Samsung sta indagando sulle esplosioni di batterie di Galaxy Note 7

Negli ultimi giorni si sono diffuse alcune indiscrezioni secondo cui Samsung starebbe richiamando migliaia di Galaxy Note 7 a causa di alcuni casi di esplosioni spontanee di batterie, verificatesi con diversi esemplari in ricarica.

Abbiamo parlato anche di possibili ritardi nelle spedizioni, di richiami a livello globale e di difetti di fabbrica, ma ora è giunto il momento di mettere da parte tutte queste indiscrezioni e di dare un’occhiata alle dichiarazioni ufficiali al riguardo rilasciate da Samsung.

A quanto pare non si trattava solo di indiscrezioni perché quanto dichiarato dall’Azienda coreana fa capire che internamente c’è una grande preoccupazione per ciò che si sta verificando con Galaxy Note 7, soprattutto perché annunciato da poco e non ancora lanciato ovunque.

Comunque, le parole di Samsung riguardo a questa situazione sono piuttosto chiare e non lasciano spazio ad alcun dubbio su ciò che sta accadendo:

In risposta alle domande riguardo al Galaxy Note 7, stiamo conducendo un controllo approfondito. Condivideremo i risultati nel più breve tempo possible. Samsung è completamente impegnata a fornire prodotti di altissima qualità ai suoi consumatori.

E’ evidente che Samsung si è accorta che potrebbe esserci qualcosa che non va e un qualche difetto di fabbrica e perciò sta indagando per saperne di più e per evitare che la situazione possa degenerare e mettere in pericolo gli utenti e le vendite di Galaxy Note 7.

Non sappiamo come evolverà la situazione e se Samsung sarà costretta a richiamare tutti gli esemplari in circolazione, o solo quelli potenzialmente difettosi. Il problema, comunque, sembra essere limitato ad un lotto di batterie difettose fornito da un partner terzo di cui si serve Samsung, ma ciò non è ancora stato confermato.

Certo è che, nel frattempo, il valore di mercato di Samsung è sceso di 7 miliardi di dollari e che gli utenti sembrano già aver individuato un altro problema: molti, infatti, lamentano rotture del vetro Gorilla Glass 5 anteriore con troppa facilità, soprattutto lungo i due bordi.

Non sappiamo in questo caso quali tipi di sviluppo ci saranno, ma sappiamo per certo che l’avventura di Galaxy Note 7 non è partita nel migliore dei modi e come Samsung sperava. Senza contare che la prossima settimana saranno presentati gli iPhone 7.

Fonte, Fonte, Fonte

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Francesco Perrone

    Per quelli che attendono la consegna:per il primo mese ricaricare il dispositivo lontano da abitazioni e civili.

  • danitkd93

    Il note è un device fantastico. Lo è sempre stato! Fosse stato più aperto al modding e con prezzi più accessibili non ci avrei pensato 2 volte a prenderlo!
    Vedrete che questa vicenda non influirà minimamente sulle vendite anzi, sarà ancor più oggetto di test e comparazioni da parte di Blog e utenti!
    Insomma tutta pubblicità!!!

    • Adryanx

      Se il prezzo nn scende molti nn si fideranno ad acquistarlo. Troppe magagne per un terminale di quella fascia di prezzo

      • danitkd93

        Ma se si rivela solo per un preciso lotto non ci saranno altri problemi.

        • Adryanx

          Samsung li ha ritirati tutti a livello globale. Un epic fail clamoroso proprio mentre esce il.nuovo iphone 7. Nn credo che si informa lo acquisti dopo il lancio, come minimo si aspettano le review dei principali recensori dopo qualche mese di utizzo

          • Apocalysse

            No a livello globale no, li ha ritirati in Europa e Sud Korea, in USA e Cina non sono state ritirate.

    • Luigi

      Se reputi la serie Note dei device fantastici, mi sa che qui il problema non è Samsung in se

      • danitkd93

        In cosa peccano allora?

