Come ogni anno, LG rinnova la propria gamma a partire dalla fascia bassa: LG K10 si posiziona infatti proprio in questo segmento, ma nonostante ciò risulta un terminale interessante sotto molti aspetti. Scopriamo quali nella nostra recensione.


Unboxing

All’interno della confezione di LG K10 troviamo il caricabatterie da parete con ingresso USB da 0.85A di uscita, che risulta piuttosto lento nella ricarica, il cavo dati USB/micro-USB, le cuffie auricolari standard di fattura economica e la classica manualistica rapida.

lg-k10-1


Video recensione di LG K10

In questo paragrafo potete trovare il nostro video che mostra gli aspetti principali di questo smartphone.


Hardware

A livello di scheda tecnica troviamo il consueto SoC Qualcomm Snapdragon 410 quad-core da 1.2 GHz a 64 bit, coadiuvato da 1.5 GB di RAM e 16 GB di memoria interna espandibile mediante microSD. Sono presenti anche il chip NFC, il sensore di luminosità e la connettività LTE mentre manca, purtroppo, il LED di notifica; a livello multimediale troviamo una fotocamera anteriore da 5 megapixel e una posteriore da 13 megapixel dotata di flash LED ed autofocus.

VEDI ANCHE

LG K10

Potete trovare ulteriori informazioni su questo smartphone mediante il ufficiale a questo link. Il prezzo di listino di LG K10 è di 199€ ma online si trova attorno ai 180€.

Parte telefonica & antenne

Ottima la parte telefonica di LG K10: la ricezione è di alto livello così come il volume sia dalla capsula auricolare che dal vivavoce, l’interlocutore ci percepisce in modo ineccepibile durante le chiamate standard e con una qualità media in vivavoce. Ottima la portata del WiFi e molto veloce il fix dei satelliti da parte del modulo GPS.


Ergonomia, design & materiali

L’ergonomia di LG K10 è di buon livello: le dimensioni sono abbastanza importanti, tuttavia la cover posteriore gommata e con micro-rilievi garantisce una presa salda e sicura, l’usabilità è quindi buona anche con una mano nonostante la mancanza di ottimizzazioni software in tal senso. Il design di questo LG è anche uno dei suoi maggiori punti di forza: non vi sono spigoli e la cover posteriore arrotondata dona un piacevole effetto che prosegue nella curvatura del vetro anteriore 2.5D.

Ottimo anche l’effetto dato del materiale  utilizzato per  il retro, che fa percepire una qualità maggiore di quella data da buona parte dei terminali di pari fascia, sia sul lato estetico che per i materiali utilizzati.


Display, audio & multimedia

Il display di LG K10 è un pannello IPS con risoluzione 1280×720 pixel e densità di 277 PPI,  sufficiente quindi per una buona fruibilità dei contenuti; la riproduzione cromatica tuttavia non è entusiasmante, i colori restituiti sono infatti poco incisivi e piuttosto “spenti”, buoni i neri anche se tendono a virare notevolmente al grigio inclinando lo smartphone.

Gli angoli di visione, infatti, non sono dei migliori anche se permettono comunque una visione agevole nell’utilizzo standard; più che sufficiente la luminosità massima per la visibilità alla luce diretta del Sole, mentre il sensore ad essa dedicato risulta piuttosto reattivo, ma con una generale tendenza a mantenere una retro-illuminazione un po’ troppo elevata anche in ambienti bui. Appena sufficiente la protezione oleofobica del vetro anteriore.

lg-k10-8

LG K10 garantisce una buona riproduzione audio dalla dallo speaker posteriore, il suono risulta pulito, abbastanza potente e con un accenno di bassi. Presente anche la radio FM, che funzione bene.

Ottimo il lettore multimediale di serie che garantisce la piena compatibilità con i più comuni formati video tra i quali MKV ed MP4, fino alla risoluzione massima di 1080p; solo l’audio in formato AC3 non viene riprodotto.


Fotocamera

La fotocamera di LG K10 ottiene buoni risultati se rapportati alla media di questa fascia di mercato; non possiamo ovviamente aspettarci scatti da top di gamma, tuttavia, con buona illuminazione ambientale, la definizione e il dettaglio sono più che sufficienti. Ovviamente la qualità peggiora di pari passo con la diminuzione della luminosità esterna dove troviamo un po’ di rumore digitale; rumore che si accentua notevolmente in notturna, ma comunque otteniamo un dettaglio generale leggermente superiore alla maggior parte degli smartphone di pari segmento. La velocità di messa a fuoco e scatto è nella media, mentre la fotocamera frontale è appena sufficiente; potete giudicare voi stessi il risultato dagli esempi sottostanti.

