Ecco i valori SAR di tutti i top di gamma del 2018, con sorprese fra i migliori

Ecco i valori SAR di tutti i top di gamma del 2018, con sorprese fra i migliori
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/12\/valori-sar-smartphone-top-di-gamma-2018.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/12\/valori-sar-smartphone-top-di-gamma-2018-460x276.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/12\/valori-sar-smartphone-top-di-gamma-2018-635x381.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/12\/valori-sar-smartphone-top-di-gamma-2018.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/12\/valori-sar-smartphone-top-di-gamma-2018.jpg"}, "title": "Ecco i valori SAR di tutti i top di gamma del 2018, con sorprese fra i migliori" }

“Il cane è il più fedele amico dell’uomo”, si sente dire spesso. Ma forse è arrivato il momento di aggiornare la massima di estrazione popolare, o quantomeno integrarla tenendo conto di quegli inseparabili compagni di avventura che sono diventati gli smartphone.

Tuttavia questi, a differenza dei cari e fedeli amici a quattro zampe, hanno delle controindicazioni importanti per la nostra salute per via delle radiazioni che emettono durante gli scambi con l’infrastruttura di rete. Una misurazione di questa pericolosità arriva dai valori SAR (tasso d’assorbimento specifico), che per legge devono rimanere al di sotto dei 2 watt per chilogrammo.

Il metodo SAR è obsoleto: è stato concepito nel 1996 quando gli smartphone non esistevano e a far comunicare il mondo in mobilità erano degli strumenti relativamente semplici come i cellulari, e da allora non è mai stato rivisto o aggiornato. Ma è l’unico parametro ad oggi in nostro possesso per valutare l’impatto sul nostro organismo di un prodotto rispetto ad un altro.

Quindi tra le novità dell’anno, quali sono i più “sicuri”?

  • Apple iPhone XS Max: Testa: 1.00 W/kg, Corpo: 1.00 W/kg, Trasmissione Simultanea (ST): 1.52 W/kg

  • Apple iPhone XS: Testa: 0.90 W/kg, Corpo: 0.99 W/kg, ST: 1.53 W/kg

  • Apple iPhone XR: Testa: 0.90 W/kg, Corpo: 1.10 W/kg, ST: 1.59 W/kg

  • Samsung Galaxy Note 9: Testa: 0.27 W/kg, Corpo: 0.76 W/kg, ST: 1.59 W/kg

  • Samsung Galaxy S9+: Testa: 0.36 W/kg, Corpo: 0.79 W/kg, ST: 1.59 W/kg

  • Samsung Galaxy S9: Testa: 0.35 W/kg, Corpo: 0.96 W/kg, ST: 1.59 W/kg

  • Google Pixel 3 XL: Testa: 1.35 W/kg, Corpo: 1.19 W/kg, ST: 1.59 W/kg

  • Google Pixel 3: Testa: 1.34 W/kg, Corpo: 1.34 W/kg, ST: 1.59 W/kg

  • LG V40 ThinQ: Testa: 1.27 W/kg, Corpo: 1.28 W/kg, ST: 1.59 W/kg

  • LG G7 ThinQ: Testa: 0.22 W/kg, Corpo: 1.06 W/kg, ST: 1.59 W/kg

  • OnePlus 6T: Testa: 1.34 W/kg, Corpo: 1.19 W/kg, ST: 1.59 W/kg

  • OnePlus 6: Testa: 1.26 W/kg, Corpo: 0.90 W/kg, ST: 1.53 W/kg

  • Xiaomi POCOPHONE F1: Testa: 0.72 W/kg, Corpo: 0.75 W/kg, ST: non disponibile

  • Sony Xperia XZ3: Testa: 0.14 W/kg, Corpo: 0.44 W/kg, ST: 1.08 W/kg

Spiccano, in negativo, le prestazioni dei Google Pixel 3 e di OnePlus 6T che hanno un notevole impatto (relativamente alle altre misurazioni) sulla testa di coloro che li utilizzano, emettendo 1,34 watt per chilogrammo di massa corporea.

Il più virtuoso invece è Sony Xperia XZ3, ma è degno di nota anche il risultato di LG G7 ThinQ. Tra gli smartphone più venduti al mondo fanno molto bene i top di gamma Samsung, con un massimo di 0,36 watt per kg del Galaxy S9+. Un po’ meno bene per Apple, con le emissioni degli iPhone che non sono tra le più contenute.

Fateci sapere nei commenti se è vostra abitudine controllare i valori di SAR prima di acquistare un nuovo smartphone e, nel caso, quanto impatta il valore delle emissioni nelle vostre valutazioni.

Fonte: Phonearena
Condividimi!