Redmi Y3 dovrebbe essere il prossimo smartphone dal prezzo contenuto del nuovo sub-brand di Xiaomi: il device ha appena ottenuto la propria certificazione Wi-Fi.

Appena due giorni fa il nuovo brand satellite di Xiaomi ha tenuto un importante evento stampa a Beijing, nel corso del quale sono stati presentati numerosi nuovi prodotti: il nuovo smartphone low cost Redmi 7, la variante con 6 GB di RAM e 128 GB di storage di Redmi Note 7 Pro, gli auricolari true wireless Redmi AirDots e persino la lavatrice Redmi 1A. A margine della conferenza stampa il general manager del brand Lu Weibing ha voluto parlare di strategie future e piani di crescita: nei prossimi anni gli smartphone Redmi cresceranno per qualità e prezzi di listino, il tutto senza mai perdere di vista il proprio focus, ovvero il rapporto qualità/prezzo.

Prima di spingersi nelle fasce di mercato superiori, Redmi deve però prima affermarsi nel segmento degli smartphone a basso prezzo e da questo punto di vista un ruolo importante lo potrebbe giocare, accanto ai modelli già presentati ufficialmente, anche il nuovo Redmi Y3.

Il successore dello Xiaomi Redmi Y2 dello scorso anno √® stato certificato dalla Wi-Fi Alliance e viene identificato con il model number¬†M1810F6G. La certificazione non fornisce indicazioni sulla scheda tecnica del device ma, come potete vedere nell’immagine riportata qui sopra, conferma la connettivit√†¬†Wi-Fi 802.11 b/g/n ed il sistema operativo a bordo del dispositivo, che sar√† fin dal lancio Android 9 Pie con MIUI 10. La mancanza del supporto al¬†Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac dual-band fa un po’ storcere il naso e porta a pensare che sotto la scocca di Redmi Y3 potrebbe esserci il SoC Qualcomm Snapdragon 632, che non costituirebbe un upgrade particolarmente significativo rispetto allo Snapdragon 625 del precedente modello.

Vale la pena ricordare che lo scorso anno Xiaomi Redmi Y2 era stato commercializzato in alcuni mercati, tra cui il nostro, come Redmi S2, probabilmente quindi anche Redmi Y3 arriverà su alcuni mercati come Redmi S3. Si parla, infatti, del suo arrivo in India con il nome di Redmi 7, perciò potremmo vederlo in giro con nomi differenti.