Recensione OnePlus NORD – OnePlus Nord è lo smartphone protagonista di questa recensione ma, al tempo stesso, è anche il capostipite di una nuova famiglia di prodotti che l’azienda cinese ha creato per “ripercorrere” quella strada che l’ha portata al successo. Si tratta di un dispositivo dal prezzo più contenuto rispetto ai top di gamma di quest’anno, OnePlus 8 e OnePlus 8 Pro, ma al contempo con una scheda tecnica di fascia media di buon livello. Non si tratta dunque di un “top di gamma a buon prezzo” quanto di uno smartphone di fascia media che ha l’aspirazione di offrire un’esperienza d’uso al pari di prodotti di fascia superiore.

Riuscirà nel suo intento? Scopriamolo in questa recensione di OnePlus Nord.

Confezione di OnePlus Nord

All’interno della confezione di OnePlus Nord è presente l’alimentatore da 30W, il cavo USB Type-C e Type-A di colore rosso e una cover trasparente con in rilievo il logo Nord. Niente cuffie.

Video recensione di OnePlus Nord

Design & Ergonomia

OnePlus Nord è uno smartphone molto semplice dal punto di vista del design, rientrando perfettamente nei canoni della fascia media e risultando quasi banale se non fosse per la particolare colorazione Marble Blue: un blu vicino a quello evidenziatore, sicuramente fresco e giovanile. Sia il retro che il fronte sono ricoperti da un pannello di vetro Corning Gorilla Glass 5 mentre la cornice è in plastica. La sensazione che restituisce al tatto è piacevole: il fronte e quindi il display è piatto mentre il retro ha delle accennate stondature che lo rendono comodo da impugnare. Sul lato destro sono posizionati in maniera agevole il pulsante di accensione / spegnimento / Google Assistant e il classico slider per attivare o disattivare la suoneria, sul fianco destro invece il bilanciere del volume.

Purtroppo non è uno smartphone compatto: 158.3 x 73.3 x 8.2 mm, leggermente più piccolo rispetto a OnePlus 8 e di conseguenza non particolarmente maneggevole con una sola mano, tuttavia pesa solo 184 grammi e per OnePlus questo è una semi novità dato che si annovera fra gli smartphone più leggeri mai realizzati dalla casa.

Sul retro le fotocamere sono leggermente sporgenti ma non così eccessivamente come su OnePlus 8 Pro, sul fronte invece c’è un ampio display piatto da 6,44’’ con risoluzione Full HD+ di tecnologia Fluid Amoled con supporto SRGB e Display P3. Fra le impostazioni possiamo scegliere la frequenza di aggiornamento fra 60 e 90 Hz e proprio questa è una caratteristica più unica che rara su questa fascia di prezzo e molto apprezzata perché dà una sensazione di maggior fluidità e scorrevolezza tra le schermate.

In alto a destra è interrotto da un foro allungato in orizzontale che contiene ben due fotocamere, sicuramente di impiccio nei primi giorni di utilizzo ma ci si fa l’abitudine col tempo. Non c’è uno sblocco del volto 3D ma sono presenti due sensori ottici e il secondo è di tipo ultra-grandangolare.

OnePlus Nord, così come OnePlus 8, non è uno smartphone certificato contro acqua e polvere, se cercate questa caratteristica vi tocca orientarvi sulla variante 8 Pro.

Funzionalità

OnePlus Nord è uno smartphone che arriva sul mercato con sistema operativo Android 10 e interfaccia grafica Oxygen OS che abbiamo visto in lungo e in largo nel nostro approfondimento dedicato di alcuni mesi fa:

È un’interfaccia che fa della fluidità, reattività e semplicità i propri cavalli di battaglia e per queso anche da noi molto apprezzata. Come applicazioni pre-installate, funzionalità e impostazioni è completa il giusto con Google Discover alla sinistra della Home Screen, la Zen Mode per prendersi una pausa dallo smartphone, la gaming mode e una completa gestione dei Temi per attivare la modalità scura e decidere il colore predominante.

OnePlus assicura anche per questo smartphone 2 anni di aggiornamenti Android e 3 anni di supporto riguardo le patch di sicurezza.

A livello di funzionalità hardware invece, qualcosa che manca a OnePlus Nord è un secondo speaker, per cui in riproduzione musicale l’audio viene riprodotto dal singolo altoparlante posto in basso, di discreta qualità. Questa è la principale assenza sul fronte multimedialità in quanto lo schermo è di buona fattura con una adeguata escursione della luminosità che garantisce visibilità anche sotto la luce del sole.

Prestazioni

In termini di scheda tecnica, in relazione al prezzo di vendita, siamo in una botte di ferro. Il processore è il Qualcomm Snapdragon 765G affiancato da 8 o 12 GB di RAM e 128 o 256 GB di memoria interna in base al modello, entrambi non espandibili. Sono presenti due slot per nano SIM con supporto alla connettività 5G (oltre che 2G, 3G, 4G) e sono presenti NFC, Bluetooth 5.1, GPS, Wifi dual band, GPS Glonass, Galileo, Beidou.

Assente invece il foro per il jack audio da 3,5 mm e, per i più esigenti, il sensore infrarossi.

L’ottimizzazione hardware/software non manca e tutto questo regala un’esperienza d’uso davvero appagante e paragonabile ai top di gamma. Ovviamente per chi ha l’occhio più attento si nota una leggera differenza rispetto a smartphone con Snapdragon 865 ma la differenza di prezzo è sostanziale (al netto di Poco F2 Pro).

