Huawei G8 è stato presentato ufficialmente a Settembre 2015 insieme al Huawei Mate S. Così come il precedente modello, Huawei G8 si posiziona qualche gradino più in basso rispetto al top di gamma classificandosi, sulla carta, un buon prodotto di fascia media.

Eccovi dunque la nostra recensione di Huawei G8 per capire se ciò sarà vero anche nella realtà, dopo averlo provato e stressato diversi giorni.

Video recensione di Huawei G8

Hardware & Connettività

Huawei G8 si presenta al mercato con un hardware effettivamente da medio-alto di gamma. Sotto al cofano troviamo un processore Qualcomm Snapdragon 615 octa-core con 4 core che operano a 1.5 GHz e 4 core a 1.2 GHz ed aiutato nelle operazioni binarie da 3GB di memoria RAM e 32GB di memoria interna. Un cuore capace di buone performance, ma soprattutto di eseguire tutto ciò che l’utente richiede con buoni tempi di risposta.

Sul fronte è presente un ampio display da 5.5 pollici con risoluzione Full-HD e tecnologia TFT, ben definito ma non di eccellente qualità, la cui conoscenza approfondiremo nel paragrafo dedicato. Lato connettività invece ha un supporto completo fino ad LTE di categoria 4 per quanto riguarda quella mobile, Bluetooth 4.0, Wifi 802.11 b/g/n 2.4 GHz ed NFC.

Sul comparto fotografico sono presenti due fotocamere di discreta qualità: sul retro una 13 megapixel leggermente sporgente dal retro dello smartphone mentre sul fronte una 5 megapixel.

Ergonomia, Design & Materiali

Huawei G8 si presenta come uno smartphone tutto d’un pezzo con una scocca unibody in alluminio interrotta sul fronte da un vetro Gorilla Glass 3 e sul retro da due placche di plastica zigrinata (una superiore ed una inferiore) per non bloccare il segnale delle antenne dello smartphone.

Per materiali e design assomiglia dunque al Huawei Mate S, ma anche a tutti gli altri smartphone della casa cinese, dato che pressoché tutti i modelli presentano finiture molto simili. Huawei G8 però si differenzia dal fratello maggiore per due cornici curve molto ampie che aumentano ovviamente le dimensioni del prodotto.

A livello di ergonomia si tratta comunque di uno smartphone con ampio display da 5.5 pollici; usarlo con una mano non è semplice e le dimensioni delle cornici non sono d’aiuto. A livello software però Huawei ha implementato alcune comode funzioni per ridurre la dimensione della schermata e per semplificare le operazioni d’uso con una sola mano.

huawei-g8-2

Display, Audio & Multimedia

Una delle caratteristiche tecniche che più mi ha fatto dubitare della qualità di Huawei G8 è il display che, almeno sulla carta, non prometteva grandi cose. La dimensione del pannello è 5.5 pollici con risoluzione 1920×1080 pixel (quindi Full HD) e tecnologia TFT. Vedere un’unità di tipo TFT nel 2015 fa effettivamente un po’ effetto tuttavia mi sono dovuto in parte ricredere trovando una buona resa dei colori ed un buon angolo di visuale, effettivamente più scarso però rispetto ad esempio all’AMOLED del Mate S o di altri pannelli di tipo IPS.

Sul piano audio abbiamo un singolo altoparlante di sistema posto sulla parte inferiore dello smartphone, sulla destra della porta micro-USB, di discreta qualità con un volume sufficientemente alto. La capsula auricolare invece è di buona fattura e permette di conversare senza disturbi. Anche in cuffia la qualità è buona.

Nel complesso la qualità multimediale è da valutare come buona: è possibile vedere fotografie, siti Web e video tranquillamente ma il display TFT non sarà preciso al dettaglio con i colori e l’audio non sarà certamente al top.

huawei-g8-3

Fotocamera

Il comparto fotografico di Huawei G8 è composto da una fotocamera principale da 13 megapixel ed una frontale da 5 megapixel. Andiamo però con ordine.

