Recensione Alcatel Idol 4 – Non lo nascondiamo, dopo i fantastici Idol 3 del 2015 eravamo veramente curiosi di poter provare la nuova generazione dei top gamma di Alcatel.
Visti brevemente a Barcellona per il MWC2016 ci avevano fatto una buona impressione, ma si sa che la prova sul campo restituisce quasi sempre risposte diverse.

Oggi vi proponiamo la nostra recensione di Alcatel Idol 4, ovvero la versione standard dei due modelli previsti per quest’anno. Come ci aspettavamo si tratta di un buon prodotto, nonostante alcuni compromessi che speravamo di non riscontare, tutti i dettagli nella nostra recensione.

Unboxing di Alcatel Idol 4

Confezione ricchissima per Alcatel Idol 4, se però aveste sentito parlare di una scatola convertibile in visore VR, prestate attenzione, perchè questa particolare features è prevista solo per Idol 4S.

Al di là di questa doverosa precisazione, la dotazione di accessori è ricchissima. Ci sono un paio di auricolari JBL con cavo piatto e controlli di ottima fattura, una cover in plastica trasparente, una pellicola protettiva per il vetro anteriore ed una per il vetro posteriore. Non manca il carica batterie rapido (60% in 30 min) per sfruttare il Quick charge 2.0 e un cavetto usb/micro-USB per ricarica e scambio dati.

idol4_tta1

Video recensione di Alcatel Idol 4

Hardware & Connettività

Alcatel Idol 4 è spinto dalla CPU Qualcomm Snapdragon 617, octacore con tutti Cortex A53 settati a 1,7 GHz e 1,2 GHZ accompagnato dalla GPU Adreno 405 e 3 GB di RAM.

La connettività è di alto livello, comprende lo scambio dati in LTE di cat. 6, WiFi 802.11 a/b/g/n/ac , bluetooth 4.2, NFC e radio FM.

Anche a livello di sensori non ci si può lamentare, nella dotazione infatti l’unico neo è rappresentato dalla mancanza del sensore per le impronte digitali, per il resto troviamo i classici di luminosità e prossimità, accelerometro, giroscopio, bussola e antenna A-GPS.

VEDI ANCHE

Alcatel Idol 4

Prestazioni

Idol 4 non è un device lento ma come verificato su Lenovo Moto G4 , lo Snapdragon 617 è un po’ zoppicante nell’utilizzo stressante. Specialmente dove occorre tanta potenza di calcolo per il comparto grafico.

Nell’utilizzo quotidiano talvolta vi capiterà di dover attendere qualche istante per l’apertura delle applicazioni più pesanti oppure per il caricamento di siti internet complessi.

Nel gaming non abbiamo alcun problema, anzi sempre una fluidità invidiabile e frame rate stabile anche dopo alcuni minuti di utilizzo.

Il vero problema di Alcatel Idol 4 è il surriscaldamento. Nelle situazioni di utilizzo normale lo smartphone rimane sempre leggermente tiepido sulla parte posteriore, mentre appena eseguiamo operazioni più stressanti il frame sulla parte destra e l’area centrale della back cover raggiungono temperature elevate, fino a diventare proibitive dopo alcuni minuti di gaming o di streaming video.

Parte telefonica e Antenne

Nessun problema da segnalare e ciò si tramuta velocemente in un bel vantaggio. Idol 4 prende bene, ha un’ottima portata del WiFi, un fix veloce del GPS e una superba qualità audio in capsula e in vivavoce. Non si potrebbe chiedere di meglio.

Ergonomia, Design & Materiali

Uno degli aspetti che rendono Idol 4 eccentrico è il suo design. E’ speculare da qualunque parte lo si guardi, vetro anteriore e posteriore, frame in alluminio con 4 griglie per l’uscita audio, ma la vera chicca è che il suo funzionamento è garantito in qualunque verso lo possiate impugnare (a parte con display verso il basso per ovvi motivi).

idol4_tta3

Una chicca interessante è il boom key, tasto fisico multifunzione che ha funzioni “particolari” che hanno valso a Idol 4, il titolo di smartphone eccentrico.

Per le telefonate, ad esempio, uno dei due speaker funzionerà da capsula auricolare e i due microfoni da ambientale e principale a seconda dell’orientamento con cui si impugna il device.

idol4_tta4

Le facce anteriore e posteriore sono coperte da un vetro Gorilla Glass 3, mentre il frame è allumino con buone rifiniture e 4 piccoli intagli in plastica per favorire la ricezione.

La cover posteriore in vetro crea un effetto con le nostre mani per cui il device non risulta particolarmente scivoloso. Certo il metallo satinato e il vetro rimangono tra i materiali più scivolosi in circolazione.

Display, Audio & Multimedia

Alcatel Idol 4 è equipaggiato con un pannello LCD IPS da 5,2 pollici FullHD. Si tratta di un discreto pannello, molto luminoso e definito ma carente dal punto di vista dei contrasti e della saturazione. I neri poco profondi sono tipici di uno schermo LCD di qualità non elevatissima ma tenendo conto della fascia di prezzo di Idol 4, possiamo comunque valutarlo positivamente.

