WhatsApp, come applicazione di instant messaging piĂš utilizzata al mondo per via dei suoi quasi 100 miliardi di messaggi al giorno, è spesso il target prediletto di malintenzionati alla ricerca di metodi per entrare in possesso di informazioni personali e, in alcuni casi, di rubare l’account dell’applicazione di Facebook.

Attenzione a questa truffa via WhatsApp

In questi giorni, infatti, torna nuovamente a farsi preoccupante il numero di utenti che sta entrando in contatto con un tentativo di truffa veicolato tramite WhatsApp. Nello specifico, come avevamo visto qualche mese fa, diversi utenti nel riminese stanno ricevendo un messaggio con questo testo o una sua variante: “Ciao, ti ho inviato per errore un codice a 6 cifre, potresti ricordarmelo?“.

Il codice in questione, inviato tramite SMS, è quello necessario per l’attivazione dell’account WhatsApp. Il malcapitato che invia il codice a sei cifre al malintenzionato di turno, di fatto sta dando le chiavi del proprio profilo WhatsApp ad estranei. Le vittime della truffa potrebbero anche subire il furto di dati salvati all’interno del proprio smartphone come password, file, credenziali di accesso ad applicazioni bancarie e via discorrendo.

In questi casi è bene non dimenticare mai alcune semplici regole estremamente utili per tenersi al riparo da questi tentativi di furti:

  1. non fornire mai a nessuno i codici ricevuti tramite SMS, anche se la richiesta dovesse provenire da un contatto in rubrica;
  2. non aprire link esterni allegati in un SMS o in un messaggio ricevuto;
  3. attivare l’autenticazione a due fattori su WhatsApp tramite il percorso Impostazioni > Account > Verifica in due passaggi.

Potrebbe interessarti anche: cosa fare in caso di furto dell’account di WhatsApp