Questo sito contribuisce alla audience di

Presto le SIM saranno integrate nei processori degli smartphone

Gli smartphone odierni sono sempre più complessi e anche pochi millimetri di superficie libera possono permettere di integrare nuove soluzioni. Uno dei punti deboli del design è la necessità di lasciare lo spazio per la SIM telefonica, che nella versione nano occupa una superficie di 12,3 x 8,8 millimetri, senza contare il connettore e l’elettronica di controllo.

ARM, la compagnia alla base del design dei core utilizzati nelle moderne CPU per smartphone, ha però una soluzione, economica e decisamente poco ingombrante. Si chiama iSIM e occuperà solamente una frazione di millimetro quadrato, permettendo un notevole risparmio di spazio e un costo decisamente minore. Gli operatori telefonici pagherebbero infatti qualche centesimo per la nuova tecnologia, invece delle decine di centesimi necessari per la versione tradizionale.

Non aspettatevi una rivoluzione a breve termine, visto che ARM dovrà superare la diffidenza dei gestori di telefonia mobile, che stentano a far decollare le eSIM, utilizzate ad esempio su Google Pixel 2 e Google Pixel 2 XL. La soluzione della compagnia inglese sembra destinata, almeno inizialmente, ai dispositivi IoT, soprattutto a quei gadget con poco spazio a disposizione che hanno comunque la necessità di connettersi alla Rete per inviare i dati raccolti.

Nonostante la diffidenza iniziale gli operatori mobili dovrebbero abbracciare rapidamente la soluzione di ARM, visto che aprirà nuove fasce di mercato che inevitabilmente porteranno a maggiori profitti. ARM ha già inviato gli schemi e le specifiche ai propri partner e le prime soluzioni pratiche dovrebbero arrivare sul mercato entro la fine dell’anno.

Fonte: Theverge

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • pampa5

    e il fantastico mercato del cambio sim a 10 euro poi che fine farà? In un mondo “normale” si dovrebbe poter cambiare operatore dal menù del telefono in modo da andare sempre da chi offre le offerte migliori. Invece si studiano sempre modi per vincolare il cliente. E’ come se io vado a mettere benzina alla ip e mi dicono. ok…te la possiamo mettere a questo prezzo, ma la devi mettere qui per 30 pieni.

  • Tony

    Piu’ che altro e’ sconveniente per noi che non possiamo cambiare sim per utilizzarne un’altra all’occorrenza.
    Si cerca di chiedere di fare smartphone con doppia sim ed ora la vogliono integrare….
    A favore ci sarebbe il fatto che con sim integrata in caso di furto si blocca quella sim e il telefono sarebbe inutilizzabile neanche formattandolo.
    Chi si ricorda il vecchio E-TACS? :-)

    • Alessandro

      Integrandole visto che occupano così poco spazio potrebbero metterne 2, o anche 3 se supportare dal’OS

    • francesco

      essendo software ne puoi mettere mille, e soprattutto cambiarle a telefono acceso

  • Walter

    Apple ci prova da anni…gli operatori europei faranno resistenza passiva da qua all’infinito…a loro proprio non conviene perdere il controllo delle SIM…

  • Lorenzo Golia

    Magari

  • DearPowa

    Anche dei pc potenzialmente

Top