Google ha creato uno strumento open-source dedicato agli sviluppatori, utile per la misurazione delle latenze audio e del tocco su dispositivi con sistema operativo Android o Chrome OS. Google WALT, questo il suo nome, deriva da uno strumento simile utilizzato, in passato, dal team di sviluppo di Chrome OS per testare la drag latency dei touchpad; il dispositivo si chiamava Quickstep.

Lo sviluppo di Google WALT è essenziale per la verifica delle latenze, cioè dei tempi morti necessari per lo svolgimento delle operazioni su un determinato dispositivo. Infatti, il dover attendere questi brevissimi periodi di tempo, generalmente nell’ordine di millisecondi, condiziona il giudizio del consumatore rispetto all’esperienza d’uso complessiva del terminale.


La causa di tali piccoli ritardi nello svolgimento delle operazioni da parte dello smartphone o del laptop, è riconducibile a vari fattori. Quando l’utente fornisce un input, in primis l’hardware deve recepirlo e i driver devono tradurlo; questo avviene prima che qualsiasi app riceva l’informazione relativa al comando fornito; una volta che l’applicazione ha reagito allo stimolo, sul display viene rappresentato l’output. Di conseguenza, essendo l’app parte centrale nel processo, gli sviluppatori sono, in parte, responsabili della fluidità del sistema.

latenza nexus

Con WALT, è possibile sincronizzare un orologio esterno con un dispositivo Android o Chrome OS, a meno di un millisecondo. Secondo Google, tale strumento misura le latenze in input e output separatamente piuttosto che mostrare la latenza totale. Il codice di WALT è pubblico, tuttavia è necessario l’assemblaggio di una struttura che è possibile mettere su tramite l’acquisto dei pezzi, che dovrebbero costare meno di 50 dollari.

Via