Recensione Zuk Edge: il top di gamma economico

Recensione Zuk Edge: il top di gamma economico
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/03\/zuk_edge_copertina.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/03\/zuk_edge_copertina-460x259.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/03\/zuk_edge_copertina-635x357.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/03\/zuk_edge_copertina.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/03\/zuk_edge_copertina.jpg"}, "title": "Recensione Zuk Edge: il top di gamma economico" }

Recensione Zuk Edge  Nonostante ci sia la parola Edge nel nome non si tratta di uno smartphone curvo ai bordi, ma ciò non vuol dire non sia un dispositivo molto interessante: cornici ridottissime, un hardware da vero top di gamma e un prezzo contenuto lo rendono su carta un vero best buy.

Ma come si comporta nella realtà? Ringraziamo GrossoShop.net per il sample inviatoci e scopriamolo nella nostra recensione di Zuk Edge!

Video recensione Zuk Edge

Hardware & Connettività

A livello hardware Zuk Edge non si fa mancare praticamente nulla: il SoC è uno Snapdragon 821, quad-core a 2,35 GHz, accompagnato dalla GPU Adreno 530. La memoria interna è da 64 GB, non espandibili, a cui si affiancano 4 o 6 GB di RAM in base alla versione.

Parte Telefonica & Antenne

La connettività è abbastanza completa con WiFi 802.11 a/b/g/n/ac Dual Band, supporto al Dual SIM Dual Standby con due slot NanoSIM e al Bluetooth  4.1. La banda 20 del 4G LTE è presente, così come alla radio FM (benché non vi sia un’app di sistema per sfruttarla), manca invece l’NFC.

In quanto a geolocalizzazione c’è il supporto a A-GPS, Glonass, BDS e anche Galileo, con un fix della posizione veloce e preciso. La ricezione è buona e non presenta incertezze, se non un po’ di lentezza nel cambio rete tra WiFi e dati. In chiamata la capsula audio ha un volume abbastanza elevato.

Ergonomia, Design & Materiali

Zuk Edge non fa compromessi su design e qualità costruttiva, come Zuk aveva invece fatto per Z2 (recensione). Sia il fronte che il retro sono coperti da un pannello in vetro con stondatura 2.5D, e si vanno a congiungere lateralmente ad un frame in alluminio di ottima rifinitura e dalle linee decise, che donano un buon grip.

Grazie inoltre alle cornici ridotte attorno al display lo smartphone risulta abbastanza compatto, con dimensioni di 142,9 x 74,5 x 7,7 mm e un peso di soli 160 grammi.

Il pulsante di accensione è zigrinato e si trova sotto al bilanciere del volume, sulla destra, mentre a sinistra è presente solo lo slot per le SIM. In alto trova posto il microfono secondario, mentre sul fondo ci sono il micorofono principale, lo speaker singolo e il connettore USB Type-C.

Sotto la fotocamera sul retro è inoltre presente un sensore di rilevamento del battito cardiaco. Sul fronte invece trova posto un lettore di impronte ultrasonico incastonato sotto al vetro, veloce e preciso, ma non si tratta di un vero e proprio tasto bensì il suo contorno è semplicemente disegnato: l’unica scelta di design che non mi ha convinto.

Display, Audio & Multimedia

Zuk edge monta un pannello da 5,5 pollici FullHD con tecnologia IPS che risulta molto immersivo per via delle cornici estremamente ridotte che lo circondano. Non mi ha però convinto a pieno come riproduzione dei colori, che risulta un po’ piatti e poco brillanti. In particolare i bianchi sono un po’ troppo opachi e i neri non sono molto profondi.

A livello software è comunque possibile calibrarne la temperatura e attivare la luminosità adattiva che aumenta i contrasti quando ci troviamo sotto una forte sorgente di luce, veramente utile. Nel complesso un display buono, ma su cui si poteva fare un po’ di più.

Il comparto audio è buono per essere un singolo speaker mono sul fondo, con un volume abbastanza elevato e una sonorità corposa.

Fotocamera

La fotocamera principale vede un sensore da 13 megapixel f/2.2 con pixel larghi 1,34 µm con singolo flash LED, mentre la frontale è da 8 megapixel f/2.2 con pixel larghi 1,12 µm. Il software che la accompagna presenta filtri in tempo reale, che però non risultano comodi da scorrere velocemente, e varie opzioni e modalità racchiuse in un selettore circolare non troppo intuitivo.

La qualità degli scatti non è al livello di altri top di gamma: di giorno i colori sono ben riprodotti e l’HDR funziona bene, ma i dettagli catturati non sono elevatissimi. Quando la luce cala poi l’algoritmo della fotocamera va a impastare molto i dettagli per evitare la formazione di rumore, creando però un risultato poco nitido, cosa accentuata particolarmente negli scatti in notturna. Anche la fotocamera frontale non convince particolarmente.

Nel comparto video è possibile registrare fino al 4K 30 fps. La stabilizzazione è però un po’ carente, la messa a fuoco non è velocissima e non sempre è precisa e la gestione della luminosità andrebbe migliorata. Nel complesso il comparto fotografico non brilla.

Batteria & Autonomia

La batteria ha una capienza di soli 3100 mAh, ma riesce comunque a garantire una buona autonomia. In una giornata di utilizzo intenso sono sempre riuscito ad arrivare a sera con circa 5 ore di display attivo, un po’ meno stressando lo smartphone particolarmente, un po’ di più con un uso leggermente più moderato.

Per la ricarica è supportata la tecnologia QuickCharge 3.0.

Software

Zuk Edge ha a bordo la ZUI 2.3 basata su Android 6.0 Marshmallow, ma è già programmato l’arrivo della versione 2.5 basata su Nougat. Il software stock ha solo l’inglese come lingua di sistema, ma sono presenti delle ROM modificate con la traduzione totale in italiano. La particolarità principale di questa ROM è il sistema di navigazione: con un tap del “tasto” centrale si torna indietro, con una pressione prolungata dello stesso si torna alla home, mentre con degli swipe laterali si può decidere di aprire il multitasking o di spostarsi tra le app aperte. C’è comunque la possibilità di abilitare la più comune barra di navigazione a schermo.

Come tradizione per gli smartphone dalla Cina è assente il drawer delle applicazioni. Oltre a questo le impostazioni rapide non sono integrate nel pannello delle notifiche, bensì vi si può accedere con uno swipe dal fondo del terminale, che apre un box personalizzabile con vari toggle personalizzabili per posizione, e che risulta molto comodo anche nell’utilizzo ad una mano sola. Graficamente tutta l’interfaccia è minimale e ben curata, con anche la possibilità di scegliere tra vari temi preinstallati.

Nelle impostazioni di sistema è possibile personalizzare app per app i metodi di notifica, e oltre a questo c’è una comoda modalità non disturbare che è possibile programmare per giorno e ora. Inoltre è possibile impostare degli orari di accensione e spegnimento automatici dello smartphone. Per quanto riguarda invece la sicurezza c’è la possibilità di bloccare l’accesso ad alcune app tramite richiesta di impronta digitale.

La app preinstallate vedono del bloatware cinese, per fortuna disinstallabile, a cui si affiancano anche delle utilità ben realizzate, come la bussola, la calcolatrice, il registratore vocale o le note. Particolare importanza è data a U-Health, l’app per monitorare l’attività fisica e il battito cardiaco,  che ha un pannello completamente dedicato integrato nel launcher. In Safe Center poi sono racchiuse tutte le impostazioni relative alla sicurezza e ai consumi, e da qui è importante garantire il permesso di autostart alle app che necessitano di mandare notifiche push.

Prestazioni

Zuk Edge ha delle performance di elevatissimo livello, con grande reattività e tempi di caricamento ridotti, benché non sia alla pari dei migliori smartphone per fludità sul mercato come OnePlus 3T (recensione). Anche in navigazione web non si notano mai particolari rallentamenti o ricaricamenti degli elementi, nemmeno nei siti più pesanti.

Nel gaming con Real Racing 3 il framerate è sempre elevato e costante, con i dettagli ambientali riprodotti al massimo. Quando messo sotto stress per periodi prolungati la parte intorno alla fotocamera va a scaldare leggermente, senza però diventare mai particolarmente fastidioso da tenere in mano. Di seguito potete visione i risultati dei benchmark.

In conclusione

Zuk Edge è un top di gamma che riesce a convincere sotto molti aspetti, a partire dal design curato e senza compromessi fino ad arrivare alle ottime performance. Non si tratta di uno smartphone perfetto, specialmente nel comparto fotografico e nel software ancora non rifinito del tutto per il nostro mercato, ma sicuramente è un dispositivo da tenere in grande considerazione.

Potete acquistare Zuk Edge ad un prezzo di circa 340€ per la versione con 4 GB di RAM o 380€ per quella da 6 GB su GrossoShop.net.

Pagella

8.5
Display
8.4
Ergonomia
9.7
Hardware
8.5
Software
8.5
Batteria
7.8
Fotocamera
9.6
Qualità/prezzo
9.3
Materiali
8.5
Audio
8.9
Esperienza Utente
8.8