Anche i siti e i servizi chiusi da Google hanno i loro cimiteri virtuali

Anche i siti e i servizi chiusi da Google hanno i loro cimiteri virtuali
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/01\/Google_logo.png","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/01\/Google_logo-460x284.png","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/01\/Google_logo-635x392.png","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/01\/Google_logo.png","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/01\/Google_logo.png"}, "title": "Anche i siti e i servizi chiusi da Google hanno i loro cimiteri virtuali" }

Google non si caratterizza per la moderazione quando si tratta di creare nuovi prodotti o servizi ed è anche famosa per non farsi molti scrupoli quando decide di “ucciderli”, a volte anche quelli con basi utente molto ampie.

E così online sono stati creati due siti per ricordare i tanti prodotti che il colosso di Mountain View si è lasciato alle spalle nel corso della sua lunga esistenza.

La prima piattaforma, si chiama Google Cemetery ed offre un elenco di 44 prodotti diversi “inviati nell’oblio” insieme al motivo per cui ogni singolo prodotto è morto. Per esempio, Google Plus ha avuto una scarsa risposta da parte degli utenti ed è stato affetto da una vulnerabilità dei dati mentre Answers (2002-2006) è stato un servizio abbandonato a causa della mancanza di utenza. Potete visitare tale curiosa piattaforma seguendo questo link.

La seconda piattaforma si chiama Killed By Google e presenta oltre 100 lapidi, a partire dalla Deskbar (2003-2006) fino ad arrivare a News & Weather. Potete visitarla seguendo questo link.

Il prossimo prodotto del colosso di Mountain View che potrebbe essere inserito in questo elenco pare possa essere Hangouts.

C’è qualcuno di tali servizi di Google di cui a distanza di qualche anno sentite la mancanza?

Fonte: Androidpolice
Condividimi!