L’azienda francese Wiko è, come sappiamo, specializzata nel produrre smartphone dal prezzo piuttosto contenuto e molte volte ci ha sorpreso con modelli dall’ottimo rapporto qualità/prezzo. Wiko Sunset 2 appartiene alla fascia ultra-economica del mercato e, di conseguenza, è dotato di una scheda tecnica quasi anacronistica per uno smartphone nato nel 2015; tuttavia, siccome i “numeri” non sono tutto, andiamo a scoprire come si è comportato nella nostra recensione.


Unboxing

Nella confezione di Wiko Sunset 2 troviamo il carica batteria con ingresso USB e uscita da 1A, il cavo dati USB/micro-USB, le cuffie auricolari in-ear di buona fattura e la classica manualistica rapida. Sullo smartphone, inoltre, è pre-applicata una pellicola trasparente in plastica.

Wiko-sunset-2-1


Video recensione di Wiko Sunset 2

Di seguito potete trovare il nostro video che mostra gli aspetti principali dell’uso di questo smartphone.


Hardware & telefonia

Le prime note dolenti che riguardano il Wiko Sunset 2 derivano dalla sua scheda tecnica: come processore troviamo infatti un Meditek MT 6572 dual-core da 1.3 GHz e solamente 512 MB di RAM. Tra le altre caratteristiche troviamo il LED di notifica e il sensore di luminosità e la possibilità di utilizzare due SIM; la memoria interna è di 4 GB espandibili mediante microSD (impostabile come memoria principale). Mancano, invece, LTE e NFC. Il comparto fotografico vede una fotocamera posteriore da 2 megapixel con flash LED a fuoco fisso ed una anteriore da 1.3 megapixel.

Potete trovare ulteriori informazioni su questo smartphone mediante il sito ufficiale a questo link. Il prezzo di listino del Wiko Sunset 2 è fissato attorno ai 70€ ma online lo si può trovare a cifre di poco superiori ai 50€.

Parte telefonica & antenne

La ricezione telefonica del Wiko Sunset 2 è ottima da entrambi gli slot SIM, la qualità della capsula auricolare è media e l’audio risulta piuttosto piatto ma sempre nitido. Anche il vivavoce è sufficiente per l’utilizzo in automobile grazie, soprattutto, allo speaker frontale che è dotato di un buon volume ma, anche in questo caso, di una qualità sonora di livello medio. La ricezione del WiFi invece è decisamente sotto la media e anche la gestione dello stesso presenta qualche problema: sono infatti frequenti i problemi di disconnessione e di blocco delle attività o dei processi legati alla connettività WiFi (aggiornamenti app, utilizzo di instant messaging etc..). Il GPS infine, è di buon livello e non ci costringe ad attese superiori ad una decina di secondi per effettuare il fix dei satelliti.


Ergonomia, design & materiali

Il Wiko Sunset 2 è uno smartphone con una buona ergonomia grazie, soprattutto, alle dimensioni ridotte; la cover posteriore opaca è esteticamente piacevole ma piuttosto scivolosa e la plastica usata trasmette una sensazione “economica” al tatto. Esteticamente questo Wiko è colorato e “divertente”, orientato ad un pubblico giovane. Alcuni difetti evidenti sono le cornici che risultano molto ampie e il display che appare piuttosto “incavato” all’interno, contribuendo a dare una sensazione di un dispositivo “datato”.

Scomodi, di notte, i tasti anteriori non retro-illuminati ma apprezzabile il fatto che siano posizionati al di fuori del (già piccolo) display. La costruzione di questo smartphone è di alto livello: non si avvertono scricchiolii e problemi di assemblaggio.


Display, audio & multimedia

Il display del Wiko Sunset 2 è uno dei suoi lati peggiori: gli angoli di visione sono il problema maggiore e, infatti, anche con un uso perfettamente perpendicolare allo sguardo i nostri due occhi percepiranno colori diversi; inclinando di poco lo smartphone poi l’immagine virerà completamente in negativo. La definizione non è sufficiente per impedire la visione dei pixel, i colori sono appena sufficienti e il livello di nero non è valutabile a causa del problema relativo agli angoli di visione detto in precedenza.

La luminosità massima è sufficiente per la visione sotto la luce diretta del sole ma l’alta riflettività del pannello, abbinata alla totale assenza di protezione oleofobica, rendono difficoltoso anche tale utilizzo; il sensore dedicato alla luce ambientale è veloce ma non preciso nella regolazione della retro-illuminazione. Infine dobbiamo segnalare una scarsa reattività del touch che spesso, soprattutto nella scrittura di testi, non percepisce due tocchi troppo ravvicinati. In conclusione, un display di questo tipo crea non poche difficoltà nell’utilizzo quotidiano.
Wiko-sunset-2-8

Lo speaker anteriore di questo Wiko restituisce un audio piuttosto nitido ma privo di bassi, il volume è di buon livello e la qualità generale è, tutto sommato, superiore a molti modelli di pari fascia; presente, inoltre, la radio FM.

Buono il lettore video del Wiko Sunset 2: vengono riprodotto senza problemi tutti i tipi di formati da noi testati fino alla massima risoluzione di 1080p; l’unica eccezione è rappresentata dall’audio AC3, come accade per il 90% degli smartphone.


