OnePlus un po’ a sorpresa ha deciso per il 2024 di portare anche in Italia un appartenente alla serie “R”, che mancava ormai da qualche anno, si tratta di una famiglia di dispositivi che si posiziona sotto ai top di gamma per specifiche, ma che rappresenta un buon compromesso per chi desidera qualità ad un prezzo più abbordabile. Su OnePlus 12R troviamo alcuni elementi di OnePlus 12, alcuni di OnePlus 11 e altri di OnePlus Nord 3, insomma un mix particolare che nell’utilizzo di tutti i giorni si è rivelato affidabile e performante, seppur con qualche comparto sottotono. Scopriamo all’interno della nostra recensione.

Video recensione OnePlus 12R

Design e materiali

Esteticamente OnePlus 12R prende quasi tutto dal suo fratello maggiore OnePlus 12, eredita l’ottima qualità costruttiva con tanto di certificazione IP65 contro acqua e polvere. Posteriormente si prende la scena il grande oblò che ospita il gruppo ottico, che sembra quasi essere abbracciato da un prolungamento del telaio in alluminio con finitura opaca., mentre la back cover in plastica (ma sembra a tutti gli effetti vetro), ha una finitura translucida molto elegante. Il display è protetto da un Gorilla Glass Victus 2.

Nonostante dimensioni e peso non esagerati, l’ergonomia non è ottimale, i materiali e le finiture per quanto contribuiscano ad un look raffinato, non aiutano nel grip e a ciò si aggiungono i bordi curvi del display, belli a vedersi ma non il massimo quanto a praticità.

 

Display e multimedia

Un netto valore aggiunto di questo device è rappresentato dal display LTPO4 con refresh rate adattivo fino a 120 Hz e risoluzione FullHD+ su una diagonale da 6,78″. Si tratta di un pannello di altissima qualità, molto luminoso (4500 nits di picco) e ben leggibile anche sotto la luce diretta del sole. Con questo display ci si può godere i contenuti multimediali supportati anche dalla presenza di due speaker stereo di buona qualità che hanno l’unico difetto di distorcere leggermente l’audio a volume massimo.

In generale stiamo riscontrando un netto aumento di qualità per gli smartphone di fascia alta lanciati nel 2024 e non può che far piacere che ci sia stato un miglioramento per un componente così importante come lo schermo.

Funzionalità

Il software con cui arriva OnePlus 12R è la OxygenOS, ovvero una versione leggermente modificata della Color OS, da cui eredita la stabilità e l’attenzione per alcuni dettagli importanti, come il supporto completo per la riproduzione dei contenuti multimediali in HDR. Della vecchia Oxigen non rimane quasi nulla, non aspettatevi un Oneplus di una volta con software minimale e focus solo sulle prestazioni, qui abbiamo una personalizzazione completa, ricca di funzionalità, molto curata graficamente, e ben organizzata. C’è tutto quel che serve per l’utilizzo quotidiano e di fabbrica non vengono installate applicazioni spazzatura. Se fosse ulteriormente necessario ribadiamo che la color os negli ultimi tempi ha fatto passi da gigante diventando stabilmente tra i migliori software del panorama Android.

Gli aggiornamenti previsti per OnePlus 12R son 3 del sistema operativo Android e 4 anni di prezzo di sicurezza.

Hardware e prestazioni

A bordo di Oneplus 12R troviamo un hardware inaspettato cioè l’ex top di gamma Qualcomm Snapdragon 8 Gen 2, una scelta che non impone sacrifici sulle prestazioni ma al contempo consente di tenere più basso il prezzo rispetto al flagship. Ad accompagnare il SoC ci sono 16 GB di RAM LPDDR5X e 256 GB di memoria interna UFS 3.1.
Le prestazioni sono ineccepibili, coadiuvate peraltro dalla Trinity Engine, algoritmi di ottimizzazione che massimizzano la resa di un hardware che già di per sé è di ottimo livello. In piena trasparenza è praticamente impossibile notare differenze di prestazioni tra OnePlus 12 e 12R.

