Lo smartphone di punta di casa Xiaomi per questa prima metà del 2022 si fa in tre. Dopo aver analizzato il più spinto in termini di caratteristiche tecniche, nella nostra recensione di Xiaomi 12 Pro, è arrivato il momento di focalizzarci sulle versioni “più economiche” nonché compatte: Xiaomi 12X e Xiaomi 12. Apparentemente lo stesso identico smartphone ma nella realtà dei fatti due prodotti diversi nel profondo, soprattutto nel processore.

Unboxing di Xiaomi 12X e Xiaomi 12

All’interno della confezione di Xiaomi 12X e di Xiaomi 12 c’è un alimentatore da 67 W (che ricarica lo smartphone da 0 a 100 in circa 40 minuti), una cover trasparente in gomma morbida, il cavo USB – Type C per la ricarica e trasferimento file.

Video recensione di Xiaomi Mi 12X e Xiaomi 12

Design & Ergonomia

La prima novità di questi nuovi Xiaomi 12 è indubbiamente l’aspetto estetico dove, seppur le colorazioni non si discostino troppo rispetto al passato, la rifinitura è tutta nuova e così anche l’aspetto estetico del comparto fotografico. La cura al dettaglio c’è e si vede, basti vedere come è stato realizzato l’intaglio degli speaker che si rimpicciolisce all’allontanarsi dal centro. Sono realizzati in metallo e  vetro e la rifinitura posteriore ha un effetto satinato piacevole al tatto, leggermennte ruvida su Xiaomi 12, liscia su Xiaomi 12X.

Xiaomi 12 e Xiaomi 12X misurano 152.7 x 69.9 x 8.2 mm e hanno un peso di 176 grammi. Se nel primo caso l’ergonomia a la maneggevolezza risultano un pregio, nel secondo caso le dimensioni sono importanti ma il peso resta, tutto sommato, contenuto non valicando troppo la soglia limite.

Lo schermo è di alta qualità: 6,28” con risoluzione FHD+ a tecnologia OLED e con refresh rate fino a 120 Hz. Nelle impostazioni poi si può ampiamente calibrare nella vivacità dei colori, nella risoluzione e nella frequenza di aggiornamento per trovare il giusto mix tra qualità e consumi. A corredo di questo c’è un un vero e proprio impianto audio: un sistema a 2 speaker curato da Harman Kardon per dare un’ottima pulizia e nitidezza al suono.

Retro di Xiaomi 12, Xiaomi 12X e Xiaomi 12 Pro

Funzionalità

A bordo di Xiaomi 12X c’è Android 11 mentre su Xiaomi 12 c’è Android 12, entrambi con con la nuova interfaccia grafica MIUI 13. Questa volta sembra che la casa abbia lavorato meglio rispetto al passato, ascoltando le critiche. Durante la nostra prova infatti non abbiamo rilevato nessun problema grave di usabilità: le notifiche arrivano in orario, non si creano accavallamenti all’interno della tendina né abbiamo riscontrato la solita aggressività nella chiusura delle applicazioni. Qualche utente lamenta qualche incompatibilità con Android Auto ma non abbiamo avuto modo di verificare.

Detto ciò la MIUI 13 non si discosta troppo dalla precedente, graficamente parlando, risulta un po’ più minimal ma viene completamente cancellata qualsiasi traccia del Material You (l’interfaccia stock di Android), per esempio i Temi sono i classici della MIUI e non c’è alcuna funzionalità che adatta i colori del sistema allo sfondo.

Fra le novità della MUI 13 comunque c’è l’integrazione del pannello laterale dove aggiungere dei collegamenti rapidi, mentre Android 12 apporta le novità in termini di privacy come il privacy dashboard o l’indicatore di quando viene utilizzato il permesso di fotocamera e microfono.

Rispetto ai principali competitor manca solo di una modalità desktop che permetterebbe ulteriormente di sfruttare la potenza a disposizione di questo smartphone.

Dove invece Xiaomi non sembra aver ascoltato la community, o almeno lo ha fatto solo in parte, è sul sensore di prossimità. Qui viene impiegato un nuovo sensore virtuale ma ancora una volta non ci siamo. Capita infatti di avere problemi di tocchi involontari sullo schermo durante le chiamate o l’ascolto di vocali, principalmente quando si è in movimento.

Schermo di Xiaomi 12

Prestazioni

La principale differenza tra Xiaomi 12X e Xiaomi 12 è il processore: nel primo caso troviamo infatti il Qualcomm Snapdragon 870 mentre il secondo ha il Qualcomm Snapdragon 8 Gen 1. Entrambi sono CPU di fascia alta tuttavia lo Snapdragon 870 è una semplice versione overclockata dello Snapdragon 865 di un paio di anni fa.

