Google presenta le Instant Apps, che non richiedono alcuna installazione

Nel corso del keynote inaugurale del Google I/O 2016, Big G ha presentato un’altra interessante novità che raggiungerà gli utenti prima della fine del 2016. Succede molto spesso che gli utenti abbiano la necessità di utilizzare un’applicazione “una tantum” e debbano perdere un sacco di tempo tra registrazioni, configurazione iniziale a, soprattutto, download.

La soluzione si chiama Instant Apps, una soluzione che riprende in parte l’app streaming visto lo scorso anno, ed eviterà agli utenti di dover entrare nel Play Store per scaricare le applicazioni. Immaginate di visitare un museo o di voler pagare il parchimetro con l’apposita app. Senza dover scaricare un’applicazione che molto probabilmente non utilizzerete mai più, Instant Apps vi permetterà di eseguirla “al volo” scaricando solo i dati necessari al funzionamento.

ParkSe l’applicazione dovesse comunque essere di vostro interesse sarà possibile, tramite un link presente in basso, scaricare la versione completa dal Play Store. Per gli sviluppatori è richiesto un lavoro aggiuntivo che, secondo Google, non dovrebbe richiedere più di una giornata di lavoro, grazie agli strumenti che saranno messi a disposizione.

Le Instant Apps non saranno disponibili immediatamente e per il momento Google sta conducendo una serie di test con alcuni partner selezionati e dovrebbe espandere il servizio nel corso dell’anno. Sicuramente saranno felici gli utenti che si trovano a dover scaricare, utilizzare e cancellare applicazioni in maniera frequente, che in questo modo potranno utilizzare le app in maniera più rapida e meno invasiva. La funzione sarà disponibile su tutti gli smartphone che eseguono almeno Android 4.4 KitKat, garantendo una compatibilità davvero estesa.

Hotel

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Russeau

    Praticamente riprende in tutto e per tutto la “ricerca adattiva” che Mozilla aveva realizzato per Firefox OS. Copiare stimola l’evoluzione tecnologica, come dice qualcuno, ma qui si tratta di vilipendio di cadavere.

  • Luca Pulpo

    questa è una cosa figa

Top