Fotocamera

Giudizio sulla fotocamera: pessima! Il paragrafo potrebbe finire qui. Gli scatti ottenuti non raggiungono la sufficienza neanche nelle migliori condizioni di luce possibile: le foto sono impastate, poco nitide e, ovviamente, fuori fuoco in caso di macro. Gli scatti in notturna non permettono di catturare quasi nessun particolare ad eccezione dei punti di illuminazione, inoltre non si può contare neanche sull’aiuto del flash che, data la scarsissima potenza, non riuscirà a rendere visibili oggetti più distanti di pochi centimetri; la fotocamera anteriore fornisce, più o meno, gli stessi risultati della posteriore. Ovviamente da uno smartphone di questa fascia non potevamo aspettarci molto di più, ma giudicate voi stessi dagli esempi sottostanti.

Il software fotografico è quello classico di Mediatek: abbiamo la possibilità di impostare l’HDR, lo scatto col sorriso, la modalità panoramica etc – tutte impostazioni che funzionano discretamente bene.

I video, girati al massimo in HD (720p), non sono sufficienti al pari delle foto, ma l’audio acquisito è comunque di buon livello.


Autonomia

I 1300 mAh della batteria di Wiko Sunset 2 sono indubbiamente pochi, ma ci permettono comunque ad arrivare a sera con utilizzo medio/intenso, grazie ad un processore e ad un display poco energivori; manca comunque un qualunque tipo di risparmio energetico.


Software

Wiko Sunset 2 viene equipaggiato con una versione personalizzata di Android 4.4.2: non abbiamo infatti il drawer delle applicazioni, e troviamo le icone modificate e la possibilità, ad esempio, di modificare la transizione della home. A livello di impostazioni troviamo le classiche di MediaTek come i profili di utilizzo e la possibilità di programmare l’accensione/spegnimento. Tra le app pre-installate troviamo, ad esempio, Clean Master, un (inutile) editor video, un’app per il backup e un file manager.

A livello di velocità o problemi di sistema purtroppo vi sono molteplici segnalazioni: oltre ai problemi legati al WiFi detti in precedenza, troviamo un’estrema lentezza nell’apertura delle applicazioni, sporadici crash anche delle App si sistema, problemi nella configurazione iniziale a causa dell’interruzione dei processi legati al Play Store e il mancato mantenimento di ora e data in caso di rimozione della batteria (anche per pochi secondi). In conclusione l’utilizzo quotidiano di questo Wiko si rivela alquanto problematico.

 

Dual-SIM

Ottima, come sempre la gestione delle due SIM da parte dei terminali MediaTek: abbiamo infatti la possibilità dello switch “a caldo” del 3G, possiamo impostare una SIM predefinita per chiamate, messaggi, rete dati o farlo chiedere sempre; inoltre è possibile impostare un colore e un nome ad entrambe le linee.

Browser Web

Il browser predefinito di Wiko Sunset 2 è Chrome: la navigazione è sufficiente a livello di fluidità e di reattività ma il tempo di rendering, soprattutto su siti pesanti risulta decisamente elevato. In conclusione un’esperienza Web adatta all‘uso di emergenza. 

Gaming

La GPU Mali 400 che equipaggia il Wiko Sunset 2 permette la riproduzione dei massimi dettagli grafici nei moderni titoli videoludici, tuttavia la mancanza di potenza porta ad un framerate decisamente basso e la giocabilità risulta sotto la sufficienza. Buona la gestione termica del processore durante l’utilizzo intenso: il retro dello smartphone risulta al più tiepido.


In conclusione

Wiko Sunset 2 è uno smartphone sì economico, ma anche con troppi difetti che ne impediscono il corretto uso quotidiano. Il rapporto qualità/prezzo risulta comunque insufficiente in quanto è logico aspettarsi dei compromessi in questa fascia, ma se con tale cifra è stato possibile inserire un LED di notifica, una fotocamera frontale, un flash posteriore (per quanto inutile) e un sensore di  luminosità, allora perchè non eliminare tali caratteristiche per migliorare il display, il processore e per inserire almeno 1 GB di RAM? Sicuramente l’utilizzo di questo smartphone ne sarebbe uscito meno penalizzato.

Allo stato attuale del mercato praticamente ogni Windows Phone di pari fascia è migliore di questo Wiko (ad esempio Lumia 435) ma se volete rimanere in ambito Android il consiglio è di fare un piccolo sforzo economico in più per arrivare almeno ad un Motorola Moto E. Come di consueto vi lasciamo ai nostri voti.

Migliori offerte sul Web per Wiko Sunset 2  89.90 euro da Amazon.it

Pagella

4.5
Display
8
Ergonomia
5
Hardware
5
Software
7
Batteria
4.5
Fotocamera
5.8
Qualità/prezzo
6
Materiali
7.5
Audio
5
Esperienza Utente
5.5

Nota: i voti parziali sono assegnati cercando di rispettare una scala che comprenda il maggior numero di dispositivi in commercio. Il voto generale è slegato dai parziali e sta ad indicare il giudizio complessivo che possiamo assegnare al terminale dando pesi differenti agli aspetti che riteniamo più importanti. (Es: uno smartphone che ha un’ottima fotocamera, un ottimo display e ottimi materiali, ma che risulta inutilizzabile perchè troppo lento avrà i parziali relativi elevati, ma un voto generale basso e viceversa)