Connettività

OnePlus Nord ha dei valori SAR … La ricezione è nella media della concorrenza, non spicca per particolari doti ma nemmeno presenta problemi sotto questo frangente. In chiamata il segnale è stabile e l’audio della capsula auricolare nitido.

Fotocamera

In termini di comunicazione e di promozione OnePlus ha alzato le aspettative riguardo le fotocamere definendo “flagship camera” un comparto composto da 4 sensori:

  • grandangolare da 48 mpx con pixel grandi 0,8 µm combinati con pixel binning 4-in-1 12 mpx da 1.6 µm, OIS, ESI e apertura f/1.75;
  • ultra grandangolare da 8 mpx, f/2.25 e campo visivo di 119°;
  • macro da 2 mpx, f/2.4;
  • sensore di profondità da 5 mpx, f/2.4.

L’IMX 586, il sensore principale, effettivamente è lo stesso montato su OnePlus 8 ma, allo stesso tempo, su una moltitudine di smartphone su differenti fasce di prezzo, per citarne alcuni: Samsung Galaxy S10 Lite, Xiaomi Mi 9T, Redmi Note 7 Pro, Redmi Note 9 Pro, OnePlus 7T, OnePlus 7T Pro, Asus Zenfone 6 e non solo, insomma, sia su smartphone più che meno costosi.

Dunque è il classico discorso dove la differenza la fa il software e OnePlus non ha mai eccelso sotto questo frangente. Premessa doverosa per inquadrare meglio cosa ci troviamo in mano, sensori fotografici nella media, niente di più.

Concentriamoci però sugli scatti:

A soffrire di più la fotocamera ultra-grandangolare che, in alcuni scatti, tende a presentare un po’ di aberrazione cromatica lungo i bordi della fotografia. Molto bene la fotocamera principale in ottime condizioni di luce, così e così in ambienti poco illuminati o di notte dove la relativa modalità nottura (presente tra l’altro anche per le fotocamere frontali) riesce a gestire meglio le luci ma nel complesso la foto è sempre mediocre.

I risultati del sensore macro e di quello per la profondità di campo potete valutarli con le prossime foto, ennesima dimostrazione della loro poca utilità su qualsiasi smartphone vengano installati:

Insomma, non male per il prezzo a cui viene venduto ma, giusto per fare un esempio, proprio Samsung Galaxy S10 Lite riesce a tirare fuori scatti migliori rispetto a OnePlus Nord, indice del fatto che la casa cinese non è ancora riuscita ad affinare a dovere l’applicazione Fotocamera, punto forte invece ormai da anni per Samsung.

Frontalmente invece ci sono due sensori, posti nel doppio foro in alto a sinistra:

  • 32 megapixel, f/2.5, (Grandangolare), 1/2.8”, 0.8 µm;
  • 8 megapixel, f/2.5, 105˚ (ultra grandangolare), 1/4.0”, 1.12 µm.

La peculiarità dei sensori frontali è la possibilità di registrare video fino in 4K sia a 30 che 60 fps e, soprattutto la grandangolare, è principalmente indicata se siete soliti fare vlog.

Batteria & Autonomia

OnePlus Nord ha al suo interno una batteria da 4115 mAh che garantisce una copertura quasi certa di una giornata stress. Raggiunge e supera tranquillamente le 5 ore di display acceso ma non va oltre le 6 ore, tuttavia se vi ritroverete con la batteria scarica sappiate che c’è la ricarica rapida Warp Charge 30T, ovvero a 30W, capace di ricaricare la batteria in circa 1 ora.

A livello software è poi presente la modalità di ricarica Smart che, in maniera intelligente, ricarica lo smartphone fino all’80% per terminare solo pochi minuti prima che venga scollegato dalla corrente, ovviamente imparando dalle abitudini. Funzione che sconsigliamo di attivare nel caso in cui non abbiate una routine particolarmente costante al mattino, altrimenti potrebbe capitarvi di scollegarlo senza averlo caricato del tutto.

Non è invece dotato della ricarica wireless, anche questa caratteristica è esclusiva della sola variante 8 Pro.

In conclusione

OnePlus Nord è uno smartphone senza difetti per il prezzo a cui viene venduto e saprà soddisfarvi in qualsiasi circostanza di utilizzo. Non è ovviamente un top di gamma e questo lo si può vedere in una fotocamera perfettibile e in una costruzione meno curata, oltre ad alcune rinunce a livello tecnico come l’assenza del doppio speaker, della ricarica wireless e della certificazione contro acqua e polvere.

È disponibile in Italia da oggi 21 luglio in 2 colorazioni: Marble Blue, quella che vedete in video e in foto, e Onyx Gray. Potete acquistarlo online sullo Shop Online a partire dal 4 agosto, oppure su Amazon dove, se avete l’abbonamento Prime, otterrete uno sconto di 30 Euro sul prezzo di listino. Prezzi fissati a 399 Euro per la variante da 8/128 e 499 Euro per la variante 12/256, quest’ultima secondo noi la meno conveniente essendoci un rincaro del 25% e, ad ulteriori 100 euro in più, si trova già OnePlus 8.

Altre offerte

Potete acquistare OnePlus Nord anche su Gearbest, ecco link e prezzi:

Pagella

8.2
Design
8.5
Funzionalità
9.0
Prestazioni
7.2
Fotocamera
8.4
Batteria
8.5