Il software fotografico di LG è molto semplice e immediato ma anche piuttosto povero di opzioni: non potremo impostare la risoluzione o attivare l’HDR, ma potremo decidere il formato di scatto, la gestione del flash e poco altro; presente anche lo scatto al tocco, lo scatto vocale, i selfie con il gesto della mano e il flash virtuale per la fotocamera frontale.

lg-k10-screen-9

Più che sufficiente anche la registrazione dei video girati al massimo a 1080p a 30fps; piuttosto lento il fuoco continuo, ma buono l’audio acquisito dal sistema di microfoni.


Autonomia

La batteria da 2300 mAh di LG K10, unita al processore e al display poco esosi di risorse, permette di concludere la giornata di uso inteso senza particolari problemi arrivando alle 3 ore e mezzo di display attivo, sempre con connettività dati attivata e ogni tipo di servizio in backgroud (Google Now, Facebook, WhatsApp, Telegram, Slack, Google+, 3 caselle mail in push, etc.). Con uso medio è possibile prolungare l’utilizzo di questo LG anche per parte della giornata successiva; in caso di emergenza ci viene in aiuto il risparmio energetico che agisce sulla connettività e limita in parte le prestazioni.


Software

LG UX 4.0 è il nome della personalizzazione di Androd 5.1.1 Lollipop adottato dalla casa coreana: grazie alle modifiche implementate è possibile utilizzare il doppio tap o il Knock Code per bloccare o sbloccare lo smartphone, scaricare temi da LG Smart World (anche se meno curati rispetto alla concorrenza), modificare le icone e utilizzare la funzionalità di screenshot avanzata chiamata Capture+ avviabile rapidamente anche con un doppio tap sul tasto “volume +”; il tasto “volume -” è invece utilizzato per l’avvio rapido della fotocamera.

Altre opzioni riguardano la possibilità di gestire la nuova Quick Cover View e di personalizzare i tasti software di sistema inserendo, ad esempio, il tasto per abbassare la tendina della notifiche; è possibile inoltre effettuare una ricerca rapida tra le impostazioni e tra le applicazioni. Grazie all’ottimo drawer sarà possibile l’ordinamento alfabetico delle app, la disinstallazione rapida e mostrare o nascondere le applicazioni da noi scelte. Tra le app pre-installate troviamo l’ottimo Quick Memo, un file manager, un tool di backup e poco altro; tutto disinstallabile, ma ripristinabile solamente previo download da LG Smart World.

La velocità di sistema è sempre di buon livello, tuttavia, in caso di utilizzo intenso, noteremo che la fluidità viene meno in alcuni contesti creando animazioni non sempre impeccabili: più un fastidio visivo che un vero e proprio problema, ma questa generale “mancanza di potenza” si ripresenta molto spesso durante l’uso quotidiano.

Browser Web

Il browser pre-installato su LG K10 è Google Chrome e si comporta bene nella maggior parte delle circostanze: sui siti più pesanti potremo dover attendere qualche secondo di troppo per il rendering e incorrere in qualche micro-scatto, ma nulla che pregiudichi la navigazione quotidiana considerando l’utilizzo standard di un dispositivo mobile.

Gaming

Come sappiamo la GPU Adreno 306 di LG K10 non è in grado di garantire una sufficiente fluidità del gaming al massimo dei dettagli grafici, di conseguenza avremo una diminuzione del dettaglio in giochi come Real Racing conservando, però, un framerate più che sufficiente per assicurare una buona esperienza di gioco. Ottima anche la gestione termica che assicurerà sempre una cover posteriore al più tiepida, anche con utilizzo intenso.


In conclusione

LG K10 è sicuramente un buon smartphone di fascia bassa, con un bel design e delle prestazioni tutto sommato sufficienti; tuttavia guardando alla concorrenza scopriremo terminali come Wiko Fever, Asus Zenfone Laser, Alcatel Idol 3, etc. che, per la stessa cifra, riescono ad offrire qualcosa di più. In conclusione LG K10 è consigliato al pari di qualunque altro smartphone con caratteristiche simili, scegliete quindi in base alle vostre esigenze e ai vostri gusti personali.  

Migliori offerte sul Web per LG K10:

Come di consueto vi lasciamo ai nostri voti.

Pagella

6.5
Display
8
Ergonomia
7
Hardware
7.5
Software
8
Batteria
7
Fotocamera
6.5
Qualità/prezzo
7.8
Materiali
8
Audio
7.5
Esperienza Utente
7.5

Nota: i voti parziali sono assegnati cercando di rispettare una scala che comprenda il maggior numero di dispositivi in commercio. Il voto generale è slegato dai parziali e sta ad indicare il giudizio complessivo che possiamo assegnare al terminale dando pesi differenti agli aspetti che riteniamo più importanti. (Es: uno smartphone che ha un’ottima fotocamera, un ottimo display e ottimi materiali, ma che risulta inutilizzabile perchè troppo lento avrà i parziali relativi elevati, ma un voto generale basso e viceversa.)