Xiaomi Mi Note 10 Pro e Samsung Galaxy S20 Ultra 5G sono, al momento, gli unici smartphone che integrano un sensore da 108 MP. In un interessante video di JerryRigEverything scopriamo quali sono le differenze fra il sensore presente all’interno dello smartphone di Xiaomi rispetto a quello di Samsung.

Xiaomi Mi Note 10 Pro ha una lente da 108 MP

Dopo aver rimosso il retro di Xiaomi Mi Note 10 Pro tramite l’ausilio dell’ormai classica pistola termica, il modulo NFC e la capiente batteria da 5170 mAh – addirittura superiore a quella presente su Samsung Galaxy S20 Ultra 5G -, abbiamo finalmente modo di scoprire qualcosa di più sulla fotocamera di Xiaomi Mi 10 Note Pro.

xiaomi mi note 10 pro samsung galaxy s20 ultra 5g 108 mp fotocamera

Il sensore da 108 MP occupa una porzione piuttosto considerevole del telefono e, senza ombra di dubbio, rappresenta il componente più imponente direttamente ancorato alla piccola scheda madre. Le sue dimensioni sembrano essere esattamente identiche a quelle del sensore presente sul top di gamma di Samsung, benché sia facilmente visibile un differente design del sistema di stabilizzazione.

xiaomi mi note 10 pro samsung galaxy s20 ultra 5g 108 mp fotocamera

Il sensore macro da 2 MP e il grandangolare da 12 MP sono gli unici a poter essere facilmente rimossi dal loro alloggiamento sulla scheda madre, mentre i restanti tre sono direttamente ancorati alla piccola scheda in silicio. Il sensore da 108 MP è caratterizzato da due parti: la lente ed il sensore posto direttamente dietro ad essa.

Offerta

HONOR 200 8/256GB

Coupon: AHFANS10P + Sconto in pagina di 150€ + Sconto premuta, click in pagina (valido anche se non hai un usato)

359€ invece di 599€
-40%

Il sensore da 108 MP presente sullo smartphone di Xiaomi e di Samsung viene prodotto dall’azienda sud coreana e hanno la stessa identica dimensione. Entrambe le lenti sono fatte di plastica e, dal punto di vista meramente esteriore, sembrano essere praticamente identici. Anche in questo caso la grande differenza la fa il software che si muove al di sotto delle fotocamere, qualcosa che ad esempio Google padroneggia alla perfezione con la gamma Pixel.

Potrebbe interessarti anche: recensione Xiaomi Mi Note 10