Google sta sperimentando un modo per sfruttare la sua ricerca come guida TV per le app di streaming

Google sta sperimentando un modo per sfruttare la sua ricerca come guida TV per le app di streaming
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/01\/App_Google_19_tta.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/01\/App_Google_19_tta-460x259.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/01\/App_Google_19_tta-635x357.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/01\/App_Google_19_tta.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/01\/App_Google_19_tta.jpg"}, "title": "Google sta sperimentando un modo per sfruttare la sua ricerca come guida TV per le app di streaming" }

Prima dell’era digitale in tutte le case era sempre presente la Guida TV cartacea per sapere cosa veniva trasmesso, su quale canale e quando.

In quest’ottica Google sta testando una nuova funzionalità che fornirebbe una sorta di versione digitale della vecchia guida cartacea, in modo che gli utenti possano sapere quali contenuti possono trovare e su quale app di streaming direttamente tramite lo strumento di ricerca di Google.

Recentemente un’utente di Quartz ha effettuato una ricerca che riguardava i film natalizi e ha ottenuto come risultato un elenco di titoli pertinenti che includevano un’opzione per scegliere i fornitori di streaming come Netflix, iTunes, Amazon Prime VideoGoogle Play Film.

Tramite un suo portavoce Google ha confermato che si tratta in effetti di una funzionalità in fase di test per aiutare le persone a trovare informazioni pertinenti attraverso lo strumento di ricerca, probabilmente in collaborazione con i vari fornitori di contenuti in streaming per effettuare ricerche nell’app Google Play Film.

La funzionalità potrebbe essere già disponibile per alcuni utenti in ambito desktop che potrebbero ottenere un risultato simile a quello sottostante.

L’app TV di Apple offre già funzionalità simili, ma è interessante che Google voglia aiutare i consumatori a rimanere informati sul flusso di contenuti che stanno arrivando tramite una semplice query sul motore di ricerca.

Bgr