Android torna a crescere in Europa

Android torna a crescere in Europa
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2015\/12\/android-marketshare-oct2015.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2015\/12\/android-marketshare-oct2015-460x249.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2015\/12\/android-marketshare-oct2015-635x343.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2015\/12\/android-marketshare-oct2015.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2015\/12\/android-marketshare-oct2015.jpg"}, "title": "Android torna a crescere in Europa" }

I dati relativi alle quote di mercato dei sistemi operativi mobili sono sempre tenuti d’occhio molto attentamente, tanto che probabilmente la notizia che Android è tornato a crescere nella zona EU5 (composta da Italia, Francia, Spagna, Germania e Regno Unito) farà riflettere molto i responsabili commerciali di numerose aziende del settore.

Kantar, la nota società di statistica ed elaborazione dati, ha infatti pubblicato i risultati relativi al trimestre da agosto ad ottobre, evidenziando la riconquista da parte di Android di quote preziose del mercato. Questo successo è dovuto principalmente al rafforzamento di produttori diversi in paesi diversi: Huawei (che prevediamo riscuota ulteriore approvazione, dopo l’ottimo Nexus 6P, anche con Mate 8) si è affermata in Italia e Spagna, mentre in Francia è Samsung a farla da padrona grazie al Galaxy S6 Edge .

In particolare, se analizziamo la situazione in patria notiamo che Android conduce con largo vantaggio contro iOS, con quote di mercato rispettivamente del 76.2% e 11.8%. In terza posizione troviamo Windows, che si attesta all’11.3%, seguito da BlackBerry con lo 0.4%. Gli altri sistemi operativi sono fermi allo 0.4%.

android-marketshare-italia-oct2015

Sono questi i fattori che maggiormente hanno influenzato la crescita di Android nella zona EU5, ma non dobbiamo dimenticare il contributo importante che ha dato il calo delle vendite dei telefoni della mela in Germania e nel Regno Unito. Tuttavia, c’è da considerare che spesso il trimestre in questione è poco significativo, in quanto è quello che precede il periodo invernale delle festività, durante il quale molti utenti sostituiscono i propri smartphone.

Ecco dunque quali sono le intenzioni dei consumatori e cosa chiederanno a Babbo Natale. Innanzitutto va sottolineato che il 14% degli intervistati ha intenzione di cambiare telefono nei prossimi tre mesi. Di questi, il 38% ha dichiarato di preferire Samsung, mentre soltanto il 25% comprerebbe un iPhone. Tuttavia, il 79% degli Apple user comprerebbe nuovamente un telefono prodotto dalla casa di Cupertino, mentre il 67% degli intervistati vorrebbe aggiudicarsi un altro Samsung.

Questi dati sono spesso molto variabili, ma quello che fa più riflettere è l’associazione mentale spontanea che la gran parte dei consumatori esegue, ovvero iOS=iPhone ma Android=Samsung.

Via