Nel corso della Samsung Developer Conference, tenutasi la scorsa settimana a San Francisco, il gruppo sud coreano ha annunciato lo schermo flessibile chiamato Infinity Flex, senza però mostrare chiaramente uno smartphone.

Abbiamo solo intravisto un prototipo, abbondantemente camuffato, che potrebbe rimanere tale. Samsung infatti non ha ancora scelto l’elemento base del suo smartphone pieghevole, ovvero la cerniera. SarĂ  KH Vatec, compagnia sud coreana specializzata in questa tipologia di prodotti, ha infatti presentato cinque diverse soluzioni.

Potremmo dunque avere uno schermo pieghevole come quello mostrato a San Francisco o una soluzione verticale, più simile a un vecchio flip phone. Al momento la scelta sembra essere ristretta a due solo modelli, ma per ora non ci sono indiscrezioni su forma e funzionamento.

La cerniera dovrebbe consentire alle due porzioni dello schermo di richiudersi quasi perfettamente, anche se a quanto pare ci sarĂ  un piccolo spazio per evitare che lo schermo si danneggi in caso di cadute. A quanto pare questo tipo di cerniera avrebbe in sistema che consente di regolare diverse angolazioni, con una soluzione simile a quelle utilizzate sui notebook.

La scelta di Samsung dipenderĂ  in parte da quello che farĂ  Google per adattare l’interfaccia di Android agli schermi flessibili. Se sarĂ  possibile gestire diverse angolazioni dello schermo per eseguire funzionalitĂ  particolari, allora la cerniera in stile notebook potrebbe essere la soluzione ideale.

Secondo le ultime indiscrezioni dovremo attendere fino a febbraio per la presentazione, quindi le tempistiche per Samsung sono relativamente strette. Lo smartphone dovrebbe inoltre essere particolarmente costoso, indirizzandosi quindi verso una piccola nicchia di mercato.

Vai a: Samsung annuncia Infinity Flex, il suo primo display-smartphone pieghevole