        • Luigi

          Prezzi esagerati (879€ contro altri device al top e molto più performanti di questo con prezzi da 399€), qualità costruttiva scadente perché da anni riparo telefoni e la gente che viene con i Samsung, hanno sempre gli stessi problemi. Gli spinotti usb, pixel morti negli schermi, vetri graffiati o crepati con una semplice cottarella e via discorrendo. La Samsung è morta con Galaxy S2 e il primo Note. Quelli erano device fantastici e che non davano mai problemi. Basti ricordare gli S3 che soffrivano di problemi alla scheda logica e morivano definitivamente e Samsung non li sostituiva tutti. Poi si passò ai Note 3 e gli S4 che esplodevano, i Note 2 che avevano problemi di spinotto USB (io compreso). Gli S5 che dopo qualche mese avevano i soliti problemi di usb e che non caricavano più, sensori di impronte digitali scadenti, Note 4 con il gapgate, Note 5 ed S6 e S6 Edge che davano di nuovo problemi di USB e alcuni di loro esplodevano. S7 per adesso si sta comportando discretamente anche se ho avuto clienti lamentare problemi all’USB. Il Note 7? Qui che esplode. Immagina di pagare quasi 900€ per un telefono di questo e poi ti da problemi. E l’assistenza fa pure i capricci, dicendo che se ad esempio hai un solo pixel morto e non almeno 3, uniti tra loro e in orizzontale, non ti sostituiscono lo schermo. Io al momento consiglio vivamente OnePlus 3. Costa meno della metà di Note 7, va molto ma MOLTO meglio perché non ha la touchschif e soprattutto perché è aperta al modding senza invalidare la garanzia

          • danitkd93

            Il note 2 di mio padre ha avuto un problema alla scheda logica e dopo 2 giorni era morto e glie lo hanno cambiato senza il minimo problema.
            Di altri telefoni samsung che esplodevano non c’è mai stato un solo caso poi realmente verificato. Solitamente erano solo fake o a causa di caricabatterie cinesi farlocchi.
            Problemi all’usb è vero ma è anche uno dei pezzi più maltrattati di uno smartphone, magari te ne arrivano tanti samsung perché sono anche i telefoni Android più diffusi.
            Sensori di impronte digitali scadenti su s5 mai sentiti, gapgate su note 4?? Cos’è??
            Ora note 7 che (forse!) esplodono a causa di un lotto di batterie di 3i difettoso.
            Sinceramente si tende a far più chiacchiere a riguardo che altro.
            Anche gli iPhone che sono considerati i telefoni di eccellenza in qualità costruttiva hanno avuto difetti in ogni modello!
            Ma è semplicemente una costante statistica, più un prodotto è diffuso, più è alto il rischio di avere qualche unità difettosa.

          • Luigi

            Gli S3 come i Note 2, avevano problemi di scheda logica e com’è successo a quello di tuo padre, morivano e chiaramente è una rottura di scatole. Se cerchi su Google, ci sono un bel po’ di S4 esplosi e anche di S3 anche se in numero ridotto rispetto ad S4. L’USB rimane si la parte più maltrattata di un telefono, ma la maggior parte di clienti che mi ritrovo, ha Samsung e lamenta sempre lo stesso problema. L’USB. Tutti gli altri che vengono con Huawei, HTC è altri, mi chiedono soltanto di cambiare vetro e/o display perché magari non ci fanno molta attenzione e gli cadono ma come qualità costruttiva, la Samsung è scesa parecchio e si culla con il nome che si è fatta. Samsung comanda in campo SSD e memorie in generale dato che qualsiasi telefono o SSD anche Kingston o Corsair montano memorie flash Samsung, ma per telefoni ad oggi fanno schifo nonostante vengano assemblati in Corea. iPhone non è assolutamente considerato un telefono dalla grande qualità costruttiva dato che vengono assemblati alla Foxconn, in Cina. Gli iPhone infatti vengono costruiti con 250$ (iPhone 6S Plus, il più costoso come produzione) e vengono venduti a 1000€ più o meno. Samsung idem, venduti a 700-900€ ma siamo lì. Prendi HTC, sempre cinese, di Taiwan, ma scendono di prezzo molto facilmente, HTC è regina dei materiali (Vedi M7, M8, M9 e 10), assembla in maniera migliore e nonostante i costi, basta aspettare qualche mese e lo trovi con 100-150€ di meno. Quindi ad oggi, chi ne capisce davvero, se la fa alla larga da Samsung e da iPhone ma punta su dei validissimi Huawei, OnePlus, Honor (che poi sono sempre Huawei), Xiaomi, Meizu, HTC, e come ultima scelta, LG e Sony.