Sul tema connettività supportano fino al 5G anche in Dual SIM. La ricezione è nella media e non si sono distinti, durante le nostre prove, né in positivo né in negativo. Ovviamente presente il WiFi 6 (WiFi 6e su Xiaomi 12) e il bluetooth nella versione 5.2 che consente di collegarsi contemporaneamente a più dispositivi oltre al trasmettitore infrarossi posto sulla parte superiore.

Si fanno sentire la mancanza dell’espansione di memoria, come sui Galaxy S22, ma soprattutto di una certificazione contro acqua e polvere, anche quest’anno assente.

Fotocamere di Xiaomi 12X e Xiaomi 12

Fotocamera

La configurazione delle fotocamere di Xiaomi 12X e Xiaomi 12 è completamente uguale ovvero:

  • 50 MP, f/1.9, 26mm (wide)1/1.56″, 1.0µm, PDAF, OIS
  • 13 MP, f/2.4, 12mm, 123˚ (ultrawide)1/3.06″, 1.12µm
  • 5 MP, f/2.4, 50mm (telephoto macro), AF

Cambiano però i risultati in base all’ISP del processore, ovvero il co-processore d’immagine che interviene nell’elaborazione delle fotografie. Ad avere una marcia in più, e in ottica futura ancora di più, è ovviamente Xiaomi 12 dove l’ISP che accompagna lo Snapdragon 8 Gen 1 svolge nel 75% dei casi un lavoro migliore. Non è però sempre impeccabile, ad esempio in alcune foto con forti contrasti tende a bruciare alcune zone delle fotografie.

Anche qui permane la nostra critica nel software della fotocamera, non tanto nel reparto foto quanto nella modalità video dove ad esempio il tracking focus dei soggetti è limitato alla registrazione a 30 fps, ma non è comunicato da nessuna parte, la modalità HDR è incompatibile con altre modalità e si disattiva ad ogni chiusura dell’app, alcune funzionalità sono presenti solo nella modalità pro e per passare alla modalità Pro Video bisogna passare dalla modalità Pro Foto, si possono sicuramente snellire molti passaggi.

Riguardo i video può registrare fino alla risoluzione di 8K a 24 fps mentre può passare da un sensore all’altro durante la registrazione fino a 30 fps.

Batteria & Autonomia

La batteria di Xiaomi 12X e Xiaomi 12 è da 4500 mAh, una capienza nella media rispetto a smartphone dello stesso calibro. In base al prodotto, e quindi al processore, c’è una differenza importante in termini di autonomia dove Xiaomi 12X offre all’incirca un 15-20% in più di schermo acceso rispetto a Xiaomi 12, ovvero 5-6 ore di display contro 4,5/5 ore di Xiaomi 12. Entrambi comunque soddisfacenti.

Entrambi sono dotati della ricarica rapida a 67 W mentre Xiaomi 12 anche della ricarica wireless a 50 W, oltre che della ricarica wireless inversa.

Retro di Xiaomi 12

In conclusione

Xiaomi 12X e Xiaomi 12 sono effettivamente delle alternative valide e complete sul mercato per chi è alla ricerca di uno smartphone di fascia alta ma allo stesso compatto. Il loro principale rivale è Samsung Galaxy S22 che però viene venduto a un prezzo più alto rispetto ai 799 Euro richiesti per Xiaomi 12 in versione da 128 GB e 899 Euro per la versione da 256 GB, e i 699 Euro per Xiaomi 12X in versione da 256 GB (unico taglio di memoria disponibile).

Capire quale acquistare diventa ora molto semplice:

  • se volete risparmiare e non avete troppe pretese in termini di fotocamere e aggiornamenti, Xiaomi 12X è quello da scegliere;
  • se invece volete tutto al top ma comunque uno smartphone di dimensioni “umane” preferite Xiaomi 12.

Se invece siete indecisi fra più smartphone, potete approfondire nel nostro confronto tra Galaxy S22, Xiaomi 12 e Pixel 6.

Così come la versione Pro anche in questo caso l’unico grande “limite” di questi prodotti è sul sensore di prossimità ancora non completamente efficace. Sono disponibili all’acquisto sia su Amazon.it che sul sito ufficiale mi.com. Per le prime 48h a partire dalle ore 13:00 del 24 marzo 2022, sono in sconto di 100€.

Altre offerte Altre offerte

Pagella