Ci saremmo aspettati una qualità sopra la media, invece seppur tecnicamente valido non si tratta di una unità che ci convinto fino in fondo.

Audio

La sfera audio è affidata a due altoparlanti da ben 3,6 Watt con 4 griglie per l’emissione posizionate sopra e sotto il display su entrambe le facce dello smartphone. Grazie a questa soluzione vi ritroverete immersi dal suono con una qualità nettamente sopra la media.

Audio cristallino e potente anche durante la riproduzione di musica e video in streaming. Ottime anche le cuffiette auricolari in ear presenti in confezione.

Idol4_tta5

 

Fotocamera

La fotocamera posteriore è da 13 mega pixel con obiettivo non stabilizzato e apertura F/2.0, mentre il sensore anteriore è da 8 mega pixel e accompagnato da un secondo flash led (utilizzato anche come led di notifica).

Le foto diurne, con buone condizioni di luce, sono buone. Forse non si riescono a raggiungere i livelli dei top di gamma del momento, ma quasi sempre si potranno ottenere risultati soddisfacenti.

I dettagli non sono molti ma i colori sono naturali e il bilanciamento del bianco è corretto. C’è qualche problema di stabilizzazione dovuto alla mancanza di un sistema ottico ma siamo in piena fascia di prezzo.

In notturna i risultati sono mediocri, abbiamo tanto rumore di disturbo e il software non lavora al meglio nell’elaborazione del contrasto e nitidezza. Per quanto gli scatti ci sembrano soddisfacenti ci sono apparsi un gradino sotto ai migliori dispositivi sotto i 300 €.

Buoni i selfie sia di giorno che di notte, dove il flash led riesce a illuminare (flebilmente per la verità) i vostri visi permettendovi di scattare una foto anche in pieno buio.

Batteria & Autonomia

La batteria da 2610 mAh vi porterà a sera senza troppi sacrifici ma non potrete mettere sotto torchio il device per lunghi periodi di tempo. In questi frangenti, infatti, le temperature dei componenti interni saliranno parecchio, generando un drain repentino della batteria.

In termini numerici siamo riusciti a coprire circa 4 ore e 30 di display acceso con un utilizzo medio, addirittura 5 con un utilizzo molto intenso ma con autonomia azzerata appena alle 18:00.

Software

Come già visto sulla serie Idol del 2015, anche su Idol 4 il software è molto simile ad Android puro. Troviamo installata la versione 6.0.1 Marshmallow con pochissime personalizzazioni.

Potremo attivare 2 gesture per risvegliare dallo stand by con un doppio tocco e voltare con display verso il basso per silenziare una chiamata. Abbiamo anche la possibilità di scegliere il colore con cui si deve illuminare il led di notifica

Le app preinstallate sono molte, la maggior parte inutili e indesiderate. Queste per fortuna si possono disinstallare lasciando invece posto ad alcuni ottimi programmi di sistema per l’utilizzo di base, come calcolatrice, bussola, galleria, musica, suite per il collegamento col PC.

idol4_tta2

La killer feature di Alcatel Idol 4 è però il Boom Key, tasto fisico multifunzione con rispettive impostazioni software per attivare diverse funzionalità.
Le più interessanti sono la cattura di un’immagine o sequenza di immagini con dispositivo bloccato, l’attivazione dell’effetto surround e bassi potenziati durante la riproduzione multimediale, un effetto di chiarezza della voce durante le chiamate e l’attivazione di effetti simpatici a mini clip video precedentemente registrate.
Non mancano anche i collage automatici delle foto o animazioni meteo in home screen.

Abbiamo trovato la parte software ancora un po’ acerba con alcuni piccoli bug di importanza minore che però non ci permettono di dare una valutazione pienamente positiva al comparto, nonostante comunque una buona esperienza utente.

In conclusione

Alcatel Idol 4 è un ottimo prodotto, consigliato sicuramente ad un pubblico giovane viste le tante soluzioni software e hardware che rendono il comparto multimediale e l’esperienza utente particolarmente accattivante per i ragazzi.

Al di là della presentazione esuberante, si tratta comunque di un dispositivo affidabile e ben progettato con un software ancora da affinare ma di grande semplicità ed efficacia.

Insomma, Alcatel ha voluto aggiungere un po’ di “pepe” alla serie Idol, puntando sul target che gli ha valso buoni volumi di vendite trascurando un po’ alcuni dettagli che lo scorso anno ci erano piaciuti molto, primo fra tutti le dimensioni e peso ridottissimi di Idol 3 da 4,7 pollici.

Alcatel Idol 4 sarà presto disponibile in Italia ad un prezzo tra i 250 e i 300 euro.

Pagella

7.8
Display
7.9
Ergonomia
7.8
Hardware
7.6
Software
8.4
Batteria
7.7
Fotocamera
8.5
Qualità/prezzo
8.8
Materiali
9.5
Audio
8.5
Esperienza Utente
8.0