Sebbene non ci sia ancora una data ufficiale, sappiamo come manchino poche settimane al prossime evento Samsung Galaxy Unpacked, di recente abbiamo visto alcune immagini raffiguranti (più o meno) quelli che dovrebbero essere i protagonisti dell’evento in questione, ovvero i prossimi smartphone pieghevoli del brand, i nuovi smartwatch della serie Watch7, il presunto nuovo orologio della serie FE, nonché il primo anello smart dell’azienda Galaxy Ring.

Nel corso degli ultimi mesi abbiamo avuto modo di reperire diverse indiscrezioni su tutti i dispositivi in questione, compresa l’esistenza di una possibile versione Ultra di Samsung Galaxy Z Fold6; questi prodotti però non sono gli unici protagonisti delle diverse fughe di notizie che riguardano l’azienda coreana, anche i prossimi flagship della serie Galaxy S25 hanno già avuto la loro buona dose di indiscrezioni.

Nelle ultime ore sono emersi alcuni dettagli in più su alcuni di essi, nello specifico ci sono nuove informazioni riguardanti Samsung Galaxy Z Fold6 Ultra e il modello base di Galaxy S25; scopriamole insieme.

Samsung Galaxy Z Fold6 Ultra potrebbe non essere un’esclusiva del mercato interno coreano

La prima menzione di Samsung Galaxy Z Fold6 Ultra risale al mese di febbraio, in quell’occasione si iniziò a vociferare della possibile presenza del dispositivo nella futura gamma del brand, una sorta di strategia atta ad allineare la gamma Fold a quella ben nota della serie Galaxy S. Del dispositivo non si sapeva praticamente nulla, specifiche, caratteristiche, niente di niente, solo che si sarebbe differenziato in qualche modo dal modello classico.

Nel corso del tempo poi, sul finire del mese di aprile, è arrivata una sorta di conferma circa l’esistenza dello smartphone in questione grazie all’individuazione del codice modello dello smartphone, informazione però rimasta orfana di ulteriori dettagli riguardanti il dispositivo, ad eccezione della convinzione che lo smartphone potesse rimanere un’esclusiva del mercato interno coreano.

Nelle ultime ore però, i colleghi di androidheadlines sono riusciti ad individuare un nuovo dispositivo con nome in codice interno “Q6A” e il numero di modello “SM-W9025″: Q6A sappiamo già essere, grazie alle precedenti fughe di notizie, il codice della variante Ultra dello smartphone, che però in Corea avrà come numero modello SM-F958N.

Samsung Galaxy Z Fold6 Ultra Cina

C’è in realtà una semplice spiegazione per questa discrepanza, spiegazione che ci fornisce un’ulteriore informazione, Samsung è solita commercializzare i propri dispositivi in Cina con un nome completamente diverso rispetto agli altri mercati, per esempio Galaxy Z Fold5 e Galaxy Z Flip5 sono stati commercializzati in Cina come Galaxy W24 e Galaxy W24 Flip.

Tutto ciò indica dunque come Samsung Galaxy Z Fold6 Ultra non rimarrà un’esclusiva del mercato interno coreano, ma verrà presumibilmente commercializzato anche in Cina, probabilmente con il nome di Galaxy W25 Ultra. Per avere le eventuali conferme del caso non ci resta che pazientare ancora qualche settimana, o attendere ulteriori indiscrezioni in merito.

Samsung Galaxy S25 potrebbe non avere una batteria più grande

Passiamo ora alla futura famiglia di smartphone di punta del brand, mancano ancora diversi mesi prima che Samsung ufficializzi i prossimi Galaxy S25, ma l’interesse della community nei confronti di questi dispositivi è alto, come dimostrano le numerose fughe di notizie già circolate.

Dalle informazioni sulla CPU, alla possibile implementazione dell’intelligenza artificiale per migliorare l’autonomia, fino ai quantitativi di RAM e dimensioni del display della versione Ultra, abbiamo già avuto modo di vedere diverse indiscrezioni sui futuri smartphone.

Oggi però parliamo del modello base della famiglia, secondo quanto condiviso dai colleghi di galaxyclub, Samsung Galaxy S25 non beneficerà di un aumento delle dimensioni del modulo batteria: sembra infatti che il dispositivo avrà una batteria con una capacità nominale di 3.881 mAh, che si traduce in una capacità tipica pubblicizzata di 4.000 mAh, esattamente come l’attuale Galaxy S24.

Non ci sono informazioni riguardanti gli altri due smartphone della gamma per il momento, ma una simile indiscrezione altro non fa se non rendere ancora più plausibile la già vociferata intenzione dell’azienda di utilizzare l’IA per aumentare l’autonomia dei propri dispositivi; considerando che mancano ancora diversi mesi prima della presentazione ufficiale dei flagship in questione, non mancheranno ulteriori informazioni al riguardo nel prossimo futuro.