Questo sito contribuisce alla audience di

Recensione Zenfone 5: ASUS ha cambiato marcia, sappiatelo


Recensione ASUS Zenfone 5 – ASUS ha presentato in occasione del MWC la nuova linea di smartphone per il 2018 e fin da subito si è capito che era stata rivoluzionata gran parte della storia recente del brand taiwanese.

ASUS Zenfone 5 arriva dopo una quarta generazione valida ma non troppo convincente sul fronte del design, è chiamato quindi a rilanciare le ambizioni dell’azienda e per farlo punta direttamente a conquistare la fascia media, letteralmente al primo sguardo.

La principale caratteristica è proprio il design, caratterizzato dalla presenza del notch e dalla grande ottimizzazione delle cornici laterali, un aspetto chiaramente “ispirato” ma decisamente accattivante.
ASUS intanto è già riuscita a raggiungere il primo obiettivo, Zenfone 5 è uno dei dispositivi più chiacchierati e attesi delle ultime settimane, ora però viene il bello, riuscire a soddisfare la fame di novità e convincere gli esigenti utenti che cercano un ottimo prodotto a prezzi accessibili.

Scopriamo nella recesnione di ASUS Zenfone 5 tutti i suoi pregi e difetti.

Video recensione di ASUS Zenfone 5

Hardware & Connettività

ASUS Zenfone 5 è dotato di una buona scheda tecnica, è un perfetto esempio di come dovrebbero essere gli smartphone di fascia media, completissimi lato connettività e con qualche compromesso sulle prestazioni.

Il processore è un Qualcomm Snapdragon 636, octa-core di ultima generazione realizzato a 14 nm, con 8 core custom Kryo 260 operanti a 1,8 GHz, affiancati alla GPU Adreno 509.
La memoria RAM è di 4 GB mentre lo spazio di archiazione è di 64 GB espandibili tramite microSD (rinunciando al secondo slot SIM).

La dotazione di sensori prevede accelerometro, giroscopio, magnetometro, sensore di luminosità e prossimità. Sulla parte posteriore è presente un veloce e preciso lettore di impronte digitali, mentre anteriormente, nascosto sotto la griglia della capsula aurcolare, trova posto un piccolo LED di notifica.

Nessuna rinuncia sulla connettività con WiFi ac, Bluetooth 5.0, NFC, GPS e Radio FM.

Asus Zenfone 5

Asus Zenfone 5

Parte telefonica e connettività

ASUS Zenfone 5 è uno smartphone dual SIM LTE di Cat. 12, il secondo slot è però condiviso con la scheda microSD.

La ricezione del segnale è ottima, nessun problema anche con WiFi e GPS, con il Bluetooth invece abbiamo riscontrato qualche piccolo intoppo con gli effetti audio DTS attivati.

Prestazioni

Con l’ultimo aggiornamento software le prestazioni dello smartphone sono migliorate, nonostante ciò non siamo di fronte ad uno smartphone paragonabile ad un top di gamma in fatto di performance.

Lo Snapdragon 636 risulta comunque un’ottima base hardware, con molte potenzialità ancora da esprimere.
Abbiamo notato un comportamento non lineare delle prestazioni, che alternano momenti di grande consistenza ad altri con qualche lag e impuntamento.

Nessun problema comunque in gaming e in navigazione, a testimonianza che la strada è quella giusta e con qualche rifinitura software anche le performance rientreranno nel mazzo di carte favorevoli di Zenfone 5.

Ergonomia, Design & Materiali

Quello del design è il capitolo più favorevole e nel contempo controverso per ASUS Zenfone 5: da un lato il suo impatto è notevole, facendolo risultare uno degli smartphone più belli degli ultimi anni, dall’altro la presenza del notch richiama fortemente le curve di iPhone X mostrando il fianco alle critiche di plagio.

Sta di fatto che l’equilibrio delle forme e la qualità costruttiva creano un mix di cui ci si innamora facilmente, i materiali utilizzati sono vetro posteriormente e alluminio sul bordo.

A onor del vero il touch and feel iniziale non è stato dei migliori, soprattutto a causa del peso molto contenuto (155 grammi) che può essere scambiato per una scarsa qualità costruttiva. Con il passare dei giorni, però, si apprezza la maneggevolezza e il buon grip offerto dalla combinazione di materiali e assemblaggio.

Le dimensioni non sono eccessive (153 x 75.7 x 7.9 mm), considerando la diagonale dello schermo da 6,3 pollici si capisce l’ottimo lavoro di ottimizzazione degli spazi compiuto da ASUS.

Display, Audio & Multimedia

Il display di ASUS Zenfone 5 è un LCD IPS da 6,3 pollici con risoluzione FullHD+ e rapporto di forma di 19:9.
La caratteristica principale è data dalla forma con due appendici interrotte dal notch, o tacca, che rende molto immersiva l’esperienza visiva.