          • pietro

            Oneplus 3 e Note non sono comparabili, sono semplicemente cose diverse, due eccellenze nei loro settori, ma due cose diverse. A chi basta un op3 non serve un note, a chi serve un note non se ne fa niente di op3.
            Per chi necessita di usare il pennino e la suite software atta a sfruttare lo stesso, il note è l’unica opzione sul mercato, non ha senso paragonarlo con altro perché è un prodotto unico nel suo genere, certamente non adatto a tutti, certamente non sfruttato da gran parte dei suoi acquirenti, ma è un dispositivo diverso da uno smartphone.

          • Luigi

            Senza dubbio, ma comprando un Note, stai pagando un software (fatto tra l’altro malissimo) e una penna della Wacom, la cui penna e digitalizzatore integrato, costano meno di quelli della Synaptics e offrono maggiore precisione e punti di pressione. Io ho avuto Note in passato e come tutti i Samsung, sono soldi buttati perché costano esageratamente troppo. 879€ per un telefono che potrebbe costare 449€ (e già sono assai contando che un telefono del genere a Samsung costa mediamente 250$). Sia i Samsung che gli iPhone se costassero di meno, sarebbero forse dei best buy. Se iPhone costasse ad esempio 499€, sarebbe perfetto perché costerebbe relativamente poco e più accessibile. Però chiaramente iPhone e Samsung sono iPhone e Samsung e si fanno pagare. Perché spendere 849€ per un telefono che ha debuttato risultando più lento di OnePlus 3 che costa la metà, con batterie potenzialmente esplosive e qualità costruttiva qualitativamente ridotta ai minimi termini? Alla fine telefoni come il OnePlus te li modifichi come vuoi, con Xposed, BusyBox e annesse mod e lo rendi molto più veloce e reattivo staccando ancora di più Samsung sul comparto prestazioni, fluidità (vedi i processi aperti in background di OnePlus 3 e Note 7) e di consumi di batteria. I Samsung rimangono sovrapprezzati, assemblati in modo scadente e con software fatti malissimo che non ti permettono di sfruttarlo al 100%. Basti solo sapere che la TouchWiz ha sempre il DVFS che ammazza le prestazioni. Un po’ come il famigerato Turbo Core di AMD

          • pietro

            ripeto, ma a chi serve quel software, pur se fatto male, non ha altre alternative, e per quanto buoni i concorrenti, si rivelerebbero inutili

          • Luigi

            Giusto, ma non a quel prezzo. 879€ sono palesemente un furto, a maggior ragione per uno smartphone così scadente. Per 950-1000€ ci si prende un 2 in 1 con penna Wacom o Synaptics, con Windows 10 e sicuramente una qualità costruttiva e un software affinato in maniera maggiore di un Samsung. Tanto che la serie Note è per il 90% in mano ai giovani, mentre chi lavora in azienda, ha un iPhone, un iPad o un 2 in 1.

          • pietro

            Ma un 2-1 è un prodotto diverso, molto meno portatile, son 3 prodotti diversi

          • Luigi

            Ma rimane un prodotto molto più valido e molto meglio fatto è più funzionale. Quindi perché buttare 900€ su uno smartphone con android che vuole ricalcare un telefono aziendale ma che non lo sarà mai (perché avere la penna e un’ottimizzazione per le note, non fa di uno smartphone una macchina da lavoro), quando con 950€ o massimo 1000€ prendo un 2 in 1 con processori x86 e Windows 10?

          • pietro

            Son prodotti diversi, non ha senso confrontarli, se mi serve un dispositivo da mettere in tasta di un 2 in 1 me ne faccio poco, nonostante possa essere il miglior prodotto del mondo. Il note per il momento fa parte di un segmento tutto suo nel quale non ha concorrenza perché non ci sono dispositivi equivalenti

          • Luigi

            Chiaro, chi corre da solo non puo’ perdere ahahahahah. E’ come fare una cronoscalata con una Porsche. Vinceresti perché sei l’unico della tua categoria. Se altri produttori facessero qualcosa come il Note (immagina OnePlus in primis, Apple, HTC o Huawei), il Note diventerebbe inutile. E comunque, se si avesse il bisogno di un prodotto che stia in tasca, andrebbe benissimo anche qualsiasi altro dispositivo che non sia un Note :)

          • pietro

            Se altri facessero qualcosa di simile può darsi, ma fin quando non la fanno così é.

            Per il dispositivo in tasca, mi riferisco sempre ad un dispositivo con pennino e suite software simile a quella del note

          • Luigi

            Ma ciò non cambia che i Samsung e la serie Note siano sovrapprezzati e di bassa qualità

          • pietro

            Il prezzo lo fa il mercato. Se un dispositivo vende il prezzo sale, se non vende il prezzo scende.
            Se ha quel prezzo è perché la domanda è alta.

          • Luigi

            Il prezzo non lo fa il mercato ma la produzione e il nome. Perché secondo te, telefoni come gli LG vendono tantissimo ma costano molto meno? Non per la richiesta ma per la produzione. Anche perché i Samsung si svalutano più velocemente della luce

          • pietro

            1) i telefoni LG non vendono più tantissimo, basta vedere i dati di vendita. E quando cominciano a vendere è proprio merito del rapporto tra domanda e offerta. Quando un prodotto non vende cala di prezzo per essere venduto.
            2) i top di gamma Samsung svalutano di meno di quelli Huawei e della già citata LG.
            A Street price S6 ad oggi costa quasi un G5. S7 costa quasi il doppio di G5. Sempre merito del rapporto domanda offerta, la domanda è alta, il prezzo rimane alto.

          • Luigi

            Allora perché HTC nonostante non venda, tiene il prezzo alto? Seguendo il tuo ragionamento, HTC dovrebbe costare meno di G5 e S7

          • pietro

            economie di scala.
            Per htc sostanzialmente si tratta di un circolo vizioso.
            Produce poco, quindi acquista poco hardware, di conseguenza ha scontistiche meno vantaggiose, in pratica gli smartphone gli costano di più in produzione. Ergo gli HTC non è che calano meno, semplicemente raggiungono un prezzo molto vicino a quello di produzione prima dei concorrenti. Se noti i top HTC scendono sotto i 400 dopo i 2 anni, semplicemente quando diventano scorte di magazzino in esubero presso i rivenditori

          • Luigi

            Beh se è per questo, anche i ferma porta che fa la Samsung scendono di prezzo vertiginosamente. S6 Edge al lancio costavano 749€ e ora su Amazon si trova a 438€ ma si vari siti di trova anche a a 399€. E la richiesta di mercato di Samsung è alta ma nonostante ciò, si svalutano subito. Ricordo io stesso col Note 2. Comprato a 699€ e un anno dopo già stava a 299€. E quando qualcosa in poco tempo si svalutano velocemente, c’è solo una spiegazione. Non hanno mercato. Basti vedere le Alfa Romeo

          • pietro

            ma s6 edge ha 1 anno e mezzo, è obsolteto ormai, c’è il successore in vendita. A 399€ col successore in circoalzione al secondo anno di vita è altissimo come prezzo!
            Costa quanto g5 che ha 1 anno in meno!

          • Luigi

            Ah S6 Edge è obsoleto? Ho capito ahahahahah. Comunque G5 cala di prezzo perché non vende. G5SE costa più del G5 normale

          • pietro

            ma io che sto dicendo? G5 cala di prezzo perchè non vende! esatto! DIN DON, rapporto domanda offerta!!
            s6 per quanto sia valido è un device obsoleto, visto che c’è un successore, è normale sia calato di prezzo non essendo più il top di gamma samsung. Però se costa quanto g5 che è un anno più nuovo, è perchè è perchè c’è domanda

          • Luigi

            Intanto S6 non è obsoleto perché chi ha S6, fa meglio a restarci perché tra S6 e S7 l’unica differenza è la CPU e il giga in più di RAM e sfidò chiunque a trovare differenze d’utilizzo giornaliero e dei giochi tra S6 ed S7, perché non ce n’è. Secondo, LG svaluta perché non se la calcola nessuno ed è vero, ma secondo il tuo concetto di “mercato”, Samsung non dovrebbe vendere dato che nel giro di un anno i telefoni te li tirano dietro. La svalutazione dal Galaxy S6 è diminuita anche per il fatto dei materiali. Perché si, si svalutano ma i venditori non sono così cretini da venderti un S6 a 399€, perché il vetro ed il metallo chiaramente aiutano a tenere maggiormente il prezzo, ma ciò non toglie che la svalutazione in ambito smartphone non è direttamente proporzionale alla richiesta. La supervalutazione si, perché chiaramente se io, Euronics ho il magazzino pieno di S6 e tra una settimana mi arrivano gli S7, è normale che me ne devo liberare. Tanto che su Amazon S6 sta a 365€ mentre nei negozi in base ai periodi delle offerte, lo danno a 349€ (e S6 ha lo stesso mercato di S6 anche se leggermente leggermente minore). Samsung tiene il prezzo non per la richiesta ma per il marchio. Basti prendere Meizu Pro 5 che al lancio costava 549€ in versione 4/64 e ora a 479€ Street price lo trovi (e non è un telefono con tanto mercato ma nonostante ciò, tiene il prezzo.

