Due giorni fa, dopo una lunga attesa, Activision ha rilasciato per Android e iOS la versione mobile di uno dei titoli storici del mondo PC e Play Station: Call Of Duty Mobile.

Lo sparatutto in prima persona è un bel mix di Call Of Duty Black Ops 2 e Modern Warfare, con scenari già conosciuti per gli abituè, nomi come Nuke Town che hanno visto cadere milioni di personaggi in battaglia.

Il gioco pesa 1,1 GB ed è preferibile utilizzare uno smartphone prestante vista la grafica complessa con cui è realizzato, i creatori tuttavia hanno pensato anche ai non top di gamma, aggiungendo diverse impostazioni per alleggerire il carico per l’hardware, soprattutto lato grafica.

Per non farci mancare nulla l’abbiamo provato su ASUS Rog Phone 2, probabilmente lo smartphone che riesce a regalarvi la migliore esperienza di gioco, soprattutto grazie ai diversi comandi personalizzati che possiamo attivare, sfruttando per esempio gli Air Trigger, tasti a sfioramento ultrasonici posizionati sul bordo superiore.

Call Of Duty Mobile: video prova

Modalità di gioco

Le modalità di gioco previste sono due per il momento, multi giocatore e batte royale.

La multigiocatore prevede diversi scenari per una battaglia a squadre classica, con alcune modalità di battaglia differenti dal classico death match a squadre, dominio e altri meccanismi già visti sui vari COD per PC e Play Station.

Battle Royale è una multigiocatore a squadre in cui è possibile partecipare con il proprio clan o con giocatori casuali, su una mappa enorme bisogna rimanere in vita il più a lungo possibile, cercando armi, medicine e accessori, si possono rianimare i compagni, guidare mezzi di trasporto ed esplorare aree remote.
Qui la tattica la fa da padrone, forse però al momento c’è un numero troppo esiguo di giocatori connessi, per cui le partite diventano noiose e lente.

Controlli

I creatori del gioco hanno svolto un lavoro egregio per affinare la piacevolezza d’uso su schermi di piccole dimensioni, il risultato è ottimo e nonostante lo schermo rappresenti sia il mezzo di visione che quello di controllo, la facilità d’uso è assicurata e dopo qualche ora di allenamento riuscirete a padroneggiare senza alcun problema i vari (tanti) controlli.

Dalle impostazioni è possibile riposizionare o disattivare i vari trigger, possiamo regolare la sensibilità del mirino, dei movimenti, gestire automaticamente alcune operazioni (spara quando miri, mira automatica, blocco scatto ecc.).

Il bello di Call Of Duty Mobile è proprio qui, si riesce a giocare quasi come su uno schermo grande e a concentrarsi sulla battaglia senza dover pensare ai controlli, chiaramente qui viene in aiuto uno smartphone di grandi dimensioni.

ASUS ROG Phone 2 poi sembra fatto apposta, con i due Air Trigger che naturalmente richiamano fuoco e mirino. Ci siamo trovati bene  ricreando una ergonomia simile a quella dei controller Play Station con i tasti posteriori R e L.
Con il gaming phone di ASUS ci siamo spinti fino ai dettagli massimi per ogni parametro del gioco, così come per gli fps e non abbiamo mai visto indecisioni o rallentamenti, segno che il gioco è davvero ben realizzato e che ovviamente ROG Phone 2 è una versa bestia, tra Snapdragon 855+ e i diversi sistemi di raffreddamento.

Provando COD Mobile su altri device non abbiamo visto particolari criticità se non una sensibilità del touch meno reattiva, aspetto che porta di tanto in tanto a dover ripetere il comando, (il ché non è il massimo quando si ha un avversario davanti a fucile spianato ndr), probabilmente non c’è un sistema integrato che riconosce automaticamente la frequenza di aggiornamento del digitizer adattando i controlli, probabilmente però si tratta solo di attendere i primi aggiornamenti dopo i feedback degli utenti globali.

Dinamica

Si impara in fretta su Call Of Duty Mobile, soprattutto se avete già giocato a COD su altre piattaforme, i movimenti sono fluidi, realistici ma senza essere bruschi o difficili da controllare, la fisica del gioco è impeccabile con le azioni dell’avatar che si adattano alle armi disponibili e al territorio.
Potete passare dalla leggerezza e maneggevolezza di una mitragliatrice leggera, ai movimenti lenti e precisi portati da un fucile da cecchino.

Non mancano modalità extra come il volo, nuoto e guida di mezzi di trasporto, tutte realizzate con grande cura.

Carriera

Giocando si acquisiscono nuove armi, accessori e abilità speciali, punti esperienza che possono poi essere convertiti in potenziamenti per il proprio equipaggiamento. Nel mentre crescerà anche il livello del giocatore e man mano potrete sbloccare nuove possibilità di personalizzazione, armi speciali, tag e altro ancora.

Nel gioco sono presenti acquisti in app tramite la conversione in Punti Cod (PC), con i crediti potrete acquistare pacchetti di armi speciali, punti esperienza, personalizzazioni e sbloccare equipaggiamenti rari.
I prezzi vanno da 1 a 109 Euro, è ottimo però il fatto che per fruire completamente del gioco non sarà necessario acquistare PC, semplicemente questi vi permetteranno di scalare più velocemente le classifiche.

Ci sono poi sfide a tempo che vi permettono di acquisire dotazioni speciali, queste “campagne” avranno una durata limitata e saranno sempre nuove, un modo per rinnovare sempre il gioco anche senza introdurre nuove modalità di partita.

In conclusione

Call Of Duty è un gioco decisamente coinvolgente e divertente, ben realizzato e moderno, siamo rimasti stupidi dalla giocabilità e dalle dinamiche rassicuranti e note della serie COD.

Dopo la galleria trovate il link per scaricarlo gratuitamente, se poi vedendo ASUS ROG Phone 2 vi fosse venuta voglia di provare un vero gaming phone, vi lasciamo il link alla nostra recensione e allo store ufficiale di ASUS.

Android app sul Google Play