Recensione Nokia 8.1: un vero Nokia dei bei tempi, finalmente!

Recensione Nokia 8.1: un vero Nokia dei bei tempi, finalmente!
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2019\/02\/NOKIA_8.1_1_tta.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2019\/02\/NOKIA_8.1_1_tta-460x345.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2019\/02\/NOKIA_8.1_1_tta-635x477.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2019\/02\/NOKIA_8.1_1_tta.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2019\/02\/NOKIA_8.1_1_tta.jpg"}, "title": "Recensione Nokia 8.1: un vero Nokia dei bei tempi, finalmente!" }

Recensione Nokia 8.1 – Ormai è passato qualche anno da quando HMD Global ha acquisito Nokia Mobile per farla ritornare agli antichi splendori, a forza di tentativi più o meno riusciti, finalmente siamo di fronte ad un piccolo concentrato di belle cose, uno smartphone che senza voler strafare, riesce ad essere concreto e di buon livello su tutto.

Nella recensione di Nokia 8.1 vi parliamo di tutte le sue caratteristiche, dei pro e dei piccoli difetti, ma soprattutto vi diciamo perché è uno degli smartphone migliori in commercio sulla fascia media.

Video recensione di Nokia 8.1

Hardware & Connettività

Nokia 8.1 è un medio gamma ben equipaggiato, sotto la scocca si muove un processore Qualcomm Snapdragon 710, abbinato a 4 GB di RAM LPDDR4X e a 64 GB di memoria interna eMMC5.1 (spiacevole scoperta questa, una UFS sarebbe stata auspicabile).

Le prestazioni sono convincenti, complice anche la relativa semplicità di Android One (una versione base di Android), ci si muove bene tra le app e nei menù, si sente però la zavorra della memoria eMMC quando si aprono app pesanti, oppure quando la RAM comincia ad essere satura.
Nel complesso comunque Nokia 8.1 è uno smartphone reattivo, e le funzioni di auto manutenzione introdotte con Android Pie, creano le condizioni ideali per un mantenimento delle performance nel tempo.
Il gaming non è il suo terreno ideale, ma all’occorrenza la piattaforma hardware può ruggire e portarsi fino a 2,2 GHz di frequenza di clock, garantendo frame rate costante e gradevole.

Buono l’equipaggiamento sul fronte della connettività, ma non ottimo a causa dello scambio dati in LTE che si ferma alla categoria 6, nonostante il chipset sia compatibile con velocità doppie.
Non manca comunque il supporto al 4G+, che si attiva non appena la rete lo consente.

VEDI ANCHE

Nokia 8.1

La dotazione di sensori prevede accelerometro, giroscopio, magnetometro, sensore di luminosità e di prossimità.
Non c’è il LED di notifica (sostituito dal display ambient non disattivabile), mentre sulla parte posteriore trova spazio un velocissimo scanner biometrico per le impronte digitali.

Ergonomia, Design & Materiali

Nokia 8.1 è uno smartphone equilibrato nel design, non avrà quei colori sgargianti o specchiati a cui siamo abituati da qualche tempo, ma si distingue per una sobria eleganza ed un look leggermente retrò,
Gli angoli sono molto arrotondati e si sposano benissimo con le sinuosità di Android in versione pura dal quale è animato.

Su tutto il bordo corre una cintura in alluminio cromato, simile a quella già vista su Nokia 7 Plus, altri dettagli cromati si trovano posteriormente attorno al gruppo ottico e al lettore di impronte digitali.
La back cover è in vetro, mentre anteriormente tutta la superficie è coperta dal Gorilla Glass di protezione e il notch è ben occultato a display spento, mentre in basso si intravvede il logo NOKIA quando viene colpito dalla luce.

La qualità percepita è elevata, merito di materiali ricercati e di un assemblaggio impeccabile, peccato solo per l’assenza di certificazione IP contro acqua e polvere.
Le dimensioni non sono eccessive (154.8 x 75.8 x 8 mm) e il peso di 180 grammi risulta una buona via di mezzo tra portabilità e senso di solidità trasmesso.

Display, Audio & Multimedia

Il display è un LCD IPS FullHD Plus in 19:9, con diagonale di 6,18 pollici e notch centrale abbastanza ampio.
La qualità del pannello è immediatamente percepibile, merito soprattutto di una elevata luminosità, con conseguente ottima leggibilità all’aperto, e di una calibrazione cromatica impeccabile, specialmente impostando la modalità “cinema”.

Un display quindi di ottimo livello, potremmo dire da riferimento per prodotti sotto i 400 Euro, bene anche la gestione dei neri e la leggibilità ad angoli di visuale elevati.

