Recensione Pokémon GO Plus – Nonostante i molti detrattori, il gioco virale creato da Niantic e Nintendo continua incessantemente a generare grossi introiti. Tanti sono dunque i giocatori ancora entusiasmati dal gioco, costantemente alla ricerca di nuovi mostriciattoli tascabili tra le strade delle proprie città.

Per loro Nintendo ha rilasciato il gadget ufficiale per poter giocare senza guardare continuamente lo smartphone, il Pokémon GO Plus. Ma varrà la pena di acquistarlo dato che costa ben 40€? Scopriamolo insieme nella nostra recensione.

Video recensione Pokémon GO Plus

Unboxing

La confezione con cui si presenta il Pokémon GO Plus è molto minimale. All’interno sono presenti il Pokémon GO Plus in sé, il cinturino in tessuto per portarlo a mo’ di braccialetto e due foglietti illustrativi con le istruzioni per l’uso in varie lingue, compreso l’italiano.

pokemon_go_plus_tta1

Materiali & Costruzione

A livello costruttivo Nintendo avrebbe potuto fare di meglio. Il Pokémon GO Plus è infatti interamente in plastica, che seppur ben rifinita non da un’idea di ottima solidità e resistenza agli urti, cosa essenziale per un accessorio da tenere costantemente al polso. Se tenuto con la clip è possibile attaccarlo ai pantaloni o a una camicia, oppure ancora si può utilizzare un nastro per tenerlo appeso al collo come una collana.

pokemon_go_plus_tta10L’alternativa migliore è però utilizzarlo con il cinturino in tessuto, regolabile in larghezza grazie a una fibbia in plastica che permette di fissarlo al polso. La fibbia tuttavia non è saldissima e tende ad aprirsi alla minima sollecitazione, per cui spesso durante la giornata il bracciale diventa lasco e va sistemato.

pokemon_go_plus_tta6

Per cambiare il retro tra la clip e il braccialetto è sufficiente svitare una vite a croce, e così facendo si accede anche alla batteria a bottone da 3V in caso servisse sostituirla. A tal proposito non abbiamo avuto modo, ovviamente, di testare quando la batteria duri effettivamente, ma grazie al Bluetooth Low-Energy e all’assenza di schermi dovrebbe garantire un’autonomia di svariati mesi.

pokemon_go_plus_tta5

Funzionamento

Per associare il Pokémon GO Plus al proprio smartphone è sufficiente accedere a Pokémon GO, entrare nelle impostazioni e poi nella voce Pokémon GO Plus subito dopo aver premuto il pulsante sul ciondolo. Una volta entrati in quel menu basterà dunque selezionare il dispositivo corretto ed esso verrà correttamente associato al gioco, mostrandovi la prima volta un tutorial sul suo utilizzo.

Sostanzialmente quando collegato il Pokémon GO Plus continuerà a contare la distanza percorsa per le uova e per il Pokémon compagno da poco introdotto senza il bisogno di tenere aperto il gioco sullo smartphone, ma oltre a questo permette anche di interagire con il gioco direttamente dal polso. Quando ci si trova in prossimità di un PokéStop infatti il GO Plus vibra e si illumina di blu, dandoci la possibilità di riscattarne gli strumenti premendo il pulsante e dando la conferma con luce bianca se l’operazione è andata a buon fine, o rossa se siamo ormai troppo distanti.

Quando invece un Pokémon selvatico è nelle vicinanze il Go Plus vibra e si illumina di giallo se si tratta di una specie mai vista prima, o di verde se invece ne abbiamo già catturato uno in passato. Premendo il pulsante il LED si illuminerà per tre volte di bianco, per poi confermare la cattura con un’illuminazione arcobaleno o avvisarci che il mostriciattolo ci è scappato con un’illuminazione rossa.

pokemon_go_plus_tta7

Stando alla versione di Pokémon GO 0.39.1, con cui l’abbiamo testato per questa recensione, ci sono delle criticità non da poco nel suo utilizzo. Innanzitutto cercando di catturare un Pokémon non è possibile sapere di quale creatura effettivamente si tratti e questo, unito al fatto che se la cattura fallisce non è possibile ritentare come si può fare invece su smartphone, può far perdere delle occasioni rare.

Oltre a questo il LED multicolore sotto al pulsante non si vede benissimo sotto la luce diretta del sole, ma soprattutto non appena il processo di Pokémon GO in background viene tolto dalla memoria il collegamento si spezza, rendendo necessario un continuo controllo durante la giornata per riconnettere periodicamente il braccialetto.

pokemon_go_plus_tta9

In conclusione

Torniamo alla domanda posta all’inizio: vale la pena acquistare Pokémon GO Plus? No. O per lo meno non al prezzo di lancio di 40€, decisamente troppo alto considerando i materiali non eccellenti, le funzionalità ridotte e i problemi di usabilità appena visti.

Se doveste trovarlo a 20€ o meno potrebbe però essere un accessorio da tenere in considerazione se giocate molto a Pokémon GO, magari anche da regalare ad un amico un po’ nerd.

Miglior prezzo: