Recensione Vivo Nex Dual Display: non lo avreste mai immaginato un telefono così

Recensione Vivo Nex Dual Display: non lo avreste mai immaginato un telefono così
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2019\/02\/vivo_nex_dual_display_4_tta.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2019\/02\/vivo_nex_dual_display_4_tta-460x345.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2019\/02\/vivo_nex_dual_display_4_tta-635x477.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2019\/02\/vivo_nex_dual_display_4_tta.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2019\/02\/vivo_nex_dual_display_4_tta.jpg"}, "title": "Recensione Vivo Nex Dual Display: non lo avreste mai immaginato un telefono cos\u00ec" }

Recensione VIVO Nex Dual – Oggi vi parliamo di un telefono stranissimo, che alla domanda “dove mettere la fotocamera frontale?”, non risponde con slider, notch o fori, ma nel modo più semplice possibile: non la si mette.
E dunque come ci si scatta un selfie? Girando il telefono!

Questo piccolo giro di parole ci serve per introdurre uno dei telefoni più curiosi degli ultimi tempi, Vivo Nex Dual, con un doppio display fronte/retro che è tutto un programma, lo vediamo nella nostra recensione.

Video recensione di Vivo Nex Dual Display

Hardware & Connettività

Dal punto di vista hardware, il Vivo Nex Dual Display non è poi così diverso da un normalissimo smartphone di fascia alta, integra un processore Qualcomm Snapdragon 845, abbinato a ben 10 GB di RAM LPDDR4X e 128 GB di memoria interna UFS 2.1 non espandibile.

Completo anche sul fronte connettività, grazie a LTE di Cat. 18, Bluetooth 5.0, WiFi AC e GPS, manca invece il chip NFC, a testimonianza della destinazione primariamente cinese del prodotto.

Sotto al display principale, trova posto un sensore di impronte digitali ottico, molto veloce e preciso, ben oltre la media a cui siamo abituati, posteriormente invece c’è un sistema di sensori per il riconoscimento e l’autenticazione 3D del volto. Non mancano poi i sensori di luminosità, prossimità e persino un LED di notifica circolare posizionato sulla cover posteriore.

Per quanto riguarda le connessioni e il segnale telefonico non ci si può lamentare, al netto dell’assenza di banda 20, Vivo Nex prende bene e non mostra alcuna indecisione nella gestione delle connessioni con altri dispositivi.
Ottime le prestazioni, merito di un hardware collaudato e di grande qualità, supportato da un software non troppo pesante e ben ottimizzato.

Menzioniamo anche alcune lacune tecniche, la ricarica wireless in primis (ma è un compromesso ovvio dovuto al doppio display),  la memoria espandibile e l’audio in uscita dall’altoparlante solamente mono.

Ergonomia, Design & Materiali

Le dimensioni di Vivo Nex Dual sono generose (157.2 x 75.3 x 8.1 mm), leggermente abbondanti per un prodotto che per sua natura va continuamente girato di 360 gradi fronte/retro, e anche il peso si fa sentire, sono ben 199 grammi, ma ci sta considerando il secondo pannello OLED e la batteria da 3500 mAh.

La parte frontale è completamente occupata dallo schermo principale, questo era l’obiettivo principale dei progettisti ed è stato centrato completamente, ne risulta un design anteriore pulito, elegante e coinvolgente.
Il bordo è in metallo, verniciato con finitura lucida che però crea un effetto non propriamente premium.

Posteriormente troviamo il secondo display, più piccolo rispetto a quello anteriore e con fattore di forma di 16:9, vengono quindi a crearsi due barre nere sopra e sotto, occupate rispettivamente da tutta la sensoristica fotografica e dal logo NEX.
In alto c’è una sorta di rigonfiamento circolare del vetro, in corrispondenza delle fotocamere, che viene a trovarsi anche sopra una porzione del display.
In questo punto c’è un LED a semicerchio che crea effetti particolari al ricevimento di una notifica o mentre si riproduce musica.

La qualità costruttiva percepita è elevata, manca però la certificazione IP contro acqua e polvere.

Doppio Display, Audio & Multimedia

L’asso nella manica di VIVO Nex Dual Display è proprio il suo doppio schermo, uno anteriore classico e uno posteriore. Ma a cosa serve averne due?

Prima di rispondere alla domanda vediamo qualche dato tecnico, il display principale è un OLED FHD da 6,39 pollici in 18,5:9, un bel pannello, luminoso e brillante, anche se non paragonabile ai migliori della categoria sulla fascia premium, il display posteriore è leggermente meno luminoso, ma nuovamente un OLED FHD con diagonale di 5,39 pollici e fattore di forma di 16:9, anche il pannello posteriore ha gli angoli arrotondati.

Il motivo principale per cui avere due schermi è legato alla necessità di mantenere completamente borderless e senza interruzioni la parte frontale.
Bisogna infatti trovare un modo per integrare la fotocamera frontale, abbiamo già visto le soluzioni a scomparsa di OPPO Find X, delle stesso Vivo Nex S e più recentemente di Xiaomi Mi Mi Mix 3, VIVO ha invece pensato bene di non metterla e sfruttare la fotocamera posteriore, con più spazio a disposizione e relative performance nettamente migliori rispetto alla media delle selfie cam.

A quel punto però si è aperta un’altra questione, come riuscire a fare selfie con la fotocamera posteriore senza poter capire cosa si sta inquadrando?
Ecco allora arrivare il secondo display, che ha come funzione primaria proprio quella del monitor mentre si sta scattando un selfie.
Selezionando la fotocamera frontale, verremo invitati a ruotare il telefono per scattare la foto, non è poi così scomodo come può sembrare.

VIVO ha poi pensato ad alcune funzioni aggiuntive per valorizzare il doppio schermo, potremo per esempio aprire due app diverse davanti e dietro per una sorta di multitasking fisico; fare in modo che lo schermo posteriore si accenda al ricevimento di una notifica; disegnare qualcosa su uno dei due display e inviarlo come GIF all’altro, in modo che chi ci sta di fronte possa vedere cosa abbiamo disegnato (vi immaginate a mandare messaggi d’amore alla persona della vostra vita che avete casualmente di fronte in metropolitana?) .

La sfera multimediale è avvalorata dalla presenza della porta jack audio da 3,5 mm, con annesso un DAC audio dedicato, ottimo il suono in cuffia e buono da altoparlante, che purtroppo non è stereo.

Fotocamera

Vivo Nex Dual è un “superdotato” sul fronte fotografico, ha un sensore principale Sony IMX 363 da 12 MP associato ad un’ottica stabilizzata F/1.8, a ciò si aggiunge un secondo modulo da 2 MP dedicato alla cattura della luce per le foto notturne, infine un terzo sensore TOF per il rilevamento della profondità e applicazioni 3D.

Le foto vengono molto bene, sia di giorno che di notte le performance sono consistenti, con buoni dettagli, bilanciamento del bianco corretto e immagini generalmente equilibrate.
Ci ha stupito la resa della modalità notturna, in ambienti a scarsa illuminazione i risultati sono andati oltre ogni aspettativa, che lavoro Vivo!

Chiaramente vengono molto bene i selfie, probabilmente i migliori tra gli smartphone di fascia alta, sia in modalità standard che con effetto bokeh simulato.

Una nota di demerito però per l’applicazione, confusionaria e infarcita di opzioni inutili e quasi ridicole per il mercato occidentale.

Batteria & Autonomia

La batteria da 3500 mAh rende bene e consente di arrivare a fine giornata senza grossi problemi, non pensiate che il doppio schermo impatti eccessivamente sull’autonomia, infatti salvo rare occasioni, non saranno mai contemporaneamente attivi i due display.

Mediamente riuscirete a coprire 4 ore e mezza o 5 di display attivo, in una giornata piena di utilizzo.

Software

Con la recensione di Vivo Nex Dual Display, arriviamo a parlare di software, già aggiornato ad Android 9.0 Pie.
Non un granché se siete puristi del robottino verde, troverete infatti una grafica in parte scimmiottata da iOS, con diverse funzioni superflue e traduzioni approssimative.

In realtà non è una personalizzazione da buttare, tutti i processi sotto il cofano girano come si deve, non esistono problemi con le notifiche e le app funzionano correttamente.
Ci sono tante funzioni simpatiche, una buona gestione della privacy e tantissime opzioni di personalizzazione.
In ogni caso il valore aggiunto di Android è proprio la sua duttilità e con pochi passaggi potrete rendere più occidentale e adatto a voi il software di questo device.

In conclusione

Siamo alle battute finali della recensione di Vivo Nex Dual Display, già disponibile su GrossoShop a 629 Euro in versione global (senza banda 20).

Si tratta di uno smartphone audace e che come tale richiede utenti altrettanto audaci, se vi piace l’idea e vi sentite degli innovatori, allora non c’è alcun motivo per sconsigliarvi Vivo Nex Dual Display, funziona bene e l’implementazione curata del doppio schermo potrebbe tornarvi utile in diverse circostanze, sempre che siate attenti a non farvelo scivolare dalle mani!

Acquista Vivo Nex Dual Display su GrossoShop.

Pagella

8.7
Display
6.4
Ergonomia
9.5
Hardware
8.2
Software
8.0
Batteria
8.6
Fotocamera
8.6
Qualità/prezzo
9.5
Materiali
7.8
Audio
7.2
Esperienza Utente
8.4
Condividimi!