Decreto Uno contro Zero, da oggi il riciclo dei piccoli apparecchi sarà più semplice

Da oggi è in vigore il nuovo decreto denominato “Uno contro Zero”, che permetterà ai consumatori di riciclare piccoli apparecchi elettrici ed elettronici ormai obsoleti, in modo più semplice rispetto a come doveva essere fatto prima. Basterà portare il vecchio dispositivo o elettrodomestico presso un punto vendita, senza l’obbligo ad acquistare un nuovo prodotto equivalente.

Il decreto Uno contro Zero, prevede dei limiti per quel che riguarda l’apparecchio da riciclare e il punto di ritiro; infatti la misura massima del dispositivo non dovrà superare i 25 centimetri e i punti vendita cui è destinato tale provvedimento devono avere una superficie di almeno 400 metri quadrati.

Tale provvedimento viene introdotto in un momento in cui i piccoli apparecchi elettrici ed elettronici sono sempre più soggetti ad un’obsolescenza rapidissima, causata dal forte progresso tecnologico, soprattutto nel campo dell’alta tecnologia. Basti pensare che il Consorzio Remedia, uno dei più grandi operatori no-profit italiani nella gestione dei RAEE (Rifiuti Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche), ha gestito durante il 2015 oltre 33.000 tonnellate di rifiuti tecnologici domestici, che hanno consentito un risparmio di acqua pari a 659.845 metri cubi e 205 mila tonnellate di emissioni CO2eq evitate.

Non bisogna dimenticare che, il riciclo permette anche un forte risparmio in termini di materie prime per il paese; Remedia ha contribuito a ridurre i costi in importazione di materie prime per un valore stimato di ben 16 milioni di euro.

Oltre queste motivazioni, il rilascio del decreto è stato spinto anche dal fatto che entro il 2019, l’Italia dovrà raggiungere uno degli obiettivi imposti dalla Commissione Europea: dovrà gestire l’85% del totale dei RAEE generati dalle famiglie italiane o il 65% delle apparecchiature immesse sul mercato.

Fateci sapere il vostro punto di vista nel box dei commenti collocato di seguito.

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Danny Godhouse

    E li paghiamo pure questi ritardati

    • Manciu

      Di chi parli?

      • Danny Godhouse

        Quelli che fanno i decreti… Come si chiamano…

  • root

    Ma che senso ha questa norma… perché dovrei portare un dispositivo vecchio ad un negozio, quando ci sono già gli appositi centri di raccolta dove conferirli… inoltre fino a 25 cm (che poi di cosa, lunghezza, larghezza ?) cosa porti, un cellulare al massimo, forse un computer portatile, e il resto ? Alla fine mi pare una normativa inutile come poche…

  • Mod88

    A parte il fatto che l’Europa ha imposto questa legge (fosse stato per questo Governo stavamo freschi).
    25 cm al massimo si parla di telefonini o Navigatori . Meglio tenerseli nel cassetto, sicuramente riciclare porta risparmio di materie prime da importare, ma risparmio per chi ?!? Per me no sicuramente, riciclerei più volentieri tecnologie vecchie se mi venisse dato un corrispettivo (anche l’equivalente per un cappuccino e cornetto), ma perché dovrei regalare materie prime ?!?!

    • marco

      senza contare che chi risparmia con queste materie prime va poi a venderti i loro prodotti sempre al medesimo prezzo spropositato sempre più alto ogni anno!!

  • Simone

    Beh, l’idea di base non è affatto male ma le restrizioni imposte sono abbastanza ridicole. Se da una parte è vero che i dispositivi a diventare rapidamente obsoleti sono proprio quelli di piccola taglia (telefoni, smartphone, console, ecc) è anche vero che lo smaltimento di apparecchi leggermente più grandi (microonde come ha fatto notare mattia) potrebbe spingere le persone a disfarsi di apparecchi vetusti (anche se funzionanti) per apparecchi più nuovi e meno “energivori” (con un risparmio effettivo sulla bolletta).
    Spero che questa legge venga estesa ad altre categorie di apparecchi elettronici.

  • mattia

    misura massima del dispositivo non dovrà superare i 25 centimetri

    Ovvero? posso portare al max un telefono? già un microonde per esempio è ampiamente fuori misura??? se è così quale sarebbe il senso di questa cosa?

  • francesco

    Applausi! Era ora!

Top