Il notch viene occultato a display acceso, rendendo completamente nera la “status bar”, incomprensibilmente però, non è possibile andare a sfruttare completamente la superficie dello schermo e purtroppo temiamo che Nokia abbia volutamente scelto di presentare il prodotto con barra nera in alto e angoli arrotondati simulati.
Ad avvalorare la nostra ipotesi, il fatto che in una precedente versione software fosse possibile andare a “mostrare il notch”, opzione che è stata eliminata con l’ultimo update.
Da un lato l’estetica ne guadagna, perché oscurando la status bar, si ottiene uno smartphone perfettamente simmetrico con il “chin”, ovvero la cornice inferiore, dall’altro gli angoli in basso avranno un raggio di curvatura molto maggiore rispetto a quelli simulati nella parte superiore, il ché è un po’ disturbante.

Il comparto multimediale è una delle cose migliori in assoluto di Nokia 8.1, del display abbiamo già detto, qui aggiungiamo uno speaker mono molto potente e corposo e la presenza della porta jack da 3,5 mm a completare l’opera.

Fotocamera

Ottimo il comparto foto di Nokia 8.1, posteriormente c’è un sensore Sony IMX 363, abbinato ad un obiettivo a lunghezza focale standard, stabilizzazione ottica e apertura F/1.8, il secondo modulo ha 13 MP ma serve solamente per immagazzinare dati sulla profondità di campo da sfruttare per foto con effetto bokeh simulato.
Anteriormente trova posto una singola fotocamera da ben 20 MP con ottica a fuoco fisso F/2.0 e pixel di 0,9 micrometri.

Le immagini che otteniamo sono decisamente di qualità, ben definite e con una buona accuratezza del bilanciamento del bianco. A voler trovare il pelo nell’uovo, c’è una leggera dominante magenta quando splende il sole.
Di notte i risultati sono convincenti, il sensore è di comprovata qualità e il perfetto equilibrio tra risoluzione e dimensione dei pixel, emerge con chiarezza proprio quando la luce scarseggia.
Qui, Nokia 8.1, si dimostra uno dei migliori smartphone sulla fascia media.

Benino i video, non si può scegliere il frame rate (una delle scelte strane di Nokia) ma si arriva fino al 4K, sempre con discreta qualità delle immagini e un audio così così, un po’ piatto.

Sui selfie giudizio positivo, sono molto dettagliati e riproducono bene i toni dell’incarnato, da segnalare che con effetto bokeh attivo, si crea un effetto di nitidezza esagerato.

 

Batteria & Autonomia

La batteria a disposizione di Nokia 8.1 è da 3500 mAh, consente di arrivare a sera con un minimo di attenzione ai consumi, con circa 4 ore di display attivo.
Le aspettative erano superiori e le potenzialità per una resa migliore ci sarebbero, peccato che Nokia obblighi a tenere attivo il display ambient (lo schermo rimane acceso su schermata nera con orologio e notifiche, anche quando è in standby), una funzione che mal si sposa con la tecnologia LCD del pannello, obbligando di fatto a tenere attiva tutta la retroilluminazione per mostrare solamente un piccolo testo al centro.

Speriamo che l’azienda torni indietro e permetta all’utente di disabilitare la funzione per risparmiare anche il 20% di carica in una giornata.

Software

A bordo di Nokia 8.1 c’è Android One già aggiornato a Pie, ovvero una versione pura del Robottino Verde, curata direttamente da Google e aggiornata con tempestività per un periodo minimo di 2 anni, i vantaggi di questa soluzione adottata da Nokia sono molteplici.
Prima di tutto risulta evidente l’immediatezza e stabilità di una versione software priva di sostanziali modifiche da parte del brand, studiata da Google per essere comprensibile e pratica nell’utilizzo quotidiano, l’altro vantaggio è rappresentato dalla semplicità con cui Nokia può intervenire per adattare i nuovi aggiornamenti all’hardware, da ciò derivano update costanti, rapidi e non legati alla faticosa implementazione di features proprietarie, infine, ma non per importanza, sono le prestazioni generali del prodotto a guadagnarci, non essendo appesantite software complesso ed esoso.

Nokia ha poi aggiunto qualche piccola funzione, dettagli comunque apprezzabili e utili nell’utilizzo di tutti i giorni: calibrazione personalizzata del display, gesture, gestione multi account.
Contestualmente sono state inserite anche opzioni obbligate, poco comprensibili e controproducenti per alcuni punti di vista, non è possibile infatti utilizzare a pieno schermo i contenuti, il notch sarà sempre nascosto da una barra nera, non possiamo disattivare il display ambient e controllarne il suo funzionamento.

In conclusione

Siamo alle battute finali della recensione di Nokia 8.1, proposto a 459 Euro di listino e già disponibile in Italia.

E’ un prodotto che ci è piaciuto e potrebbe soddisfare le esigenze di una larga parte di utenza, funziona bene e non ha particolari lacune o pecche degne di nota.
Certo non ha nemmeno punti di forza che lo elevino rispetto alla concorrenza, ma al giusto prezzo potrebbe essere un compagno affidabile, durevole e sempre gradevole da cui farsi conquistare.

Il giusto prezzo? Secondo noi non più di 350 Euro, meglio se sotto per poter dire di avere fatto un affare.
Speriamo solo che Nokia vada ad intervenire su quelle assurde modifiche che abbiamo evidenziato nel paragrafo relativo al software.