Per quanto riguarda la connettività abbiamo tutto il necessario: Bluetooth 5.3 NFC e GPS a doppia frequenza, l’uscita Type-c 2.0 non supporta il video. La ricezione del segnale è ottima sono supportate due sim in formato nano mentre non sono compatibili le e-sim, peccato.

Autonomia

Autonomia strepitosa, all’interno dello smartphone ci sono ben 5500 Mah di modulo che sono veramente molti considerando lo spessore ridotto del device. Mediamente siamo riusciti a coprire almeno due giorni di pieno utilizzo con circa 8 ore di display acceso, dati che possono però ulteriormente migliorare se l’utilizzo diventa meno intenso. Insomma, ancora una volta ottime conferme dall’accoppiata OxygenOS e Snapdragon 8 Gen 2, che sotto questo punto di vista, si comporta meglio del nuovo arrivato Gen 3.

Manca la ricarica wireless ma quella con cavo avviene in pochi minuti Grazie al alimentatore da 100 Watt fornito in confezione.

Fotocamere

Ecco, se un sacrificio bisogna trovare all’interno di Oneplus 12R, questo è proprio sul comparto fotografico che diversamente dal resto delle specifiche non è propriamente adeguato alla fascia di prezzo a cui viene proposto il device, basti pensare che viene ripreso in toto l’hardware di Oneplus Nord 3, dispositivo dello scorso anno che costava decisamente di meno.

La fotocamera principale è da 50 megapixel ma il sensore è il Sony IMX809, supporta la stabilizzazione ottica e ha una lunghezza focale equivalente di 24 mm. La fotocamera ultra grandangolare e da appena 8 megapixel e senza autofocus, a completare il trio troviamo una modesta macro da 2 MP,  frontalmente invece la fotocamera è da 16 MP.

Come da aspettative la qualità fotografica è ottima se si utilizza la fotocamera principale, mentre la fotocamera ultrawide e la macro raggiungono una sufficienza appena stiracchiata. Nulla a che vedere insomma con Oneplus 12 che abbiamo lodato per le innovazioni che ha portato a livello di sensori, la casa cinese in questo caso è stata molto conservativa e ci saremo aspettati almeno una grandangolare di qualità superiore. In questo senso il 12R è anche inferiore a Oneplus 11, ma di questo parleremo meglio all’interno delle conclusioni.

Per concludere, i selfie vengono abbastanza bene senza grandi pregi o difetti, i video invece sono di ottimo livello, Ma d’altra parte utilizzando il sensore principale si può stare tranquilli, si arriva fino al 4K a 60 fps.

In conclusione

OnePlus 12R viene proposto nell’unico taglio di memoria 12/256 GB a 699 Euro. Nel suo complesso è un ottimo smartphone, ben funzionante, affidabile e dotato di ottime prestazioni e grande autonomia, completo anche dal punto di vista hardware, con il grande valore aggiunto del display LTPO4 di nuova generazione. L’unico neo è il comparto fotografico, inadeguato per un prodotto di fascia medio alta del 2024, ed è un limite piuttosto importante che non ci permette di consigliarvelo a cuor leggero se acquistato al suo prezzo di listino.

Nonostante ciò crediamo che sentiremo ancora parlare di OnePlus 12R all’interno della nostra guida all’ acquisto sempre aggiornata, magari tra 3 o 4 mesi, quando lo street price sarà sceso sotto i 600 Euro.

Preordinando e acquistando OnePlus 12R su OPPO Store entro oggi, 12 febbraio 2024, si potrà beneficiare di un voucher da 100 euro utilizzabile su OPPO Store a partire da marzo 2024.

Acquista OnePlus 12R sul sito ufficiale

Acquista OnePlus 12R su Amazon

Acquista OnePlus 12R su OPPO Store