Giornata ricca di novit√† per Xiaomi, che ha da poco annunciato una partnership strategica con Baidu, il principale motore di ricerca cinese. L’annuncio √® stato reso noto nel corso di una conferenza dedicata agli sviluppatori a Pechino e punta a migliorare le capacit√† produttive della Cina attraverso IoT, AI e¬†big data.

I dettagli dell’accordo non sono ancora stati resi noti ma entrambe le compagnie hanno gi√† indicato la strada che intendono seguire: riconoscimento vocale, deep learning e computer vision. Baidu ha da poco lanciato DuerOS, un sistema di intelligenza artificiale che supporta lo sviluppo nell’industria IoT, settore dove¬†Xiaomi √® all’avanguardia con il suo ecosistema di prodotti.

Insieme dunque le due compagnie dovrebbero permettere la realizzazione di applicazioni e dispositivi in grado di capire al meglio gli scenari di vita reale, gli utenti e le loro necessità. Nel frattempo Xiaomi sarebbe pronta a presentare una nuova variante di Xiaomi Redmi Note 4X, da noi recensito qualche mese fa, dotato di 64 GB di memoria interna e, molto probabilmente, 4 GB di RAM.

La versione attualmente in commercio dispone di 3 GB di RAM e 32 GB di memoria interna, quindi la nuova variante, che utilizzer√† la stessa dotazione tecnica a partire dallo Snapdragon 625, potrebbe risultare pi√Ļ gradita agli acquirenti. Il prezzo al pubblico, secondo quando mostra un teaser, sar√† di 1.299 yuan, circa 165 euro al cambio attuale e sar√† disponibile solo la colorazione nero opaco.

Buone notizie infine per i possessori di¬†Xiaomi Mi Note 3 che ha ricevuto la versione Global Stabile, comprendente quindi la lingua italiana, le applicazioni Google e la possibilit√† di ricevere gli aggiornamenti via OTA. Trovate tutti i dettagli, le istruzioni e i link alle risorse da scaricare nell’articolo di Grossoshop, raggiungibile a questo indirizzo.

Vai a: Recensione Xiaomi Mi Note 3: uguale a Mi 6?