e funzionalità (veti Moto X)

            In ogni caso concordo con la linea di pensiero che basta un dispositivo per iniziare a provare, sviluppare, ottimizzare per i 64 bit e il tablet è la scelta migliore per quantità di ram e tipologia di lavoro che svolte

          • Francesco Della Morte

            Velocizzano l’esecuzione del codice binario di una quota così irrisoria che è di gran lunga meglio aumentare la frequenza delle RAM e la velocità delle memorie interne del telefono. Se continuiamo così, andremo a finire nel classico “collo di bottiglia”, come voler avviare un rendering in 3Ds Max su un PC con un processore 16core @4,0GHz , 64GB di RAM con una frequenza di 200MHz e, ciliegina sulla torta, avere Windows installato su una penna USB 1.0 con velocità in scrittura di 150kb/s.
            Logico che le capacità il processore per fare il rendering le ha, ma la memoria impiegherà un’eternità ad indirizzare le istruzioni al processore e terminato il rendering ci vorranno ere geologiche per salvare il rendering di 10-15MB se non di più su una penna del genere, no?
            Allora non è meglio lasciar stare i processori, 64bit, 256bit ecc e concentrarsi più sulle cose più importanti che si stanno tralasciando? :

    • Dennis Zanetti

      Perché secondo te non vorranno arrivare ai 4GB di RAM sullo Smartphone? Io credo proprio di sì, quindi il processore a 64 bit diventa necessario :)

      • Francesco Della Morte

        Sì ma concordo con Hesher nel momento in cui di 4GB sullo smartphone non sai cosa fartene, considerato che in pratica inevitabilmente più aumentano i GB più sono “lenti” i telefoni, essendolo le memorie stesse che per essere davvero “veloci” avrebbero costi allucinanti aumentando quello complessivo. Se ti montano 4GB con una frequenza da 400Mhz, preferisco che lascino 2GB e portino la frequenza a 800.

        • Dennis Zanetti

          Su questo sono pienamente d’accordo con te, è chiaro che dovrebbero progredire allo stesso modo dei processori perché ne valga la pena :)

          • Francesco Della Morte

            Infatti. E poi, cosa più importante, i monitor. FERMATEVI CAZ***O! Ma che aumentate la risoluzione di un monitor per portarla a 400000000ppi, io sul Nexus 4 non li vedo i pixel ed è HD, inutile portare un monitor da 5” a 2K secondo me, che si concentrassero su altre cose, qua nelle case ci sono schermi da 50” “ancora” Full HD e questi vogliono mettere una risoluzione quasi doppia su un maledettissimo monitor da 5”. Allora perchè sugli schermi delle TV non mettono una 25k?
            Certe scelte purtroppo a mio avviso sono dettate solo dalle indagini di mercato. La gente non sa il fatto delle frequenza, vuole super-risoluzioni, e noi gli diamo super-risoluzioni con pixel grandi come la molecola di sodio della Rocchetta, risparmiando i soldi per investire in memorie più veloci.
            Per fortuna che nel mondo dei PC questo non succede ancora!

Top