A partire da oggi Latias e Latios, Pokémon leggendari della regione di Hoenn, entrano a far parte dell’universo di Pokémon GO. I due leggendari si differenziano per il colore (rosso il primo e blu il secondo) e per il sesso.

Inoltre, per quanto riguarda il gameplay, Latias è più “difensivo”, mentre Latios ha un’ottima statistica d’Attacco, che lo renderebbe molto utile, dal momento che i leggendari possono essere messi a guardia delle palestre.

I due Pokémon di tipo Drago/Psico sono stati ufficialmente introdotti nel gioco proprio oggi, 2 aprile, prendendo il posto dell’altro leggendario Lugia in qualità di raid boss.

A proposito dei nuovi leggendari, va detto che essi saranno specifici per regione. Latias farà la sua comparsa in Europa ed Asia, mentre invece Latios arriverà in America del Nord, America del Sud ed Africa. Il prossimo 5 maggio poi i due Pokémon si scambieranno posizione, di conseguenza tutti i giocatori avranno la possibilità di provare a catturare entrambi i raid boss.

Pokémon GO festival 2017

Nel mese di luglio 2017, Niantic decise di celebrare in grande il primo anno da record del gioco Pokémon GO, divenuto in breve un fenomeno di portata mondiale. Il Pokémon GO festival 2017 ha avuto luogo presso il Grant Park di Chigaco: 20.000 allenatori si sono riuniti per catturare Pokémon rari e riempire il proprio Pokédex.

L’idea iniziale si è però tradotta in un disastro per Niantic ed ora si ritroverà a rimborsare le spese sostenute dai giocatori per raggiungere il luogo e prendere parte al festival fallito, per un totale di circa 1,5 milioni di dollari.

Il Pokémon GO Fest 2017, come detto, è stato un clamoroso fallimento, Niantic non aveva tenuto in debita considerazione la situazione, in cui migliaia di giocatori si sono ritrovati a loggarsi contemporaneamente. Ne sono scaturiti problemi software e network, che hanno reso impossibile il corretto svolgimento dell’evento. Insomma, nel momento in cui il CEO di Niantic John Hanke ha preso la parola, il malcontento si era già ampiamente diffuso. Niantic ha avuto il buonsenso di rimborsare a tutti il costo del biglietto (20 dollari), più 100 dollari nel gioco ed un Pokémon leggendario. Ma questi tentativi di rimediare non sono bastati ad evitare una class action, finalizzata a far coprire a Niantic tutte le spese sostenute dai giocatori per raggiungere il luogo dell’evento e parteciparvi (hotel, trasporti e quant’altro. In conclusione Niantic, come anticipato, si ritroverà a pagare, in totale sborserà $ 1.575.000.

Potete scaricare o aggiornare Pokémon GO dal Play Store di Google tramite il badge sottostante.

Android app sul Google Play

Vai a: Pokémon GO chiede aiuto agli allenatori per una importante ricerca