          • pietro

            Se non capisci cosa intendo per obsoleto è inutile sprecare fiato sul resto.
            S6 è un device validissimo, ma nella LINEA S DI SAMSUNG è stato sostituito da tempo da S7, quindi S6 per quanto sia valido ai fatti è un terminale obsoleto.
            Per quanto riguarda tutto il resto, il rapporto tra domanda e offerta lo si studia alle superiori. Se non ci sei arrivato è inutile spiegartelo nuovamente. Tutto quello che stai dicendo è legato a doppio filo al rapporto domanda/offerta.

          • Luigi

            Il fatto che ogni anno esca un nuovo device, non significa che il modello precedente sia obsoleto. E sotto qualsiasi punto di vista, Galaxy S6 non è assolutamente obsoleto sotto nessun punto di vista. Chiarito questo, se il mercato seguisse la tua logica, tanti altri telefoni anche di importazione cinese e venduti ufficialmente in suolo europeo e italiano, dovrebbero costare una miseria e se così non è, un motivo ci sarà dato che sono dei dispositivi di nicchia ma nonostante ciò, tengono prezzi alti. Prendi Meizu Pro 5 modello “obsoleto” secondo il tuo punto di vista data la presenza di Meizu Pro 6. Meizu MX5 dovrebbe essere altrettanto “obsoleto” e parecchio economico dato che è da poco uscito MX6. Invece tengono il prezzo alto. Perché? Perché sono telefoni di ottima fattura e non c’entra la richiesta di mercato, altrimenti li tirerebbero dietro alle persone a 199€ anziché 319€. Allora iPhone 5S che sta a 299€? Tiene il prezzo perché la domanda di mercato è alta, quando dove ti giri vedi SOLO iPhone 6/S e 6/S Plus?

          • pietro

            1 i cinesi non ufficialmente sul nostro mercato non possono essere presi in considerazione, troppe variabili da valutare, ci vorrebbe un discorsone enorme, perché bisogna analizzare il comportamento del mercato cinese, poi valutare costi di importazione e guadagno dei reseller.
            2)iPhone 5S partiva (nel 2013!!!) da 800€. Fatti i conti.

          • Luigi

            Infatti se avrai letto, parlavo di cinesi ‘venduti ufficialmente in suolo europeo e italiano’. A parte quello, hai detto bene. A fine 2013 costava 799€ di base. Oggi non se lo calcola nessuno a costa ancora 299€. Quindi in questi casi, il mercato fa poco. E’ il nome che fa la differenza. Dato che è Apple allora deve costare 300€ dopo 3 anni sennò che Apple sarebbe? Quindi quando si parla di Apple e Samsung, il mercato fa ben poco dato che la gente pensa che avendo tra le mani un Apple o un Samsung, ha un telefono immortale e chiaramente Aplle e Samsung ti fanno pagare 900€ per un telefono che costa 250$ di produzione. Stesso discorso Apple. 250$ di iPhone 6S Plus da 128GB ma che al pubblico costava al lancio 1199€. Sovrapprezzati, inutili (perché un telefono da 5,7 pollici con la penna che ti permette di fare le gif dai video è palesemente inutile) e dalla scarsa qualità costruttiva. Quindi a che pro buttare 900€ per un Note con dei gravi ed evidenti problemi, quando per meno della metà compri OnuPlus 3 o altri mille dispositivi costruiti molto meglio e affinati molto meglio in ambito software? Perché? Perché è moda e fa figo avere l’ultimo Samsung che hai pagato 900€. Un po’ come quelli che spendono 1700€ per un 6950X da mettere in un pc da gaming e se ne vanta. Quando con 350€ prendi un 6700K e in gaming va molto meglio. Stesso identico modo di pensare, ambiti differenti, perché come ho già detto, chi necessita di una macchina da lavoro, non si prende il Note ma un 2 in 1.

Top