Sic parvis magna: scopriamo i componenti di Samsung Galaxy S8

Samsung Galaxy S8 è uno degli smartphone top di gamma presentati durante la prima parte di questo 2017, e oggi diamo uno sguardo ai diversi componenti, anche i più piccoli, che uniti vanno a formare l’insieme del dispositivo.

Abbiamo già visto come l’Infinity Display e i materiali non lo rendano semplicissimo da riparare e al contrario ne facciano un device piuttosto semplice da rompere, e oggi la casa sud coreana ha pubblicato sul suo sito ufficiale una sorta di teardown, permettendoci di scoprire quali sono i pezzi che compongono il device.

In questa immagine possiamo vedere i diversi “strati” del dispositivo, a partire dal display e finendo con la scocca posteriore in vetro: in mezzo ci sono moltissimi pezzi, alcuni dei quali andiamo ora ad analizzare.

Il display, come sappiamo, è un’unità da 5,8 pollici QHD che riempie per l’80% la parte frontale, con un aspect ratio di 18,5:9; è curvo, AMOLED, supporta l’HDR (High Dynamic Range) e secondo DisplayMate è attualmente il migliore della categoria. Il vetro, sia anteriore sia posteriore, è un Gorilla Glass 5, che dovrebbe essere resistente quasi il doppio del predecessore.

Il DDI (Display Driver IC) supporta diversi algoritmi di compressione delle immagini delle maggiori AP per ridurre i consumi di energia, mantenendo comunque alto il livello di qualità; in corrispondenza del pulsante home virtuale è posizionato un sensore di pressione che simula la risposta di un tasto fisico attraverso l’haptic feedback.

Per massimizzare lo spazio dello schermo, la camera anteriore, da 8 megapixel e con apertura f/1.7, è stata inserita direttamente nella cornice superiore dello smartphone: è dotata di una tecnologia di riconoscimento facciale che costituisce uno dei metodi di sblocco dello smartphone (in particolare se non riuscite a raggiungere il sensore di impronte). A proposito di metodi di sblocco, è presente anche uno scanner dell’iride, incorporato nello stesso singolo modulo della camera anteriore.

Il resto della parte frontale include il LED per le notifiche il sensore di prossimità e quello di luminosità: questi ultimi sono naturalmente fondamentali per spegnere lo schermo durante le chiamate e per regolare la luminosità automatica.

Il cuore di Galaxy S8 è il nuovo SoC Exynos 8895, il primo chip della casa con processo produttivo a 10 nm: si tratta di un octa core in grado di aumentare le prestazioni della CPU del 10% e della GPU del 21%, con al contempo una riduzione dei consumi stimata intorno al 20%. La versione americana monta invece il top di gamma di casa Qualcomm, ossia Snapdragon 835, anch’esso a 10 nm.

La memoria interna è di tipo UFS 2.1: abbiamo visto alcune “polemiche” legate alle memorie, secondo le quali alcune unità disporrebbero di memorie UFS 2.0 (la versione con SoC Exynos venduta in Italia sembra comunque avere le 2.1). La RAM è di tipo LPDDR4 ed è da 4 GB.

Esattamente come i rumor avevano predetto, anche Galaxy S8 può contare su un sistema di raffreddamento Heat Pipe: la particolare struttura del device rende più semplice il raffreddamento, consentendogli di gestire temperature alte senza grossi problemi. Non manca lo slot microSD (espansione fino a 256 GB), nel quale trova alloggio anche la nano SIM.

La fotocamera posteriore, da 12 megapixel e con apertura f/1.7, utilizza un sensore Dual Pixel ed è la componente fondamentale di Bixby Vision, il nuovo sistema di ricerca di immagini e informazioni integrato nel nuovo assistente virtuale (che può contare su un pulsante dedicato). Accanto sono presenti il sensore per il battito cardiaco, il flash LED e il discusso sensore di impronte digitali.

Come probabilmente ormai saprete non mancano poi Bluetooth 5.0, NFC e supporto alla ricarica wireless. Le antenne sono posizionate nella parte superiore e inferiore del dispositivo e possono gestire un’ampia banda di frequenze; il modem LTE è di Cat.16, il che significa che supporta fino a 1 Gbps in download.

Il connettore è di tipo USB Type-C, ma fortunatamente Samsung ha deciso di non rinunciare al jack da 3,5 mm: le vostre cuffie non avranno bisogno di nessun adattatore. All’interno della confezione sono incluse cuffie in-ear AKG. Lo speaker da 1,2 watt, posizionato in basso a fianco del connettore, supporta audio UHQ a 32 bit e DSD.

Ormai siamo arrivati quasi alla fine, ma non poteva mancare uno dei componenti che più interessano agli utilizzatori: la batteria. L’unità a bordo di Galaxy S8 è da 3000 mAh (3500 su S8+): certamente Samsung avrebbe potuto fare di meglio, ma i risultati non sono sicuramente da buttare.

Dalle piccole cose nascono le grandi? Questo lo facciamo decidere a voi: cosa ne pensate di Samsung Galaxy S8?

Vai a: recensione Samsung Galaxy S8


Samsung Galaxy S8 è disponibile in offerta su Amazon a 578.00 euro. Si trova online anche su molti altri negozi, contiamo circa 72 offerte. Se invece sei interessato alle caratteristiche puoi leggere la scheda tecnica di Samsung Galaxy S8.

Fonte

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Ma non capisco mai sta cavolata che hanno quasi sempre i top di gamma:

    Perchè mi mettono dentro il Santo Graal come hardware e poi mi rifilano una batteria non all’altezza?
    é così difficile mettere una batteria da 3800 o 4000 mah?

    • Mario Montanino

      le dimensioni, con le dimensioni che ha s8 mettere una 4000 mah è attualmente difficile se non quasi impossibile, in futuro si vedrà.

      • Andrea900

        Impossibile? Ma dai, altri riescono a mettere le batterie da 4000mah e passa, nei telefoni da 5″. Sono scelte di marketing: pubblicizzano la quick charge e nel contempo alimentano il mercato dei powerbank.

  • Roberto Simonelli

    Che telefonone!!

Top