La qualità del pannello è ottima, sia in termini strumentali che come impatto visivo. Belli i colori, naturali senza risultare smorti e buona anche l’escursione tra luminosità mimima e massima.
Unica nota tiepida il picco di luminosità massima che non raggiuge il livello di altri competitor diretti come Samsung Galaxy A8 o Nokia 7 Plus.

 

Sul comparto multimediale solo ottime notizie, innanzi tutto grazie al doppio speaker stereo che si fa sentire con musica e video, in secondo luogo per la presenza del jack audio con tanto di tuning DTS e una grande flessibilità di configurazione dell’impronta sonora.
Lo stesso vale anche per la riproduzione dei contenuti in streaming Bluetooth.

Fotocamera

La fotocamera principale ha un sensore Sony IMX 363 da 12 MP con Dual Pixel AF, accoppiato a un obiettivo da 24 mm F/1.8 stabilizzato otticamente.
C’è anche una seconda fotocamera posteriore da 8 MP grandangolare con FOV di 120 gradi, in questo caso non stabilizzata.
Frontalmente c’è poi una fotocamera da 8 MP F/2.0.

A tutto il pacchetto hardware si aggiunge l’ottimizzazione dell’algoritmo di intelligenza artificiale, con riconoscimento di 12 diverse scene e relativa applicazione di setting specifici.

Le fotografie sono di ottima qualità in quasi tutte le condizioni di scatto, in diurna si nota molto l’intervento software dell’AI, talvolta spropositato e fuori contesto, talvolta ben calibrato e capace di far rendere al meglio la scena.

In notturna c’è un po’ di rumore ma le foto risultano comunque di buona qualità. Con l’ultimo aggiornamento software le performance sono leggermente migliorate, ma pensiamo ci siano ancora margini.

Meno convincenti i selfie, sempre leggermente sovraesposti e un po’ impastati anche in condizioni di scatto ideali. C’è una modalità con effetto bokeh simulato che risulta abbastanza credibile.

I video vengono girati fino al 4K a 30 fps e in slowmotion HD a 240 fps, ottima qualità dell’immagine e stabilizzazione ottica che viene sfruttata mediamente bene, a parte qualche scatto di troppo mentre si cammina.

Batteria & Autonomia

La batteria da 3300 mAh di ASUS Zenfone 5 permette di godere di un’ottima autonomia.

Mediamente riuscirete a coprire circa 6 ore di display attivo spalmati in una giornata e mezzo di utilizzo.

Software

Il software di ASUS Zenfone 5 è basato su Android 8 Oreo con personalizzazione ZenUI.

ASUS ha lavorato su due fronti: alleggerimento della precedente ZenUI e integrazione di numerose ottimizzazioni basate su intelligenza artificiale.

Le funzioni sono sempre tante e rendono l’esperienza di utilizzo interessante ma, a tratti, confusionaria.

L’intelligenza artificiale lavora in background per ottimizzare il rendimento delle applicazioni più utilizzate, permette di massimizzare la vita della batteria attuando una ricarica a step ed evitando il rischio di sovraccarico, regola il volume della suoneria in base alla rumorosità ambientale, infine identifica 16 diversi scenari tipici di scatto applicando i parametri fotografici più idonei.

Degna di nota è anche la funzione di sblocco con riconoscimento del volto, veloce, precisa e ben implementata con le notifiche in lockscreen.

Male invece la gestione delle notifiche con il notch, non vengono mai visualizzate le icone in status bar e per avere una panoramica dovrete espandere la tendina o toccare la barra stessa.

In conclusione

Siamo giunti alla conclusione della nostra recensione di ASUS Zenfone 5, smartphone proposto a 399 Euro di listino.

Zenfone 5 ci è piaciuto, concreto e affidabile con un design di impatto, è destinato a giocarsi un ruolo importante sul mercato di fascia media.

Il notch sarà stata una giusta scelta? A voi la sentenza.

Migliori offerte per Asus Zenfone 5

PAGELLA

Display:
8.4
Ergonomia:
8.0
Hardware:
8.2
Software:
8.6
Batteria:
8.6
Fotocamera:
8.2
Qualità/prezzo:
8.0
Materiali:
8.5
Audio:
8.4
Esperienza Utente:
8.5
VOTO GENERALE:
8.3

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • tiamomagirati

    Salve, sono indeciso tra questo zenfone 5z e l’ lg g7 – cosa mi consigliate? Grazie

  • dedo

    Valutando la fotocamera quale mi consigliereste: (con un occhio di riguardo alle foto in notturna)

    Zenfone 5
    Galaxy A8
    Huawei P10
    Nokia 7 plus
    LG G6 (che però esteticamente proprio non mi piace)

  • Giovanni LIONETTI

    scusate ho da poco acquistato lo Zenfone 5 ed ho notato che non è possibile spostare le app su scheda sd. Qualcuno potrebbe dirmi se è effettivamente così?

    • E’ molto probabile e cmq praticamente nessun Android permette di spostare L’INTERA applicazione su SD.

      • Giovanni LIONETTI

        Non è possibile spostare neanche una parte dell’app (anche avvalendosi di un app estena) come avviene normalmente con precedenti versioni di Android. Andando in impostazioni/app e notifiche/informazioni app/archivio e memoria si nota che non c’è la possibilità di spostare in sd.

  • Grande Matteo, ottima recensione. Per me se il migliore. Per quanto riguarda ASUS devo dire che il terminale è davvero molto interessante. Design a parte,
    sono solo un po’ preoccupato per il supporto software da parte di ASUS. Come si comporta normalmente il costruttore taiwanese? I telefoni sono supportati a lungo? Gli aggiornamenti arrivano? Per quanto tempo è lecito aspettarsi aggiornamenti del terminale dopo la loro uscita?

  • Enzo

    una curiosità @matteo ma lo snap 636 rispetto al 660 come va? forse sono un po’ tecnicismi ma giusto per farsi un’idea… penso che nell’utilizzo giornaliero siamo lì ma come “potenza bruta” meglio il 660 o sbaglio? grazie

  • winning

    @TuttoAndroid mi chiedo una cosa, lo zenfone 5 secondo te può sostituire il mio s7 edge di 2 anni fa, mi interessa il versante foto, però alcuni mi hanno detto che è’ meglio S7 edge, ora mi chiedo come mai? Dato che lo zenfone 5 ha il sensore successivo a quello dell’S7 edge, quindi più nuovo, perché dovrebbe fare foto peggiori? Grazie

    • No, tieniti S7 Edge. Per avere foto migliori del tuo smartphone devi comprare un top di gamma 2018.

  • Angelo Del Negro

    confermo, sei il top tra i recensori

  • Giuseppe Piccolo

    Forse lo prendo. Un ottimo cellulare ad un buon prezzo.

    • Jack

      Io aspetterei per il 5z.
      display da 6,2″ Snapdragon 845, assistito da 8GB di memoria RAM e 256GB di storage.

      • Giuseppe Piccolo

        Ci saranno diverse taglie da come ho letto, anche 6 giga di ram.ma il prezzo salirà ovviamente. Per chi non vuole spendere troppo questo invece è perfetto.

  • Antonino Parisi

    Eh, questo “benedetto” notch… 🙄

    • E anche l’I-Semaforo.. Non capisco sta moda sinceramente di copiare Apple. Bah. Forse sono solo io per la diversità…

      • Antonino Parisi

        Mah, quello mi dà leggermente meno fastidio, anche se comunque non ne capisco anch’io l’utilità… 🤔

        • E’ una moda, come lo erano le Beats. Apple sotto questo punto di vista ha centrato il punto… Peccato che il device poi mostri i suoi punti deboli… Beh. Anche le Beats in un certo senso. (mi sono ripescato i grafici in sti giorni ed effettivamente le mie AKG da 70€ sono molto più piatte delle Beats nuove da 300€. Le cose vedo che non cambiano nel tempo.)

          • Antonino Parisi

            Bah…

  • Demetrio Marrara

    Matteo complimenti, ribadisco il mio pensiero: sei il miglior recensore italiano. Pacato, serio, curi approfonditamente la recensione senza farti prendere dalla frenesia di essere online riuscendo, cosi, a dare un giudizio attendibile ed equilibrato.

    92 minuti di applausi per quanto riguarda la parentesi sul notch. Sta diventando una questione irritante e stucchevole. Non vi piace? Comprate altro, semplice. La verità, come hai detto tu, è che le aziende leader come Apple e Samsung, nel settore smartphone, e adesso anche Huawei, dettano i trend e gli altri per sopravvivere devono seguire. Funziona così nel mondo dell’industria, in qualsiasi settore. Secondo loro dovrebbero lasciar perdere i trend in nome della personalità, del carattere, tutte cose che all’utente comune non interessano minimamente. Difatti chi non segue il mercato ha la divisione mobile in perdita: vedi LG, vedi Sony, vedi HTC. Meglio avere scelta ed aziende attive, seppur con poco carattere, che vedere colossi ritirarsi dal settore diminuendo la possibilità di scelta. La concorrenza fa bene al mercato.

  • ILCONDOTTIERO

    Finalmente Asus ha cambiato marcia bravi dagli errori si impara .
    Peccato solo che non sia un dual sim con slot aggiuntivo microsd , la microsd porta via la seconda sim , salvo modificare seconda sim con il rischio di rovinarla .
    Questo Zenfone 5 secondo me venderá più delle attese .

    • Giacomo

      Come successore del mio Lumia lo vedo bene!

      • Si, ma di estetica proprio copiato da Apple no… Ok. questo non ha il facciaIDIOTA, ma la cosa non cambia… E’ bello in tutto e non costa tanto, ma…

Top