Secondo le ultime indiscrezioni la futura gamma Samsung Galaxy S25 verrebbe commercializzata sia con il chipset Exynos che con il SoC Snapdragon a seconda del mercato di destinazione.

Ora sembra che la prossima serie di smartphone di punta di Samsung potrebbe essere alimentata dal chipset Exynos 2500 insieme alla Tensor Processing Unit (TPU) di Google per offrire agli utenti funzionalità di intelligenza artificiale migliorate.

Il chipset Exynos 2500 potrebbe includere la TPU di Google

Secondo quanto riportato su X dall’informatore Connor, Samsung ha costantemente migliorato le sue unità NPU e DPS da Exynos 2200 a Exynos 2400, ma non abbastanza da avere un impatto significativo su Android ML e sulle funzionalità Google Mobile Services.

Pertanto il colosso sudcoreano avrebbe intenzione di integrare la TPU di Google nel chipset Exynos 2500 per ottimizzare le prestazioni dell’IA.

L’informatore ha anche affermato che dopo l’aggiornamento One UI 6.1, il modello Galaxy AI e l’interfaccia Android Machine Learning funzionerebbero perfettamente con i dispositivi Galaxy AI garantendo un’esperienza più performante, in quanto la TPU verrebbe attivata quando viene rilevato il codice API di Google ML.

Recenti indiscrezioni suggeriscono che l’Exynos 2500 sarà un chipset deca-core, inoltre si prevede che verrà prodotto con la tecnologia GAA a 3 nm di Samsung e che presenterà una singola G-NPU. Sarà interessante capire la differenza, in termini di prestazioni pure AI, tra un’eventuale S25/S25+ con Exynos+TPU di Google e un S25 Ultra con Snapdragon.

In copertina: Samsung Galaxy 24 Plus

Leggi anche: Migliori smartphone Samsung