Google sarebbe pronta a spendere milioni di Dollari per pubblicizzare i Pixel

Google Pixel e Google Pixel XL sono due ottimi prodotti sulla carta, ma affinché possano imporsi nel mercato attuale necessitano di un supporto marketing molto importante, soprattutto perché Google non viene ancora visto come un produttore di smartphone.

Confrontarsi con colossi del calibro di Apple e Samsung non è affatto facile perché entrambi sono produttori conosciutissimi e che da anni operano nel settore degli smartphone investendo enormi risorse in termini di pubblicità. Perciò Google sarebbe pronta, secondo un report di Reuters, ad intraprendere una massiccia campagna pubblicitaria per farsi conoscere anche come produttore di smartphone e per far conoscere i suoi Pixel al pubblico.

Avrebbe già investito 3,2 milioni di dollari in spot televisivi e sarebbe pronta ad investirne altre diverse centinaia per poter usufruire di altri mezzi pubblicitari, fra giornali, cartelloni, locandine e via dicendo. Ora come ora le forze sarebbero concentrate nei paesi in cui Google Pixel e Google Pixel XL sono disponibili, ma dal 2017, quando arriveranno da noi, aspettiamoci un forte impegno pubblicitario anche in Italia.

Attualmente Google sarebbe fortemente impegnata nel pubblicizzare i suoi smartphone negli USA, dove spera di poter acquisire, in poco tempo, la popolarità di Apple e Samsung, anche con l’aiuto di eventi di portata nazionale e degli operatori.

Ciò dimostra come anche l’approccio di Google nei confronti del mercato sia cambiato: ora, da produttore di smartphone, necessita di farsi conoscere e quindi di tantissima pubblicità, cosa che, ad esempio, non è mai accaduta al tempo dei Nexus.

I Pixel sono i suoi smartphone per il mercato consumer e per dare battaglia alla concorrenza e perciò vuole farli conoscere, non sono solo un mezzo da fornire agli sviluppatori o per espandere i suoi servizi. Ora Google è un produttore di smartphone.

Aspettiamoci quindi di vedere un po’ ovunque i Pixel, tranne che in Italia per il momento. Va bene la pubblicità, ma non capiamo il motivo per cui un produttore di smartphone, del calibro di Google e che promette di imporsi nel mercato consumer, decida di lanciare i suoi prodotti in pochissimi paesi, tagliandone fuori tantissimi importanti.

Ma questo è un altro discorso, che andrebbe affrontato con Google e a cui difficilmente troveremo una spiegazione valida. Speriamo solo che Google cambi il suo modo di lanciare i prodotti e che i prezzi salatissimi non impediscano ai Pixel di avere successo.

Fonte

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • nik

    Da Amante Nexus posso solo dire a Google di mettersi i suoi pixel in c…

    • Johnny

      E speriamo che siano in risoluzione 4k i pixel

  • Gigi

    Cara Google se vuoi vendere tanti dei tuoi telefoni cala il prezzo e metti la “pubblicità” sulla tua pagina di ricerca! Invece che investire i tuoi soldoni, falli risparmiare a noi!!

  • Gianmarco

    La semplice spiegazione è che Google Assistant non parla ancora Italiano! I Pixel sono fondati sull’assistente e siccome non è ancora disponibile nella nostra lingua, i Pixel saranno lanciati quando gli avranno “insegnato” l’italiano .

    • william

      Perché per loro tradurre delle frasi dovrebbe essere molto difficile. Se lo vorrebbero vendere a che da noi gli basterebbero 2 minuti e traduzione fatta. Con tutti gli ingegneri e intelligenza artificiale che hanno non ci vorrebbe molto. O sbaglio?

      • Gianmarco

        Sbagli perché non si tratta di semplice traduzione ma di machine learning. C’è molto lavoro da fare per ogni lingua diversa.

        • Sarebbe bastato iniziare mesi fa, se è questo il motivo. O disattivare Assistant nelle altre lingue temporaneamente. :)

          • Mauro

            Se vuoi dimostrare che sono smartphone diversi dagli altri e gli disattivi ciò per cui sono diversi… non penso sarebbe un’ottima idea di marketing.

          • Gianmarco

            Come ti hanno già risposto, il software e l’assistente sono i punti con cui pubblicizzano i pixel, in questo modo le persone non sarebbero contente di avere un telefono “castrato” fino al 2017. Inoltre “sarebbe bastato iniziare mesi fa ” probabilmente mesi fa non avevano neanche completato il supporto alla lingua inglese. Hanno deciso di rilasciare il prima possibile il loro assistente hanno fatto una scelta di marketing accontentandosi di poterli rilasciare in mercati selezionati.

      • Lorenzo

        Beh parliamone, anche siri ci mise se non sbaglio 6 mesi per essere tradotta in italiano, e comunque la versione inglese rimane migliore.

      • L’italiano….altro che Pixel e Google….”VOLESSERO”… XD

Top