La fotocamera posteriore impiega un sensore BSI da 13 megapixel in 4:3 capace di catturare immagini, in generale, di buona qualità. Come tutti i sensori di questa fascia non è super dettagliato e va incontro alla creazione di molto rumore d’immagine quando la luminosità ambientale scarseggia, ma il software è ricco di funzionalità e impostazioni. È possibile applicare filtri, scattare in HDR, scattare panoramiche o effettuare più scatti per scegliere poi quello migliore.

I video vengono registrati alla qualità massima di 1080p e sono anch’essi di discreta qualità.

La fotocamera frontale invece è adatta a selfie ma non è presente un led per illuminare il volto come invece troviamo su Honor 7 e Mate S.

Di seguito alcuni scatti ed un video registrato a 1080p. Download foto a risoluzione piena: LINK.

Batteria & Autonomia

La batteria di Huawei G8 è da 3000 mAh quindi non molto diversa dai top di gamma attuali. A fare la differenza però è il processore, lo Snapdragon 615, che seppur non offra prestazioni elevatissime si rivela essere poco pesante sulla batteria permettendo così un’autonomia interessante.

Dopo alcuni giorni di rodaggio lo smartphone non ha faticato a raggiungere le 4 ore di display con uso inteso e le 5 ore di display con uso blando lungo l’arco della giornata.

Arrivare a sera dunque non è difficile con Huawei G8, che riesce a coprire ampiamente la giornata.

huawei-g8-5

Software

Huawei G8 esce dalla confezione con Android 5.1 Lollipop ed interfaccia grafica proprietaria Emotion UI 3.1. Si tratta della stessa interfaccia presente su Huawei Mate S con gli stessi pregi e gli stessi difetti.

Nel complesso il software è completo, reattivo, funzionale e migliora decisamente l’esperienza Android, seppur snaturi completamente il Material Design.

A livello di personalizzazione è possibile creare temi personali o scaricarne dallo store dedicato di Huawei. È possibile personalizzare lo sfondo, le icone, i caratteri e alcuni audio. Inoltre, è possibile personalizzare i tasti di navigazione a schermo cambiandoli di posizione e aggiungendo o rimuovendo un’icona dedicata per far scendere la tendina delle notifiche.
Sono presenti poi funzionalità di utilizzo con una sola mano essendo Huawei G8 dotato di display fin troppo ampio: con uno swipe orizzontale sui tasti di navigazione potremo infatti diminuire la dimensione della schermata che diventa più piccola e quindi più agevole.

A livello di applicazioni invece ne troviamo, oltre a quelle di Google, alcune proprietarie però un po’ scarne dal punto di vista delle funzionalità. Interessante però la Galleria che può catalogare le foto anche per luoghi in cui sono state scattate.

La fluidità del sistema operativo è buona ma anche qui lo smartphone non eccelle presentando saltuari problemi o lag nell’apertura di funzionalità o applicazioni.

G8-SOFTWARE

In conclusione

Huawei G8 è nel complesso di prezzo e di fatto uno smartphone di fascia media. È già disponibile in commercio a 399 euro e su questa fascia va a scontrarsi direttamente con alcuni top di gamma come OnePlus 2 e LG G4 (prezzo sul web). Inoltre, seppur non abbia gravi lacune, Huawei G8 non eccelle in alcun comparto ed è per questi motivi che risulta essere un po’ sovraprezzato. Se non per dimensione del display, non differisce molto dal valido Honor 7 ed è per questo che ci sentiamo di consigliarlo non appena calerà sotto la soglia dei 350 euro.

Migliori offerte sul web per Huawei G8:

Pagella

8.0
Display
7.7
Ergonomia
8.0
Hardware
7.8
Software
8.4
Batteria
7.8
Fotocamera
7.5
Qualità/prezzo
8.7
Materiali
7.2
Audio
8
Esperienza Utente
7.8