Si è concluso il terzo Huawei Eco-Connect Europe 2018 da cui sono emersi progetti immediati e futuri

Si è concluso il terzo Huawei Eco-Connect Europe 2018 da cui sono emersi progetti immediati e futuri
{ "img": {"small":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2022\/07\/huawei_logo_ifa18_tta_01.jpg","medium":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2022\/07\/huawei_logo_ifa18_tta_01-460x345.jpg","large":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2022\/07\/huawei_logo_ifa18_tta_01-635x476.jpg","full":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2022\/07\/huawei_logo_ifa18_tta_01.jpg","retina":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2022\/07\/huawei_logo_ifa18_tta_01.jpg"}, "title": "Si \u00e8 concluso il terzo Huawei Eco-Connect Europe 2018 da cui sono emersi progetti immediati e futuri" }

L’8 e il 9 novembre ha avuto luogo al Rome Convention Center il Huawei Eco-Connect Europe 2018, l’evento annuale più importante del brand cinese in terra europea giunto alla sua terza edizione, un’occasione perfetta per svelare nuovi partner globali e annunciare alcuni servizi.

Al centro di tutto è stato posto l’ecosistema, che si arricchisce di Huawei Video e In-App Purchase mentre è fissato per il 2019 il debutto di Huawei Assistant, Huawei Pay e la distribuzione ai partner di Huawei Ability Gallery. L’evento ha ospitato oltre 2.600 partecipanti e 800 partner in aggiunta a circa 1.000 tra studenti e start-up.

L’Italia fa parte della ristretta cerchia di paesi in cui è disponibile Huawei Video, insieme a Cina e Spagna. Al suo interno sono ospitati circa 4.000 titoli tra serie TV, spettacoli, cortometraggi, sport, documentari e film, contenuti fruibili con un abbonamento mensile da 4,99 euro.

Huawei Assistant non è, come invece potrebbe suggerire il nome, un assistente vocale in stile Amazon Alexa, ma una “suite di moduli progettati per offrire servizi premium agli utenti in modo intelligente e veloce” che debutterà in Europa a partire dal 2019. Offrirà informazioni sull’attività fisica, promemoria intelligenti in base allo scenario d’uso e un news feed con notizie locali e di tendenza.

Sulla novità probabilmente più interessante del lotto, Huawei Pay, l’azienda si è limitata a descriverne il funzionamento aggiungendo che arriverà “in alcuni paesi europei selezionati a partire dal 2019”.